Ascoli Calcio, CdA a Roma con tutti i massimi dirigenti. Si è parlato anche di stadio e calciomercato

Redazione Picenotime

22 Maggio 2019

Nella giornata odierna importante incontro tra i massimi dirigenti dell'Ascoli Calcio a Roma presso gli uffici della Bricofer. Prima si è tenuta un'assemblea operativa alla presenza anche del direttore sportivo Antonio Tesoro e del direttore generale Gianni Lovato in cui è stata analizzata con attenzione la stagione appena andata in archivio (con il Picchio che ha chiuso il campionato di Serie B al 12° posto a quota 43 punti) e sono state affrontate le prime tematiche relative al calciomercato sia in entrata che in uscita.

Di seguito, sempre alla presenza del patron Massimo Pulcinelli, ha avuto luogo il Consiglio d'Amministrazione: al tavolo il presidente Giuliano Tosti, l'azionista Gianluca Ciccoianni, l'amministratore delegato Andrea Leo e gli altri consiglieri Vittorio Cimin, Massimo Ferrara e Susi Galanti. E' stato approvato il bilancio di fine stagione con soddisfazione per gli obiettivi economici raggiunti nonostante la pesante eredità della passata gestione e sono state poste le basi per le strategie e gli investimenti da mettere in campo in sede di calciomercato per integrare la rosa a disposizione del tecnico Vincenzo Vivarini per il campionato di Serie B 2019/2020. E' stato trattato anche l'argomento relativo allo stadio "Del Duca", a partire dall'abbattimento e dalla successiva ricostruzione della Curva Sud per passare a delle migliorie da effettuare nella zona centrale della Tribuna Ovest. 


© Riproduzione riservata

Commenti (36)

Andrea 22 Maggio 2019 20:14

Grande società, fiducioso di patron Pulcinelli e presidente Tosti, ma qualche dirigente lo avrei cambiato.


walter rossi ps 22 Maggio 2019 20:15

Tutti uniti facendo tesoro degli errori del passato, FAC!


San Marco 22 Maggio 2019 20:36

Abbiamo una Societa' formata da Persone Serie e capaci che ci daranno tante soddisfazioni. Grazie a tutti. Sempre ForzaAscoli.


Lorenzo 22 Maggio 2019 20:44

Spero che i soci Pulcinelli tosti e ciccoianni abbiano valutato bene ogni cosa, si può fare meglio spendendo meno, per essere vincenti serve gente competente nella dirigenza e nello staff tecnico, direttore generale in primus, altrimenti invece di pensare ai play off dobbiamo essere concentrati a conquistare la salvezza.


Fabio 22 Maggio 2019 20:51

Finalmente una società che si possa definire tale, un grande patron, un bravo presidente cosa volere di più... Gli altri sono da contorno


FIORENZO MULO 22 Maggio 2019 21:47

CARO PULCINELLI CON I SOLDI SPESI QUESTA STAGIONE QUALSIASI DIRETTORE SPORTIVO AFFIDABILE SENZA ESSERE UNA CIMA CI AVREBBE PORTATO ALMENO TRA LE PRIME SEI. LEI STESSO ERA CONVINTO DI RAGGIUNGERE I PLAYOFFS. SPERIAMO CHE LA SUA SCELTA DI CAMBIARE NIENTE SI DIMOSTRERÀ VINCENTE PERCHÉ SECONDO ME LA FORTUNA E GLI ARBITRI C'ENTRANO POCO CON IL PESSIMO GIRONE DI RITORNO CHE CI LASCIAMO FORTUNATAMENTE INDENNI ALLE SPALLE.


Paolo65 22 Maggio 2019 21:57

Lorenzo, Che ti ha fatto Lovato? Tu chi proporresti?


asnkvola 22 Maggio 2019 22:52

Sig.Mulo il suo cognome non gli consente di sparare sentenze sul direttore sportivo che ha operato benissimo,ha rivoltato la squadra come un calzino e si ricordi che l'Ascoli ha acquistato solo 4-5 giocatori al massimo,gli altri tipoArdemagni,Troiano,Laverone ecc.ecc. non sono stati acquistati e l'Ascoli ha solo dovuto pagare gli ingaggi,per quanto riguarda le 4 squadre che sono in semifinali nessuna di queste ha battuto l'Ascoli in campionato ,dunque se l'Ascoli non ha centrato i play off l'imputabilità della cosa non è da ricercare nel ruolo del DS.


Michele 22 Maggio 2019 22:56

Lorenzo, Fiorenzo, scusate..... ma quale direttore sportivo con15 giorni avrebbe fatto meglio???? Poi Tesoro e Lovato avranno i loro limiti...... però dobbiamo essere anche onesti....... siamo partiti dallo 0:4 con la Viterbese a ferragosto........ e da giocatori che non volevano andare via, vedi Ganz su tutti.....però con questo non giudico il vostro modo di vedere le cose, giudico solo il fatto che bisogna mettere sul piatto le problematiche in fase di allestimento....... anche perché cambiare 16 giocatori e vincere il campionato.......... sarebbe stato straordinario.... Buona serata......


Alessandro 22 Maggio 2019 23:00

Una stagione che di è conclusa con una salvezza anticipata, obbiettivi raggiunti, ma sono sicuro che Pulcinelli non è contento di come dono andate le cose durante la stagione, tapparsi gli occhi di fronte alle criticità, non è il modo giusto per essere ambiziosi. È cambiata la proprietà, ma il resto è rimasto intatto, siamo ogni volta punto a capo.
Detto ciò grazie patron Pulcinelli per averci ridato dignità, non si faccia attirare da sirene note e perdenti. .


Alvaro da Osimo 22 Maggio 2019 23:30

NON VOGLIO ESSERE PESSIMISTA. SE LA SOCIETÀ FA QUELLO CHE A RIPORTATO OK. X CHE IN ITALIA DI SOLITO CONTA SOLO LE BELLE PAROLE. VEDI ESEMPIO LA POLITICA. ASCOLI CALCIO SEMPRE NEL CUORE.


Marco 22 Maggio 2019 23:31

Super società


quinto decimo 22 Maggio 2019 23:54

Con Pulcinelli e Tosti andremo lontano, l'anno prossimo come dice Ciccoianni saremo nella parte sinistra della classifica, ne sono convinto, le squadre che fanno i playoff non ci hanno mai battuto in campionato quest'anno, qualcosa vorrà pur dire


Albardialbissola 23 Maggio 2019 00:41

La maggior parte delle problematiche sono dovute alla costruzione della squadra del ds (se a giugno aveva qualche alibi di tempo a gennaio non ha scuse).
Fortuna vivarini ci ha messo più di una pezza


roberto 23 Maggio 2019 06:20

Questa società a me sembra molto meglio organizzata e più competente di quella precedente dove l'unico rimasto è il Sig. Lovato :
quello che si è macchiato del "peccato originale"preferendo Petrone a Giampaolo;
quello che chiuse il primo anno di Lega Pro, in una società che iniziava senza debiti, con una perdita d'esercizio di due milioni e mezzo di euro ;
quello che fu sostituito come Ds da Marroccu ( DS del Brescia andato in Serie A) , chiamato a liberare la società da ca.ciatori con contratti onerosi ;
quello che fu sostituito da Marco Costantini nella gestione amministartiva;
quello che non riuscì a realizzare il centro sportivo, (anche se non fu solo colpa sua).
Ha il merito di aver portato ad Ascoli Addae e Cacia


Abbasso i pesciari 23 Maggio 2019 08:22

Rimango sempre fedele al grande lavoro della società ,che con poco tempo ha allestito una squadra da play-off ,con un altro allenatore ,avremmo fatto i play-off ;questo è il mio pensiero .Forza Ascoli


Paolo65 23 Maggio 2019 08:48

roberto, Giampaolo esigeva un triennale non dimenticarlo.


Riccardo 23 Maggio 2019 09:12

La società avrà fatto le sue valutazioni non penso che sia stato convocato il cda per prendere un caffè, si percepisce voglia di fare bene e programmazione, la famiglia Pulcinelli vuole raggiungere grandi traguardi con l'Ascoli calcio, rimango solo perplesso sul fatto, che passano gli anni e soprattutto le proprietà, ma certe figure societarie non cambiano mai, evidentemente fanno bene il loro lavoro.


Lorenzo 23 Maggio 2019 09:50

Paolo65 lovato non mi ha fatto nulla, ci mancherebbe, non propongo nessuno, valuto e dico semplicemente che la sua figura è quella dell'arrivo di bellini e se io compro una società non ci rimetto il direttore generale della vecchia anche se era andato via, o non si può dire la propria opinione? di solito funziona così, durante la stagione se non sbaglio ci sono state diverse cose che potevano andare meglio o sbaglio? Mi dirai c'è una società che valuta, io ti rispondo vogliamo parlare degli Infortuni? Chi sceglie gli staff? chi ne risponde è il direttore generale non il portiere dello stabile. Però concordo con chi dice, se alla società va bene così sta bene anche a me tifoso. soprattutto avanti con una società che mi sembra solida e molto attenta.
Grazie Pulcinelli Tosti Ciccoianni


Maurizio 23 Maggio 2019 10:25

Infatti lovato ha fatto prima 2 anni poi portati a 3 anni di contratto a petrone e non li fece a giampaolo in allenatore di livello stratosferico, paragonare il triennale che voleva Giampaolo con Petrone è qualcosa di allucinante, se avevano preso Giampaolo l'Ascoli stava già in serie A.... Da 2 anni


Fermano Bianconero 23 Maggio 2019 11:33

Ringrazio la società Ascoli calcio per quello che ha fatto dal suo arrivo, anche noi dimenticati in passato ci siamo sentiti parte dell'Ascoli calcio, chiediamo solo di migliorare nell'aspetto amichevoli che andrebbero fatte durante tutto l'arco dell'anno e non solo alla fine come contentino. Comunque un bel 10 se lo merita tutto patron Pulcinelli, il presidente Tosti è Ciccoianni, ci hanno liberato da un vero incubo. FAC


LOLLO57 23 Maggio 2019 11:47

Questo è il primo anno di attività "normale" dato che, per le note vicende, nella stagione appena conclusa, la squadra è stata costruita in pochissimo tempo. La dirigenza e l'allenatore sono stati bravissimi, in condizioni di emergenza, a portarci ad una salvezza con 6 giornate di anticipo. Dopo questo primo anno di transizione, adesso la società ha tutto il tempo di programmare e migliorare quello che c'è da migliorare. Mi fido ciecamente perchè hanno finora dimostrato di saperci fare. Solo una cosa mi permetto di dire: occorre intervenire sullo staff medico/sanitario. Non è all'altezza. Non si possono impegare mesi per risolvere gli infortuni. Questo costa punti alla squadra. Pensate se Ardemagni e Lanni fossero rientrati 4/5 settimane prima. Oltretutto questo problema può incidere anche sulla voglia dei calciatori di venire ad Ascoli. Perchè in giro per l'Italia di queste cose si parla. Pensate al danno d'immagine che ci ha fatto Ingrosso quando in conferenza stampa a Foggia ha fatto chiaramente capire che lui non aveva avuto niente di grave e che ad Ascoli stavano per rovinarlo. Comunque aspetto il prossimo calciomercato per capire se la società è in grado di far seguire ai proclami i fatti. Finora, al di là delle dichiarazioni, non è che abbia messo sul piatto grandi investimenti. La scorsa estate abbiamo preso soprattutto giocatori svincolati o in prestito. A gennaio ci serviva un punta come il pane e Bocalon è andato a Venezia, Moncini a Cittadella (per soli 450.000 euro mi dicono, ma non so se è possibile per così poco), Rodriguez a Brescia, Non erano in ballo grandi cifre, ma Tesoro continuava a dire, questo no perchè costa troppo, quest'altro no perchè costa troppo. Ma allora quanto possiamo spendere noi? La società continua a parlare di play off, ed io sono ultrafelice, ma per fare questo deve cambiare passo perchè per un obiettivo del genere occorre aumentare di molto gli investimenti. Non è pensabile puntare ai play off continuando con questo andazzo. Ma, ripeto mi fido della società che, se se prefigge un obiettivo del genere, sono sicuro che si comporterà di conseguenza.


Maggiore 23 Maggio 2019 12:24

Per cambiare radicalmente le cose serve soprattutto denaro. Questa società si è sobbarcata oneri spaventosi in termini di contratti e costi di gestione, una decina di giocatori inadatti alla serie B da piazzare, il contratto di Ganz come in macigno, hanno dovuto ricostruire la tettoia della tribuna centrale, fare i lavori nella curva nord, allestire una squadra capace di salvarsi bene, era inevitabile che per essere pronti non si potesse cambiare pedine, hanno dovuto affidarsi a tutti collaboratori già esistenti, alcuni con contratti onerosi pluriennali, un consiglio di amministrazione analizza i costi che certe scelte portano, quindi credo che almeno per un altro anno lo staff sia lo stesso, sia per la prima squadra che per il settore giovanile. Se le cose vanno bene ok, se vanno male a quel punto non mangiano il panettone.
Dobbiamo fidarci della società, patron e soci, anche loro credo avrebbero voluto azzerare alcuni aspetti, ma non possono buttare soldi per pagare dirigenti e responsabili che starebbero a spasso pagati per divertirsi.


fabrizio becattini 23 Maggio 2019 13:27

in molti sulla storia di petrone ,giampaolo dicono cose inesatte proprio perchè non le sanno e quindi tirano ad indovinare o scrivono x sentito dire
cercate indietro nel tempo qualche mio post dove racconto ciò che successe e comunque x fare chiarezza vi ridico che mister petrone era la prima scelta del presidente che piaccia o no era così ,scelta che poi si rivelò azzeccata
ciao san marco anche io ti saluto sempre con affetto e con molto piacere


Francesco 23 Maggio 2019 14:29

Pulcinelli vuole che l'Ascoli faccia il campionato per vincere, non per salvarsi, lo ha fatto capire chiaramente a più riprese. Allenatore, direttore sportivo giocatori non possono sbagliare partita dall'inizio.


Massimo 23 Maggio 2019 16:18

Poveri noi "petrone prima scelta"
Poveri noi... Vallo a tifare a Rimini se ti piace tanto


ALAN 23 Maggio 2019 18:18

Grazie Signore Iddio di aver posto sulla nostra strada MASSIMO PULCINELLI che non sara’ mai come COSTANTINO il GRANDE ma gli si avvicinera’ Molto! Grazie per aver riportato in società il Presidente Tosti ed il Consigliere Ciccoianni. Grazie per aver fatto tornare il DG Lovato che ha condotto la trattativa. Grazie per il DS Tesoro che ha iniziato un “lavoro da Sottozero”. E soprattutto grazie a quelle bellissime persone chiamate sbrigativamente “tifosi” che sono il vero CAPITALE di una piccola città di provincia ma che vanta TIFOSISSIMI in tutta la Regione Marche, Regione Abruzzo ed Italia Centrale. Grazie infine ai FERMANI BIANCONERI. Per lavoro ne conosco tantissimi e sono “stratosferici”.....


Osservatore 23 Maggio 2019 18:46

Per ora si riparte con lo stesso allenatore, lo stesso direttore sportivo, lo stesso direttore generale ecc ecc giusto così il primo anno non si poteva pretendere di arrivare ai play off, serve programmazione.
Ma i dirigenti e tecnici che hanno avuto la fiducia dei soci sanno che non possono assolutamente sbagliare.
Come ha dichiarato Pulcinelli il prossimo anno obbiettivo minimo sono i play off.
Per salvarsi non servono dirigenti suoerpagati basta gente di calcio. Per essere una società vincente tutti devono remare dalla stessa parte, non pensare al proprio orticello, salvo preoccuparsi quando si sente puzza di licenziamento.
La nostra garanzia sono Pulcinelli Tosti e Ciccoianni, tutto il resto sono soggetti che oggi ci stanno domani vanno altrove.
Per ora si riparte così... Per ora.


Chi vivrà vedrà 23 Maggio 2019 20:29

Possiamo affermare che la società del patron Pulcinelli di strada ne ha fatta tanta, non era facile e il traguardo salvezza raggiunto ci deve rendere orgogliosi. Aspirare ad essere il prossimo campionato, nella parte sinistra della classifica, presuppone un salto di qualità dirigenziale organizzativo, l'auspicio è quello che non ci si debba più fermare come in passato, la mediocrità di chi ricopre ruoli determinanti, ma ha un solo pensiero, difendere ad ogni costo il proprio posto, il picchio per tornare a volare deve avere ali libere... Mai nascondere la polvere sotto il tappeto.


Giorgio 23 Maggio 2019 21:33

Rimango perplesso nel leggere che tutto rimane come prima, spero che tra qualche giorno la società comunichi l'arrivo di un nuovo direttore sportivo.
Motivo la mia speranza nel fatto che Tesoro, è tutto meno che un direttore sportivo capace di dare serenità allo staff, alla squadra, al mister, pur facendo discretamente il mercato.
L'Ascoli ha bisogno di una figura di alto spessore, che sa gestire le situazioni spogliatoio e relazionarsi con il mister ogni momento della settimana, nonché durante le partite. Questo aspetto è fondamentale più degli acquisti.


fabrizio becattini 23 Maggio 2019 21:36

qui non si tratta di piacere o meno si tratta di dire le cose come sono andate
altrimenti sig massimo (o chi si nasconde dietro questo nome )raccontala te se la sai come andò il tutto
e in ogni caso mister petrone ha lottato solo contro tutti x il bene dell ascoli almeno questo gli va riconosciuto che piaccia o no il suo modo di allenare
sicuramente auguro al rimini di salvarsi


Giovanni 23 Maggio 2019 23:00

Vorrei chiedere al presidente Pulcinelli un paio di cose.
Veramente lei è contento del lavoro dell'allenatore e del direttore sportivo?
Giudica soddisfacente il rendimento della squadra nel girone di ritorno?
A mio avviso non siamo davanti alla fattoria del mulino bianco.


LOLLO57 23 Maggio 2019 23:49

I grandi imprenditori come Pulcinelli se non sono più che soddisfatti dei collaboratori li mandano via su due piedi. Sono sicuro che il patron è più che soddisfatto. Solo un folle potrebbe non esserlo viste le premesse di quest'estate. Il rendimento del girone di ritorno è stato come quello del girone di andata 19 punti 15 partite. Le ultime 3 eravamo già salvi e non fanno testo.


fabrizio becattini 24 Maggio 2019 10:32

amico lollo purtroppo molti tifosi viaggiano con il paraocchi e non conoscono le dinamiche di un campionato
l ascoli quest anno ha fatto un gran bel campionato facendoci impazzire di divertimento
e pensare che ad inizio campionato la davano tra le probabili retrocesse e c e ancora chi ha da criticare il mister che si è fatto metà campionato senza portiere e senza centravanti
però si guarda alle ultime fittizie partite dove come era normale visto contro chi giocava non avesse raccattato punti
ed è inutile dire che il campionato andava onorato fino alla fine
perchè da sempre funziona così
oggi a me domani a te e la regola non scritta


Alberto 24 Maggio 2019 11:49

Ho l'impressione che le cose più importanti si debbano ancora decidere in seno alla società, non mi convincono notizie di facciata accompagnate da uno strano silenzio del patron, sono diversi giorni che stranamente non dice nulla. Qualcosa deve ancora avvenire, qualche acta importante a mio modo di vedere deve ancora essere presa, il cda è stato un momento di bilancio con tutte le componenti, ora prenderanno le decisioni sul futuro e non mi stupirei se esce fuori qualche sorpresa.


fabrizio becattini 24 Maggio 2019 12:53

puo darsi che tu abbia ragione alberto però va anche detto che x l ascoli è periodo di vacanza e che se siano gli altri a rompersi i cosiddetti zebedei con ricorsi controricorsi e chi piu ne ha ne metta noi ci divertiamo a guardare impazientemente gli altri dannarsi l anima


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni