Ascoli Calcio, nessuno nelle Marche meglio del Picchio in B. Andamento dei 22 tornei cadetti

Redazione Picenotime

01 Giugno 2019

Tra un mese esatto l'Ascoli si iscriverà ufficialmente al campionato di Serie B 2019/2020. Per il Picchio si tratterà del 23° torneo cadetto della sua storia ultracentenaria, il primo nella stagione 1972/1973. Nessuna squadra marchigiana vanta così tanti campionati in Serie B, ai quali vanno aggiunte ben 16 stagioni in Serie A (la prima nel 1974/1975, l'ultima nel 2006/2007). Ripercorriamo l'andamento dei 22 campionati dell'Ascoli nella seconda serie calcistica nazionale. 


CAMPIONATI SERIE B ASCOLI

(tornei con due punti per vittoria)

1972/1973 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 4° posto con 48 punti 

1973/1974 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 2° posto con 51 punti - Promozione in Serie A

1976/1977 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 10° posto con 37 punti 

1977/1978 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 1° posto con 61 punti - Promozione in Serie A

1985/1986 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 1° posto con 50 punti - Promozione in Serie A

1990/1991 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 4° posto con 42 punti - Promozione in Serie A

1992/1993 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 6° posto con 46 punti 

1993/1994 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 7° posto con 40 punti


(tornei con tre punti per vittoria)

1994/1995 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 18° posto con 34 punti - Retrocessione in Serie C

2002/2003 (campionato a 20 squadre) - Ascoli al 12° posto con 48 punti

2003/2004 (campionato a 24 squadre) - Ascoli all' 11° posto con 60 punti

2004/2005 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 6° posto con 62 punti - Per effetto della condanna sportiva del Genoa e per le mancate iscrizioni del Perugia e del Torino diviene il club con il 3° miglior titolo sportivo e viene promosso in Serie A

2007/2008 (campionato a 22 squadre) - Ascoli all' 8° posto con 62 punti

2008/2009 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 16° posto con 51 punti (scontato 1 punto di penalizzazione)

2009/2010 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 9° posto con 57 punti

2010/2011 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 17° posto con 50 punti (scontati 6 punti di penalizzazione)

2011/2012 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 15° posto con 49 punti (scontati 7 punti di penalizzazione)

2012/2013 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 20° posto con 41 punti (scontato 1 punto di penalizzazione) - Retrocessione in Lega Pro

2015/2016 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 15° posto con 47 punti

2016/2017 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 16° posto con 49 punti

2017/2018 (campionato a 22 squadre) - Ascoli al 18° posto con 46 punti (salvezza ottenuta dopo due pareggi per 0-0 ai playout con la Virtus Entella)

2018/2019 (campionato a 19 squadre) - Ascoli al 13° posto con 43 punti 


© Riproduzione riservata

Commenti (14)

MAX 01 Giugno 2019 14:24

SAREBBE FANTASTICO SE MR. GIAMPAOLO SUBENTRASSE A VIVARINI....


FeudoPiceno 01 Giugno 2019 14:32

In serie B, nessuno nelle marche meglio del Picchio. In serie A neanche si discute.. non c'è storia, solo quella bianconera.


Osservatorio nazione 01 Giugno 2019 14:57

Se il buon giorno si vede al mattino. La società sta''dimostrando "che per la prossima stagione"2019-20
Sarà una stagione sofferta molto
Sofferta........altro.
Che
Payoff........saranno Playaut""......
O retrocessione diretta......
Meditate gente......meditate....


Abbasso i pesciari 01 Giugno 2019 17:08

Cosa dicono i vari pesciari che scrivono e Foggia rossonera? Ah dimenticato che stanno organizzando il derby Samb Foggia


peppe 01 Giugno 2019 17:46

Ciao osservatore del pesce


Amedeo 01 Giugno 2019 17:56

Io non so' cosa sta' succedendo in seno alla societa' , ma i dubbi se sia vivarini a volere cambiare aria vista la mancanza di garanzie
future sui calciatori da prendere oppure se e' pulcinelli (più' probabile) a non essere contento del lavoro svolto da vivarini , sicuramente il prossimo calciomercato dira' tutto sulle vere intenzioni della societa'


Michele 01 Giugno 2019 18:56

Criticare prima di iniziare.......... questo mi mancava....... se rimane Vivarini, è perché vogliono retrocedere, se va via è perché vogliono retrocedere, a tutto questo senza sapere quale Baget è stato stabilito, sensa sapere quali giocatori vendono e quali comprano....... manca solo una storia alla DeRossi......e siamo alla fine. Ma perché dobbiamo scrivere tanto per.....


Algoritmo 01 Giugno 2019 20:17

Osservo che qualcuno rosica... ma tanto!


Francesco 01 Giugno 2019 20:25

Sbaglio o la maggioranza dei tifosi non apprezzava il lavoro di vivarini per le 15 rimonte, per i play off mancati?
Sbaglio o la maggioranza dei tifosi vedeva una similitudine tra Vivarini e quello che era successo con Petrone?
Sbaglio o la società era stata criticata per aver confermato Vivarini?
Adesso che la società come sembra ha fatto le sue riflessioni, si alzano le barricate per vivarini, addirittura si mette in dubbio la volontà della società di fare meglio nel prossimo campionato di serie B.
Fatevi una bella vacanza ne avete bisogno.
Fiducia nelle scelte della società di patron Pulcinelli e il presidente Tosti, il resto fatto di collaboratori e dirigenti andrebbe cambiato tutto ma proprio tutto.


carlo 01 Giugno 2019 21:52

Ahah sempre salvezze risicate e fortunose


asnkvola 02 Giugno 2019 09:08

Se lo mandavano via dopo il 7-0 l'Ascoli avrebbe giocato i play off di sicuro,qualcuno forse è rinsavito e si è reso conto che delle 4 semifinaliste play off nessuna ha battuto l'Ascoli in campionato,qualcuno si sarà reso conto che tre partite in vantaggio di due goal non puoi fartele rimontare in meno di un tempo,qualcuno si sarà reso conto di tutte i punti persi all'ultimo secondo di gioco,tirando le somme se esonero sarà era anche l'unica strada da prendere.


popolo della piazza 02 Giugno 2019 15:46

voci di corridoio danno fedeli vicino alla presidenza del 'aquila calcio ,il super classico grottammare samb è sempre piu' vicino


Atlascaruso 03 Giugno 2019 10:33

Vivarini non verrà riconfermato . La squadra dell Ascoli era da play off ed invece ci siamo salvati giusti giusti. Si aspetta solo il comunicato della società . Speriamo arrivi tra domani e dopodomani .


LOLLO57 04 Giugno 2019 20:50

Dai sondaggi che ho letto in un sito e da quello che sento da parte di molti tifosi, la stragrande maggioranza è ancora per la conferma di Vivarini. Ma questo ormai non conta. Vivarini il prossimo anno non sarà l'allenatore dell'Ascoli. Un peccato perchè con una squadra assai modesta ha fatto un bel campionato. Comunque faccio il tifoso e sosterrò la squadra ed l nuovo allenatore come sempre perchè prima di tutto viene l'Ascoli. Gli allenatori passano ma tutti quelli che fin dal suo arrivo hanno contestato Vivarini senza neppure averlo visto all'opera e che adesso stanno facendo salti di gioia perchè lui l'anno prossimo non ci sarà, non vedono più in là del proprio naso. Qui il problema è molto più serio. Un allenatore cui sarebbe bastato ringraziare la società per la fiducia per essere confermato e che, invece, rilascia un'intervista come quella di Crotone, è come se volesse farsi cacciare, come se ne avesse piene le tasche di tutta la situazione, come se avesse capito che la società non è in grado di investire, nè di dar seguito ai proclami, nè d fare una squadra in grado di coltivare ambizioni. Lui ha vissuto la situazione dal di dentro ed ha visto quello che noi non possiamo vedere. Ha fatto capire di volere una squadra forte e di questo lo devo ringraziare perchè ha costretto la società ad uscire allo scoperto. Infatti appena la società ha capito che per tenere Vivarini avrebbe dovuto investire molto nella squadra, ha subito puntato su un allenatore emergente che si accontenterà di allenare i giocatori che la società metterà a disposizione senza fiatare e senza chiedere nulla. Spero ovviamente con tutto il cuore di sbagliarmi ma, ormai gli indizi cominciano ad essere troppi. Quest'estate c'era fretta e passi. Ma a gennaio ci serviva come il pane una punta. Bocalon ce lo ha strappato il Venezia, Rodriguez ce lo ha strappato il Brescia, Moncini ce lo ha strappato il Cittadella (non il Barcellona o il Real Madrid). Sono arrivati Andreoni e poi due prestiti Rubin e Ciciretti (con la maggior parte dello stipendio pagato dal Parma). Da mie notizie ancora non abbiamo pagato Ninkovic al Genoa. Gireremo al Genoa una parte dell'incasso della vendita. (quindi le probabilità che resti sono quasi nulle oltretutto il 3 - 5 - 2 di Zanetti è un modulo che non prevede il trequartista quindi in quel modulo ed in quel ruolo Ninkovic non serve, e questo è un altro buon motivo per cui, secondo me, la società preferisce Zanettti). Zanetti è una scommessa perchè non ha esperienza di B, però tutti dicono che è bravo. Se questo è vero meglio per noi. Però, se è quel fenomeno che tutti dicono, non è lui l'uomo per aprire un ciclo perchè già l'anno prossimo chiederà la rescissione per andare in una piazza più appetibile. e noi ricominceremo per l'ennesima volta daccapo. Io tifo per la mia squadra del cuore sempre e comunque perciò non mi servono i FAC. So capire da me il valore di una squadra e non mi va di essere preso in giro spacciandomi una squadretta per una squadra da play off. Scusate lo sfogo. E spero con tutto il cuore che la società mi smentisca con i fatti e faccia una grande squadra. Però Pulcinelli deve cambiare passo se veramente vuole ambire a traguardi ambiziosi. Non può veramente pensare di puntare ai play off, solo prendendo i giocatori che si trovano a buon mercato. Il prossimo sarà un campionato molto difficile e se lui pensa questo altro.. che play off.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni