Crotone-Ascoli 3-0, il Picchio chiude male il campionato con la terza sconfitta consecutiva

Redazione Picenotime

11 Maggio 2019

Crotone ed Ascoli tornano a sfidarsi allo stadio "Scida" nel match valido per la 38esima ed ultima giornata del campionato di Serie B 2018/2019. Rossoblù reduci dalla sconfitta sul campo dello Spezia, bianconeri superati 2-1 dal Palermo al "Del Duca" nell'ultimo turno.

Vivarini punta su un 4-3-2-1 con Lanni in porta e la difesa composta da Laverone, capitan Padella, Quaranta e D'Elia. A centrocampo ci sono Cavion, Iniguez e Frattesi con Chajia e Ninkovic sulla trequarti a sostegno del centravanti Ardemagni. Modulo 3-5-2 per Stroppa con Cordaz in porta e la retroguardia formata da Vaisanen, Spolli e Marchizza. Sulle corsie laterali Sampirisi e Molina, in mezzo Zanellato, Barberis e Benali. Coppia d'attacco formata da Kargbo e dal nigeriano Simy. Buona affluenza di pubblico allo "Scida", sono oltre 50 i tifosi bianconeri nel Settore Ospiti. 


Preme in avvio il Crotone. Al 9' deciso Lanni in uscita ad opporsi ad una conclusione rasoterra di Kragbo ben servito in area da Simy. Al 13' bella discesa di Benali sull'out di sinistra, bravi Padella e Lanni in compartecipazione a chiuderlo in corner in area piccola. Al quarto d'ora l'Ascoli si fa vedere in avanti con un destro a giro dalla distanza di Frattesi abbondantemente sopra la traversa. La squadra di Stroppa fa la partita, il Picchio si limita a ripartire in contropiede. Al 22' Ninkovic serve ben al limite Chajia, interno destro rasoterra deviato in angolo da Cordaz. Al 27' iniziativa interessante di Kragbo sulla sinistra, palla a Zanellato che sfiora il palo con un destro rasoterra dalla lunetta. Si abbassano i ritmi della gara, fa molto caldo allo "Scida", sprazzi interessanti di un Chajia ispirato. Al 35' punizione a giro di Ninkovic da una buona mattonella che termina out. Al 38' si fa male ad una spalla Kargbo, Stroppa è costretto a sostituirlo con Pettinari. Al 40' ci pensa Simy a portare in vantaggio il Crotone con un piatto destro rasoterra in area su perfetto assist di Molina (14° gol in campionato per il nigeriano). Non soddisfatto in panchina Vivarini del finale di prima frazione dei suoi. 

Ad inizio ripresa in gol subito Pettinari, che va a segno con un tocco facile in area piccola a porta vuota dopo un assist smarcante di Simy che sfrutta un clamoroso errore di Ardemagni in fase di appoggio verso Lanni. Ascoli troppo passivo, al 51' destro velenoso di Simy in area deviato in corner in allungo dal portiere bianconero. Al 55' esce Zanellato, al suo posto il croato Gomelt. Continua a spingere la squadra rossoblù e al 57' cala il tris con un sinistro dal limite di Benali, leggermente deviato da Laverone, sul quale Lanni non è impeccabile (quinto centro stagionale per il centrocampista libico). Al 60' Vivarini toglie uno spento Ninkovic, dentro Baldini. L'Ascoli non riesce ad abbozzare una reazione, vanno sul velluto i ragazzi di Stroppa. Ci prova D'Elia con il sinistro in area sugli sviluppi di un corner, pallone a lato. Stroppa si gioca l'ultima sostituzione inserendo Cuomo al posto dell'esperto Spolli. Al 73' invenzione di Chajia in verticale per Frattesi, tocco di punta in stile calcetto, si salva in corner Cordaz. Nei minuti finali c'è spazio anche per Coly per Frattesi. Entra pure Troiano al posto di un Chajia che accusa un problema fisico dopo una buona gara. Si fa vedere Coly con un destro rasoterra dal limite che va a sbattere sui cartelloni pubblicitari. Nel secondo minuto di recupero Troiano vicino al gol con un colpo di testa sul secondo palo su traversone di Laverone. Finisce con la tredicesima sconfitta stagionale dell'Ascoli, la terza consecutiva. La squadra di Vivarini chiude il torneo con 43 punti, stesso bottino del Crotone che però è in vantaggio negli scontri diretti. 


TABELLINO E PAGELLE

CROTONE-ASCOLI 3-0

CROTONE (3-5-2): Cordaz 6.5; Vaisanen 6.5, Spolli 6.5 (71' Cuomo 6), Marchizza 6.5; Sampirisi 6.5, Zanellato 6.5 (55' Gomelt 6), Barberis 6.5, Benali 7, Molina 7; Simy 7.5, Kargbo 6.5 (38' Pettinari 6.5). A disposizione: Festa, Valietti, Tripaldelli, Tripicchio, Firenze, Milic, Rohden, Machach, Mraz. Allenatore: Stroppa 7

ASCOLI (4-3-2-1): Lanni 5.5; Laverone 5, Padella 5, Quaranta 6, D'Elia 5; Cavion 5, Iniguez 5.5, Frattesi 5.5 (81' Coly sv); Chajia 6 (83' Troiano sv), Ninkovic 5 (60' Baldini 5.5); Ardemagni 4.5. A disposizione: Milinkovic-Savic, Scevola, Andreoni, Valentini, Rubin, Addae. Allenatore: Vivarini 5

Arbitro: Piscopo di Imperia 6

Reti: 40' Simy, 48' Pettinari, 57' Benali

Note: numero Biglietti 6.401 - € 12.702 numero abbonati 4.164 rateo abbonamenti 30.067 - totale 10.565 € 42.769


© Riproduzione riservata

Commenti (71)

Abbasso i pesciari 11 Maggio 2019 17:00

Foggia rossonera ciao ciao la C vi aspetta ,soprattutto il Bari vi aspetta


Marco villa pigna 11 Maggio 2019 17:02

è vergognoso perdere così, ho sempre difeso il mister ma credo che vivarini non può rimanere sulla panchina bianconera, perché il prossimo campionato accadrebbe la stessa cosa vissuta con Petrone


Ascoli calcio 11 Maggio 2019 17:06

Bella robba vergognatevi non avete onorato la maglia in queste ultime tre partita e ancora sento dire che abbiamo una base da cui ripartire bah...


ASCOLI NEL CUORE 11 Maggio 2019 17:08

Caro Pulcinelli e te vorresti confermare un'allenatore del genere? È un mister che può allenare solo in serie C in quanto è un perdente, con la squadra che gli hai messo a disposizione siamo arrivati tredicesimimi con sconfitte vergognose! Anche se gli compri Ronaldo Vivarini ci fa salvare a malapena


Ascolano in terra d'Abruzzo 11 Maggio 2019 17:08

Degna fine di un campionato anonimo di cui ricorderò le tante occasioni perse, il 7 a 0 di Lecce e la terza difesa più perforata...


asnkvola 11 Maggio 2019 17:09

Foggia in serie C godo,almeno Foggia rossonera la smette di scrivere qui,ora per la salvezza tifo Cosmi e a tesoro dico di fare subito un tentativo per portare ad Ascoli Kragl del Foggia che sarebbe un colpaccio,loro non lo possono più tenere.


paolo 11 Maggio 2019 17:10

Che vergogna perdere di fila le tre ultime partite. Salvi si, ma così si perde la dignità, senza onore. Io ho sempre difeso Vivarini, ma sinceramente sarebbe ora di fare piazza pulita completa, giocatori e allenatore. Rozzi avrebbe fatto il finimondo già da stasera.....


IO 11 Maggio 2019 17:12

Chiedo gentilmente alla redazione di non censurare i numerosi messaggi dell'amico foggiarossonera.


Amedeo 11 Maggio 2019 17:13

Solo alcune simpatiche considerazioni ......e' un vero peccato che tanta gente non crede piu' a babbo natale , ad un certo punto della gara ho pensato che si potesse eguagliare Lecce......ma fortunatamente mi sono sbagliato......poi un caro pensiero al mio allenatore preferito che ha dichiarato di avere dovuto lavorare molto sulla testa dei suoi calciatori per fargli acquisire la mentalita' vincente di cui sono dotati ......vabbe' dai il campionato e' finito e da domani tutti alare e in montagna ......mentre io continuo a vedermi il mio film preferito ........vieni avanti crotone


Andrea 11 Maggio 2019 17:15

Una società all'altezza esonera l'allenatore stasera, tiene la squadra ad allenarsi fino a che lo prevede il contratto, altro che vacanze.


MARIO78 11 Maggio 2019 17:17

Quest'anno abbiamo fatto un miracolo a salvarci secondo me ...oggi partita da dimenticare ...si può anche perdere ma non in questo modo ....


Albardialbissola 11 Maggio 2019 17:17

Ciao Foggia rossonera...salutaci la samb
Questi (pesciari dorici,ecc.) non hanno ancora capito che i conti si fanno sempre alla fine ...vi aspettiamo il prossimo anno a rosicare ancora sulle nostre pagine


Alessandro 11 Maggio 2019 17:17

Cosa sono andati a fare a Crotone a buttare soldi? Società assente è tutto da cambiare a partite dal manico


Fabio 11 Maggio 2019 17:19

Ho cambiato canale per non sfasciare la televisione, il campionato si onora fino alla fine abbiamo subito 54 gol in questo campionato come niente fisse. Scandalosi


Francesco 11 Maggio 2019 17:19

Ripartire da Vivarini???Anche Oggi squadra svogliata.Nelle ultime tre partite non era meglio visionare qualche giovane della primavera??Prossimo anno con questo atteggiamento sarà dura.


Piceno nel cuore 11 Maggio 2019 17:23

La spocchia e l'indolenza di Nincović è fastidiosa oltremodo. Già solo per l'atteggiamento in conferenza stampa giovedì era da non far partire con i compagni. Per il resto poco da dire, squadra in vacanza già dalla gara di Cittadella. Per il prossimo anno esprimo il mio pensiero che paga il biglietto: il mister non ha una mentalità vincente.


PIAZZA DEL POPOLO 11 Maggio 2019 17:24

GUARDANDO LA CLASSIFICA MI SONO VERGOGNATO VA BENE LA SALVEZZA GIÀ ACQUISITA MA MA CHIUDERE UNA STAGIONE COSI NON E STATO BELLO MA E MAI POSSIBILE COME IL PALLONE STAZIONA VERSO LA PORTA NOSTRA E GOL MI AUGURO CHE PROSSIMAMENTE SI PUNTELLI LA DIFESA CON ELEMENYI PIU GIOVANI E PIU BRABI


Ze 11 Maggio 2019 17:24

Vergognatevi.


Obbiettivo 11 Maggio 2019 17:31

METTERE A POSTO LA DIFESA
ATTENZIONE ATTENZIONE
TROPPI GOL. SUBITI............
DIFESA DA RETROCESSIONE
PURTROPPO......ATTENZIONE.
PATRON..........


Maurizio 11 Maggio 2019 17:35

Il 3 - 0 di Crotone è emblematico di come lo staff tecnico non sa gestire nulla, a parte che si era visto già in diverse occasioni, sia in casa quando eravamo in vantaggio che poi clamorosamente a Lecce, a la Spezia, poi a Cittadella, finiamo in modo brutto questo campionato perancanza di figure che sanno come gestire i momenti difficili, Vivarini, Lovato Tesoro vanno chiamati in sede dalla proprietà e dopo averli ringraziati, vanno sollevati dal loro incarico, subito. Se vogliamo programmare un futuro ambizioso, serve gente di calcio.


RENATO PSG 11 Maggio 2019 17:46

L'unica nota positiva. dopo questo campionato in cui abbiamo fatto piu' prestazioni pessime che esaltanti, che anche il prossimo anno siamo in B !.Spero il prossimo anno che ci sia un vero coach per questa categoria.Amici bianconeri ed alla redazione picenotime un caloroso saluto a risentirci ad una nuova avventura del nostro amato picchio.


Ascoli 1898 11 Maggio 2019 17:47

Se veramente patron Pulcinelli ed il presidente Giuliano Tosti, vogliono provare a riportare l'Ascoli nel calcio che conta, hanno una sola ed immediata cosa da fare, riportare ad Ascoli Francesco Marroccu e dare una ripulita in società, da cima a fondo. Altrimenti loro dobtibueranno a buttare soldi e noi staremo ogni anno qua, a parlare e discutere delle stesse cose.
Un dirigente vero, vale 10 incapaci a libro paga


Giovanni 11 Maggio 2019 17:48

Senza la minima dignità, vergognosi. Ripartire da questi giocatori e da questo pseudo allenatore è un suicidio preannunciato.


Alberto 11 Maggio 2019 18:04

Brutta bruttissima sconfitta, è ora di analizzare il nostro campionato, la squadra in campo rappresenta ciò che la circonda, le partite vengono preparate da uno staff, infortuni, squalifiche, gestione dei risultati sono figli di come si lavora, c'è molta approssimazione, questa squadra ha degli ottimi valori, ma è contornata da persone che non sanno fare il loro lavoro per vincere le partite.
Possiamo aspirare a salvezza senza patemi.


Paolo65 11 Maggio 2019 18:05

Un saluto di tutto cuore a FOGGIA ROSSONERA almeno smetterà di sfottere.
Parlando dell Ascoli non mi aspettavo niente dalla partita di oggi.


Massimo 11 Maggio 2019 18:10

Siamo realisti Vivarini ad Ascoli ormai è finito, non verrebbe contestato solo se vince sempre meglio per tutti anche per lui che vada via.
Spero che il presidente se ne renda conto non è il caso di ripartire con lui


Pietro AP 11 Maggio 2019 18:15

Condivido ciò che ha detto Ascoli 1898 su Marroccu ma aggiungo anche che occorre cambiare la guida tecnica perché con Vivarini non andremo mai in serie A, patron Pulcinelli, che che ne dicano, poi, tanti tifosi che definiscono "gufi" chi non apprezza il lavoro di Vivarini.


Domenico 11 Maggio 2019 18:25

Vergogna....non si può regalare i punti così...vivarini dai subito le dimissioni.ogni partita sempre solo sofferenza


Inesilio75 11 Maggio 2019 18:27

Quest anno dopo trentanni ho raggiunto il mio record negativo di presenze allo stadio ovvero solo 10 partite. Tanta l amarezza nel vedere un calcio da suicidi ed inguardabile contrariamente a quanto affermano in molti. In serie b si attacca e difende con le fasce. L idea di Vivarini sarebbe stata realizzabile forse con il Bayern di qualche anno fa.
Pur di non vedere più questo scempio sarei disposto anche ad andare a vedere il Piano San Lazzaro


PRENESTINO BIANCONERO 11 Maggio 2019 18:35

Questa non era una squadra pensata per un progetto di crescita, ma finalizzata solo a centrare l'obiettivo salvezza. L'obiettivo è stato raggiunto, ma a fatica. Al di là dall'apparenza dei numeri. Con gli stessi il prossimo anno sarebbe molto, ma molto più difficile.


Estar 11 Maggio 2019 18:37

Ultimo capolavoro di un mister apatico, indolente, abulico e perdente!!
La squadra riflette la sua conduzione di gara e degli allenamenti. 1 punto nelle ultime 4 gare, quando con un po' di determinazione, con 5/6 punti avremmo disputato i playoff.
Caro Patron.........ritieni di poter ripartire da questo allenatore??? Bene, ne prendiamo atto......ne riparleremo alla 3/4a giornata del prossimo campionato di serie B, per il quale comunque ti ringraziamo immensamente. Concordo pienamente con Andrea e ringrazio la redazione di Picenotime per l'ottimo lavoro svolto quest'anno.


bebo 11 Maggio 2019 18:41

Allenatore incapace di gestire lo spogliatoio. Anche stasera si è visto che non ha un ombra di gioco. Non va riconfermato.


obiettivo 11 Maggio 2019 18:42

E con questa abbiamo finito con il botto le figuracce quest'anno.
La verità è una sola, ci siamo salvato perchè quegli altri erano furia più scarsi di noi.
Questo è quanto, fare finta di niente è da matti.



Ascoli club bs 11 Maggio 2019 18:57

Tesoro ha fatto molti errori....non voglio fare nomi ma molti acquisti non sono stati all'altezza.


Bretta 11 Maggio 2019 19:01

La squadra non ha colpe, i problemi stanno a monte resettare tutto e cambiare guida tecnica è fondamentale se vogliamo salvarci il prossimo anno


remo 11 Maggio 2019 19:02

Fa rabbia questa sconfitta, tanto... Abbiamo mollato dopo Cittadella e non va ben...


Forza Ragazzi 11 Maggio 2019 19:03

Kragl subito grazie!!!
Rubin Ottimo giocatore!!!

Perche' commentate una partita dall' esito scontato?


Rosca52 11 Maggio 2019 19:37

Di grande c'è Serse Cosmiiiiiiii


MIMMO 11 Maggio 2019 19:41

Mi è stato detto che eravamo quattro gatti a non voler più Vivarini. Dove sono tutti i suoi estimatori? Pulcinelli, ripensaci finché sei in tempo.


Lorenzo 11 Maggio 2019 20:00

Si è vero rosca52 oggi perdeva 2-0 poi tutto di un tratto il Carpi ha iniziato a spostarci e magicamente ha rimontato nel finale vincendo... Per merito del grande cosmi... Ma facci il piacere era retrocesso con tutte le scarpe al 90'... Li hanno fatti vincere spudoratamente


Picus 11 Maggio 2019 20:39

Non è stato un fine campionato esaltante ma mi sembra tutto nella norma. Come primo anno ok ma il prossimo va affrontato con più convinzione. Lasciamo lavorare società, mister e addetti ai lavori. Per tutti questi criticoni c'e' ampia scelta tra Samb, Teramo, Monticelli e Atletico Ascoli.


fabrizio becattini 11 Maggio 2019 21:11

chi pensava di andare a crotone x giocarsela viveva su un altro pianeta , e ancora chi contesta mister vivarini non ha veramente altro da fare e non ha analizzato il difficile campionato appena passato
stavamo tranquilli 4 giornate fà ,non scherziamo


ascoli è stata durissima 11 Maggio 2019 21:33

partita e finale di campionato scontato da 4 giornate già salvi. Non condivido per niente tutte queste critiche . A luglio avrei firmato per un campionato così.


Amedeo 11 Maggio 2019 21:42

Ma secondo voi se vivarini afferma che per la prossima stagione pretendera' molto e vuole investimenti importanti , pulcinelli la prendera' bene ?????forse vivarini non ha capito che e' lui l'allenatore ( per questo anno ) e se afferma che la squadra prende troppi gol strani , qualcosa non torna ......vivarini sono per caso messaggi cifrati ???


tony 11 Maggio 2019 22:02

in 36 partite abbiamo subito 56 gol... Oltre il discorso salvezza è una stagione fallimentare a livello tecnico, un finale da incubo 7 gol subiti nelle ultime 3 partite, per ben 3 volte nelle ultime 7 partite rimontati dal 2 - 0... stiamo parlando di calcio o di bocce?


Matteo De Angelis 11 Maggio 2019 22:11

Becattini segui un' altro sport insieme ad Ascoli è stata durissima, Lollo57 e company, il calcio non è per voi... Il campionato si onora fino alla fine, squadra in vacanza da un mese e mezzo, play off che erano ampiamente alla portata, mister inetto (vedi Empoli dopo che l'ha mandato a casa), squadra che poteva e doveva dare di più, raggiunti ben 13 volte di cui 3 che eravamo sul doppio vantaggio, ancora lo difendete? E nessuno che sottolinea la superbia e la finta modestia di quest'uomo :quest'anno non ha mai detto una volta che fosse una "... È colpa mia...", e dopo le dichiarazioni di questa sera dovreste vergognarvi nel difenderlo ancora.


jonsnow 11 Maggio 2019 22:45

Oh Picus ma che discorso è "per tutti sti criticoni c'è scelta tra samb, teramo etc etc"? Se mi non apprezzo minimamente il lavoro fatto quest'anno da questo pseudo allenatore cosa sognifica che non sono tifoso? A parte che pago il biglietto come ogni altro qui, ma anche non fosse avrò il diritto di dire che questo signore tutto può fare tranne che allenare in serie B? E per me conta solo il Picchio attenzione. Da un po' troppo tempo leggo che chi contesta Vivarini viene definito "gufo", ma stiamo scherzando? Non mi piace ma nonostante tutto tifo l'Ascoli... non vedo cosa ci sia di strano


ascoli è stata durissima 11 Maggio 2019 23:03

Matteo de Angelis dai del "superbo" a Vivarini e parli da giudice dicendo a tutti che commentano un 'altro sport. Forse non ti è chiara la definizione di "superbia"......Tu pensala come vuoi ma anche la juve a fine anno ha mollato. è difficile giocare senza obiettivi quando gli altri hanno più fame perché si giocano promozione o salvezza.


LOLLO57 11 Maggio 2019 23:47

La maggior parte dei post che leggo sopra non presentano nessuna novità. Malafede e pregiudizi. Sempre gli stessi che dicono le stesse cose da luglio 2018. Tanti giudizi negativi per una partita di fine stagione che non presentava più nessun interesse, senza citare quello di buono che è stato fatto durante tutto il campionato dimostra semplicemente che avete antipatia personale per Vivarini e basta. Senza obbiettività e senza onestà morale. Ricominciamo con le barzellette? Ricominciamo pure. La barzelletta della grande squadra. L'Ascoli ha due giocatori di categoria superiore: Brosco e Ninkovic. Due buoni giocatori per la B Ardemagni (che è stato a lungo infortunato) e Ciciretti (che ha dato un contributo solo per 5/6 partite). Un portiere di medio/alta qualità: Lanni (che anche lui ha giocato pochissimo), ed una lunga serie di giocatori presi in saldo da squadre di B che avevano lottato per la retrocessione e addirittura erano retrocesse o addirittura dalla lega pro. Più giocatori da recuperare tipo Rosseti. Questa squadra aveva sulla carta un organico superiore solo a Carpi e Padova e sullo stesso livello del Venezia. Tutte le altre sulla carta erano più forti. Si è salvata con 6 giornate di anticipo visto che i 39 punti per salvarsi li ha raggiunti nella gara con il Pescara. E questo grazie a due fattori: la bravura di Vivarini e l'applicazione e la volontà di tutti i giocatori che, messi dall'allenatore nelle migliori condizioni per rendere, hanno dato tutti il110%. I complimenti vanno soprattutto ai giocatori meno dotati che, tutti, hanno fatto uno dei campionati migliori dela loro carriera. Laverone, D'elia, Valentini, Rubin, Beretta, Rosseti, Casarini, Addae, Troiano, Ngombo, hanno fatto un campionato eccezzionale per quello che è il loro valore tecnico di base. Hanno dovuto gettare il cuore oltre l'ostacolo con determinazione e tigna. Hanno conquistato una salvezza difficilissima e meritatissima. Poi una volta raggiunto l'obbiettivo hanno un pò mollato ma di questo vogliamo fargli una colpa, dopo che hanno tirato la carretta per un campionato intero tra mille difficoltà? Hanno mollato inconsciamente e non per volontà espressa. Quando accade questo l'allenatore può farci ben poco. Del resto in ogni campionato questo è successo ad un sacco di squadre (molte volte anche a noi in passato)
LA BERZELLETTA DELLE RIMONTE SUBITE. L' Ascoli è stato rimontato 12 volte su 36 partite che è un dato normalissimo. Inoltre per 12 volte ha rimontato o ha mantenuto il risultato. Per essere rimontati bisogna saper andare in vantaggio. Magari con un altro allenatore in vantaggo non ci andavi proprio e facevi anche meno punti. Inoltre il Foggia ed il Brescia hanno trovato il pareggio con eurogol che capitano ogni 10 anni ed il rigore del pareggio con il Benevento non c'era. Vivarini ha raggiunto con largo anticipo l'obbiettivo che la società gli aveva assegnato, tra mille difficoltà che tutti sapete, e si è guadagnato a pieno diritto la riconferma. La possibilità di allenare in un campionato "normale" potendo programmare adeguatamente la campagna acquisti e la preparazione. Solo dopo potremo giudicarlo compiutamente. Del resto come si può chiedere ad una società di esonerare un allenatore che ha fatto fino in fondo il suo dovere, pagargli lo stipendio fino a giugno 2020 e pagare contemporaneamente lo stipendio ad un altro allenatore solo perchè Vivarini vi è antipatico? Molti fanno il processo alle intenzioni dicendo che con questo allenatore il prossimo anno andremo male. Questa sarebbe una motivazione seria? Aspettiamo il prossimo anno e se le cose non vanno a società farà le sue valutazioni. Si dice che questi giocatori non avrebbero onorato la maglia solo perchè si sono inconsciamente rilassati nelle ultime tre partite qeusto è profondamente ingeneroso. La maglia l'anno onorata in pieno visto che ci hanno garantito la salvezza.
E' stato detto che Vivarini è perdente. Un allenatore si valuta per quello che fa da noi e non per le sue esperienze passate. Altrimenti il Brescia non avrebbe preso Corini che lo scorso anno allenava il Novara. E da noi Vivarini ha dimostrato di essere tutt'altro che perdente visto il lavoro che ha fatto. Si è detto che Vivarini non ha carattere e non lo sa trasmettere ai giocatori, nela gara interna con il Cosenza, nella gara interna con il Crotone, a Pescara,nella gara interna con lo Spezia (siamo rimasti in 10) non avresti fatto risultato senza carattere. Dopo Lecce non ci saremmo più ripresi senza carattere e saremmo finiti dritti in lega pro. Vivarini ha fatto un piccolo miracolo a raggiungere questo risultato. Con una preparazione affrettata che ha causato un'infinità di infortuni muscolari, con uno staff medico da squadra di terza categoria, con gli arbitraggi che ci hanno complessivamente penalizzato, senza portiere, senza attacco per tutto il girone di andata, è stato il mister a tenerci a galla grazie a lavoro fatto sugli schemi su azione e su calcio piazzato che ci hanno fatto fare 24 punti ipotecando la salvezza. Grazie a lui il valore del parco giocatori è molto più alto. Ninkovic, Brosco, Rosseti, Lanni, valgono infinitamente di più. La sua abilità è stata di capire il valore dei giocatori. Quando tutti invocavano le cessione di Rosseti, lui lo ha dichiarato incedibile, lo ha curato, consigliato, fatto giocare attirandosi le critiche di tutti. Oggi Rosseti è un signor attaccante ed ha solo 25 anni. Il partito degli anti Vivarini è composto dalla maggior parte di quelli sopra 20/25 persone. I tifosi dell'Ascoli sono o occhio e croce 20.000. Fa una percentuale dello 0, (capito Mimmo). Sul fatto delle figuracce fatte, penso che sono più le partite in cui abbiamo fatto bella figura visto il campionato che abbiamo fatto. Siamo a pari punteggio con il Lecce, abbiamo preso 3 punti su 4 al Benevento, 3 punti su 4 al Pescara, 3 punti su 4 al Verona, siamo a parità di punti presi con Spezia e Cittadella. E non son squadrette.


LOLLO57 12 Maggio 2019 00:42

Tony, che significa "oltre il discorso salvezza è una stagione fallimentare? " L' obbiettivo era la salvezza ed è stato raggiunto. Quindi che c'è di fallimentare? "


LOLLO57 12 Maggio 2019 00:45

Matteo De Angelis, la vostra malafede vi porta a capire quello che vi pare. ll Mister ha detto quello che ha detto anche Pulcinelli e cioè che l'Ascoli merita di giocare per obbiettivi più importanti ed ha pure elogiato i tifosi.


Trieste Bianconera 12 Maggio 2019 01:18

Lollo57, Fabrizio Becattini e quanti come il sottoscritto cercano di portare argomenti tecnici in questo forum stiano attenti perché Matteo De Angelis (ultimamente ingaggiato dagli Avengers) ci fulminerà con le sue parole tipo "il calcio non è per voi" oppure "vergognatevi" perché non critichiamo a prescindere Vivarini (che è quello attuale ma poi se la prenderà nello steso modo anche se arriva un altro) ma spieghiamo moduli di gioco, tattica sempre avendo in testa che quello che ci interessa è di mantenere una grande e corretta tifoseria (come l'Ascoli ha sempre avuto) e magari anche se si hanno opinioni diverse rimanere sempre amici perché si tifa per la medesima squadra. Detto questo io che ho giocato a calcio in molti stadi italiani e sto studiando i testi per il corso nazionale allenatori (forse qualcosina di calcio ne capisco) gradirei sentire da chi critica l'allenatore attuale quale sarebbe il modulo adatto alla nostra squadra (disposizione dei giocatori - preparazione tecnica precampionato e durante - moduli difensivi e offensivi - cambi di tattica in corso della partita) per vincere più di quello che è successo quest'anno. A voi Vivarini non piace perché è uno che non si in..za come Cosmi, non vi piace perché secondo voi se si butta la palla in tribuna è meglio e si prendono meno gol, non vi piace perché non prende a calci le bottiglie d'acqua a bordo campo. Ricordo ai più che basta andare a vedere la stampa sportiva di settembre per vedere che l'Ascoli era una delle 4 squadre maggiormente indicate per la retrocessione (al di là dei proclami ambiziosi della dirigenza che voleva motivare giustamente la squadra). Con un solo centrale valido (Brosco) e il resto della difesa formata da giocatori con grandissima volontà e applicazione ma chiaramente non di altissimo livello, con un centrocampo di interdittori ma non di fini palleggiatori e lenti nelle triangolazioni, con un attacco falcidiato da infortuni (prima Ardemagni poi Beretta poi Rosseti) si poteva pensare di arrivare più in alto? Il tifoso onesto risponde : no. Quello di quest'anno è un mezzo miracolo e secondo me i meriti vanno divisi equamente tra l'allenatore e i giocatori poi anche la società con Tosti e Pulcinelli sempre presenti e motivatori hanno dato una grossa mano al raggiungimento di questo risultato. Ora si starà a vedere come opererà la società sul mercato estivo e poi se Vivarini con acquisti adeguati vincerà gli batteremo le mani se invece avrà la squadra competitiva (cosa che quest'anno non aveva) ma non vincerà lo criticheremo pure noi.
Amici mettiamo l'elmetto in testa perché arriverà di sicuro il post alzo zero di Matteo "Avenger" De Angelis. Scherzo Matteo, non arrabbiarti, siamo qua per discutere tra amici e poi sugli spalti tifare assieme per la nostra squadra. Sempre e dovunque Forza Ascoli.


fabrizio becattini 12 Maggio 2019 07:02

de angelis ho le prove che vivi su un altro pianeta
non ho voglia di stare a risponderti xchè non lo meriti e xchè non conosci le dinamiche del mondo del calcio
goditi la salvezza e ringrazia mister vivarini


popolo della piazza 12 Maggio 2019 09:17

lollo 57 fai lunghi sermoni pieni di caxxate,brosco giocatore di categoria superiore? ha disputato un girone di ritorno indecente non basta fare qualche goal per essere un buon difensore , a livello difensivo in molte partite è stato imbarazzante


Amedeo 12 Maggio 2019 09:18

Come e' normale e giusto che sia ci sono tifosi dell' Ascoli pro' e contro vivarini , ma ci sono dei numeri che sono incontestabili ( premetto che a me vivarini non piace e parlo dell' allenatore non dell' uomo che non conosco) l' Ascoli nel girone di andata a fatto 24 punti cioe' inedia salvezza e oltre mentre nel girone di ritorno 19 punti cioe' media retrocessione , abbiamo subito 56 reti cioe' quasi un gol e mezzo ogni partita , subito rimonte che a fine primo tempo ci vedevamo in vantaggio di due reti , senza parlare delle ( poche ) gare in superiorita' numerica che non siamo riusciti a vincere . No la verita' e' che vivarini ha dei buoni concetti per il gioco d' attacco , ma curare il gioco di centrocampo e difesa sono per lui concetti astrusi , un ultima annotazione riguarda la partita di semifinale Champions dell' aiax ( per certi versi e con le debite proporzioni) sembrava di rivedere certe gare dell' Ascoli gioco spumeggiante per 60 Min. Poi si e' spenta la luce e addio finale , le partite durano 95 Min. Non 60 . Sempre e solo forza Ascoli . E per ultimo faccio le mie piu' sentite e oneste condoglianze a Foggia rossonera che ad un certo punto del campionato pensava di mettere la freccia


LOLLO57 12 Maggio 2019 09:35

Popolo della Piazza Brosco si è trovato in difficoltà quando tutto il reparto è andato in difficoltà perché il centrocampo non proteggeva più con Troiano alla frutta ed Addae che vagava per il campo andando dove gli pare. Fino a quando il centrocampo ha protetto la difesa Brosco ed i compagni di reparto sono stati bravissimi e prendevamo pochi gol nonostante fossimo senza portiere. Senza i gol di Brosco e senza gli assist di Brosco sugli schemi di calcio piazzato (magnificamente disegnati dal mister) eravamo in lega pro senza neppure passare dai Play out.


LOLLO57 12 Maggio 2019 09:39

Inoltre Popolo della Piazza se neppure Brosco è di categoria superiore vuol dire che la squadra è ancora più scarsa di quella che ho descritto io. Quindi il Co tributo alla salvezza con 6 giornate di anticipo da parte del mister è stato ancora più significativo.


Fabrizio 12 Maggio 2019 09:42

Campionato finito con l'ennesima prevedibile umiliazione nonostante le bellicose dichiarazioni della vigilia. Giocatori anziani demotivati e senza prospettive. Le colpe maggiori sono del D.s. che ha formato una squadra utilizzando l'album delle figurine. Per il prossimo anno mi auguro un nuovo D.s. e che la squadra venga svecchiata si punti a valorizzare dei giovani se vogliamo la sopravvivenza della società


LOLLO57 12 Maggio 2019 09:57

Amedeo 24 punti in 18 partite nel girone di andata sono una media salvezza? Mi sa che fai a cazzotti con la matematica. 24 x 2 fanno 48. Alla faccia dei numeri incontestabili. Quella squadra con tutti gli infortuni e le disavventure che ha avuto (compresi gli arbitraggi) senza portiere, senza attacco, con un allenatore meno bravo poteva girare anche a 15/16 punti ed a quest'ora eri retrocesso. Fino a quando ha retto Troiano il centrocampo aveva un buonissimo pressing tutti gli addetti ai lavori hanno detto che la squadra era organizzatissima compresa la difesa che, senza un portiere decente prendeva pochissimi gol. Quindi anche quella che Vivarini non cura il gioco di centrocampo e la difesa è un'altra barzelletta. Abbiamo iniziato a prendere tanti gol perché è venuto a mancare il lavoro di Troiano sia in prima persona che come guida ed il centrocampo non ha più protetto la difesa in modo adeguato e questo nonostante nel finale di campionato avessimo un buon portiere Lanni.


Propugnaculum 12 Maggio 2019 10:16

Mi chiedo quale è il programma della società: 1) acquistare pezzetti qua e là anche nomi per la serie b per una salvezza tranquilla; 2) essere un club di giovani che scopre talenti e vive sulla loro valorizzazione con salvezza anche all'ultima giornata; 3) creare una ossatura di giocatori che in due o tre anni porta il Picchio a giocarsi posti di vertice fino alla A.
Credo siamo alla ipotesi 1) il che significa rischio fuga proprietaria in due/tre anni perché in b significa spendere molto senza ritorno di incassi (pochissimi) e di immagine, chi parla di una squadra che si salva con tranquillità?
Dove stare e con quale guida tecnica più idonea rispetto al programma è decisione della società. Penso che il gioco di Vivarini imponga un approccio mentale inedito per i sistemi di gioco tradizionalmente usati specie in b che potrebbe non essere facile inculcare ex novo a giocatori già esperti con sistemi differenti da quello Vivarini


LOLLO57 12 Maggio 2019 10:17

Inoltre Amedeo siamo stati rimontato in 12 partite su 36 ed è un dato normalissimo. Però abbiamo mantenuto il risultato o recuperato lo stesso per 12 volte. Per essere recuperato devi saper andare in vantaggio con buoni schemi di attacco. Con un altro allenatore magari tutte queste volte in vantaggio non ci andavi nemmeno. Anzi se era scarso nel gioco d'attacco prendevi gol senza rifarli ed a quest"ora eravamo retrocessi. Il gioco di Vivarini quest'anno è stato zoppo. Nel senso che prevede come seconda parte di controllare il risultato attraverso il possesso palla. Questo non è stato possibile perché la società essendo in ritardo ha dovuto prendere i giocatori che ha trovato e non i piedi buoni per fare possesso palla che il Mister aveva chiesto. Secondo me vale la pena di aspettare il prossimo anno per valutare compiutamente Vivarini.


popolo della piazza 12 Maggio 2019 11:13

lollo 57 il calcio e le opinioni sono tutte condivisibili o discutibili se fatto con educazione,risparmiaci i tuoi lunghi sermoni che questo sport è molto piu' semplice da capire da come lo descrivi tu ci ho giocato per 30 anni,per il resto abbiamo chiuso con 56 goal subiti in 36 partite solo il carpi con 67 e salernitana 57 hanno fatto peggio di noi non serve aggiungere altro,su vivarini come ho sempre scritto merita la riconferma per quanto visto e ottenuto sul campo ,ma dietro a livello difensivo a partire dai portieri personalmente cambierei tutto o quasi,ciao


fabrizio becattini 12 Maggio 2019 13:38

riccardo brosco e il miglior acquisto in assoluto della stagione 2018-2019 non c è ombra di dubbio
amico popolo della piazza uno come de angelis che esce fuori dicendo che non ci capisci niente non và preso neanche in considerazione e la cosa è palese
poi ognuno è giusto che veda le cose come gli sembrano migliori ma sempre con lealtà e mai con disprezzo x una veduta diversa dalla tua
anchio non sono x i discorsi molto lunghi ma quelli dell amico lollo57 e trieste bianconera sono interessanti e mai banali seppur condivisibili o meno


Amedeo 12 Maggio 2019 14:12

Per capire la non mentalita' di buongioco di vivarini bisogna guardare Latina e Empoli , sempre gli stessi errori , mai una volta che ammettesse i suoi macroscopici sbagli , si domanda sempre come si possono prendere certe reti , scusa vivarini il tecnico sei tu e se non lo sai tu il perche' allora non puoi allenare , ma non ad Ascoli ma da nessuna parte . Rilasci interviste dove chiedi che per restare ad Ascoli pretendi grandi investimenti , quando invece dovresti ringraziare pulcinelli se ti riconferma , e a questo punto non sono sicuro della tua riconferma ( spero di no) . Affermi che prendiamo gol strani , cosa e' una velata accusa ???? Se sì a chi ????


Rosca52 12 Maggio 2019 16:02

Amico Lorenzi x fare spostare le squadre avversarie ci vogliono allenatore carismatico,anche il Pescara l'anno scorso si spostò ma c'erano due allenamenti carismatici,Pillon,.e Serse.ora aspett iamo quanti si scanseranno a Vivarini.


Pietro ap 12 Maggio 2019 18:08

Dire che se uno critica non è tifoso è semplicemente demenziale, perché le opinioni sul calcio ne sono il sale. Se uno fa critiche si risponde con le idee, non tacciandolo da gufo o di non essere tifoso. Mi sembra addirittura banale affermare questa ovvietà


Gstar 12 Maggio 2019 18:37

Ciao Fabry, ciao San Marco, Caprenzo e un saluto a tutti i picchiomaniaci...
soprattutto un saluto, un abbraccio e un grazie grande così alla Redazione di PT...
un grazie, invece, grosso come tutt'Ascoli al nostro Patron Massimo vero signore e persona d'altri tempi...
qualcuno ha scritto, in precedenza, che ad Ascoli si sono avvicendati negli ultimi 5 anni almeno 10 allenatori, non so quanti giocatori (furia comunque) e di goal ne abbiamo presi a cesctù, sempre...
rispetto agli anni passati questo è stato il campionato dei "se e dei ma" viste le tante rimonte subite e soprattutto visti i GOAL STRANI che abbiamo incassato, definiti così anche da Vivarini...il passaggio indietro di Ardemagni di oggi, fa scopa con la "papera" di Ragni contro la Ternana, robba da cineteca d'antan..per non parlare di quello che è successo a Lecce..
il calcio è così, soprattutto nelle ultime giornate, le motivazioni diverse, Gianni Morandi non invecchia mai, Venezia è bella ma non ci vivrei, il nuoto è uno sport completo, CAZZATE!!!
Vivarini, come Cosmi, come qualsiasi altro allenatore può piacere o non piacere, io ho sempre scritto e lo ripeto che è una persona per bene e sono a stato in silenzio per molto tempo aspettando il "sassolino" che finalmente oggi si è tolto dalla scarpa..sì caro Amedeo per me è proprio un messsagio mandato a nuora perchè suocera intenda...
mo me vogghie regustà che succede...per il resto...amen...always WLF!!!


fabrizio becattini 12 Maggio 2019 20:45

grande gstar
wlf e forza ascoli


LOLLO57 13 Maggio 2019 10:44

Amedeo, a Latina Vivarini aveva a disposizione una squadretta. Ad Empoli c'è stata una questione con la dirigenza che riteneva che il modulo 3 - 5 -2 adottato da Vivarini era troppo poco offensivo per una squadra che doveva risalire. Si potrebbero muovere delle critiche se il campionato si fosse concluso con la mancata promozione dell'Empoli, ma chi ti dice che Vivarini non avrebbe raggiunto ugualmente la promozione? Inoltre il successore ha beneficiato della bontà del lavoro di Vivarini nella costruzione della squadra.


LOLLO57 13 Maggio 2019 10:47

Inoltre Amedeo Vivarini ha già detto perchè si prendono tanti gol. La difesa ha dei black out improvvisi, cali di concentrazione che dipendono dalla testa dei giocatori e contro i quali un allenatore può fare ben poco.


Paolo S 13 Maggio 2019 11:19

L'unica cosa importante è che ci siamo salvati.
La squadra assemblata in fretta e furia con quello che era rimasto sul mercato non poteva dare di più, anzi secondo me è andata alla grande, difesa disastrosa, centrocampo dignitoso e attacco positivo, nonostante abbiate massacrato via via i vari Beretta, Rosseti, Ninkovic, Ciciretti,.
Adesso spero che la società si metta subito a costruire l'organico per il prossimo anno senza stravolgere l'organico attuale, Vivarini secondo me si è guiadagnato il diritto di allenare la squadra anche per il prossimo anno, il suo non sarà mai un calcio divertente, per quello ci vorrebbe il miglior Zeman, ma a me pare che abbia messo in difficoltà molte squadre, quindi chieda alla società quali calciatori vuole e poi non avrà veramente alibi..
Incrociamo le dita per il prossimo anno, la società è solida e credo si possa essere molto ottimisti.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni