Figc, cresce l'attesa per Europei Under 21 con Orsolini. Di Biagio: “Ci sono grandi aspettative”

Redazione Picenotime

21 Maggio 2019

Luigi Di Biagio

Cresce l’attesa per il calcio d’inizio dell’Europeo Under 21, ai quali prenderà parte anche il 22enne attaccante ascolano del Bologna Riccardo Orsolini. E crescono anche le aspettative. Per la prima volta nella sua storia, l’Italia ospiterà la fase finale del torneo che – giunto alla sua ventunesima edizione - prevede la partecipazione di 12 Nazionali e determinerà l’accesso ai Giochi Olimpici di Tokyo del 2020. Mancano meno di trenta giorni alla gara inaugurale tra Italia e Spagna, in programma Domenica 16 Giugno allo stadio ‘Renato Dall’Ara’ di Bologna.

Con cinque titoli vinti su sette finali disputate, gli Azzurrini comandano l’Albo d’Oro. La Nazionale Under 21 ha trionfato in 3 edizioni consecutive sotto la guida tecnica di Cesare Maldini nel 1992, 1994 e 1996; nel 2000 l’Under 21 allenata da Marco Tardelli vinse il titolo battendo in finale la Repubblica Ceca con una doppietta di Pirlo (ambasciatore ufficiale del Torneo) e nel 2004 vincendo 3-0 contro la Serbia sotto la guida di Claudio Gentile. Segue la Spagna con quattro trofei.

L’augurio è di coronare un sogno che stiamo inseguendo da quindici anni”, ha dichiarato oggi il presidente della FIGC Gabriele Gravina alla presentazione della canzone ufficiale della Nazionale Under 21 per gli Europei di categoria, 'Benvenuti in Italy' del rapper Rocco Hunt. “Sono due arti – ha proseguito il presidente federale -  che hanno in comune una grande passione, il calcio e la musica. Ci auguriamo che questo abbinamento sia di grande successo: l’Italia lo merita, soprattutto merita di dare una risposta ai nostri stupendi tifosi. Invitiamo tutti a seguire questa nostra nazionale di giovani campioni che saranno sicuramente i campioni di domani”. 

Luigi Di Biagio, che siede sulla panchina dell’Under 21 dal 2013 e che nell’edizione 2017 dell’Europeo ha condotto la squadra fino alla semifinale poi persa contro la Spagna, sa di giocare una carta importante della sua carriera. “Ci sono grandi aspettative, è come un Europeo della Nazionale A. La gente – sottolinea - mi ferma per strada, e mi chiede: 'allora vinciamo?'. Siamo consapevoli di essere una grande squadra e abbiamo l'obbligo di provare a vincere. L'obiettivo è puntare al massimo”.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni