Ascoli Calcio, l'Under 20 di Frattesi supera anche la Polonia e vola ai quarti di finale

Redazione Picenotime

02 Giugno 2019

L'Italia supera 1-0 i padroni di casa della Polonia al Gdynia Stadium e si qualifica per i quarti di finale dei Mondiali Under 20 dove affronterà la vincente della sfida di dopodomani tra Argentina e Mali. Ancora novanta minuti in campo per il 19enne centrocampista dell'Ascoli Davide Frattesi, autore di una buona prova nel ruolo di mezzala destra. Dopo dieci minuti proprio Frattesi calcia da fuori con il destro ma non trova lo specchio della porta. La partita si sblocca al 37', con Pinamonti che non lascia scampo al portiere Majecki con un cucchiaio su calcio di rigore concesso dopo il check del Var per tocco di mano di Steczyk su spizzata di Frattesi. Ad inizio ripresa miracolo di Plizzari che chiude lo specchio in uscita a Zylla dopo un fortunoso rimpallo con Frattesi. Tra il 72' e il 74' altri due interventi importanti di Plizzari sui tentativi da fuori dei polacchi. Nel finale Pinamonti non sfrutta in contropiede la chance per il colpo del ko, poi la difesa azzurra si compatta e riesce a resistere al disperato assalto finale della Polonia. La squadra di Nicolato tornerà in campo a Tychy Venerdì 7 Giugno alle ore 18:30 per la gara che varrà l'accesso alle semifinali. "Si vola ai quarti di finale", ha scritto a fine gara via Instagram il centrocampista bianconero Frattesi, che dal prossimo 1° Luglio tornerà al Sassuolo. 


TABELLINO

ITALIA-POLONIA 1-0

ITALIA (3-5-2): Plizzari; Gabbia, Del Prato, Ranieri; Bellanova, Frattesi, Esposito (90' Alberico), Pellegrini, Tripaldelli; Scamacca (68' Capone), Pinamonti. A disposizione: Carnesecchi, Candela, Buongiorno, Bettella, Colpani, Gori, Olivieri, Loria. Allenatore: Nicolato.

POLONIA (4-2-3-1): Majecki; Szota (82' Benedyczak), Walukiewicz, Sobocinski, Stanilewicz (76' Puchacz); Makowski (58' Kopacz), Slisz; Bednarczyk, Zylla, Skoras; Steczyk. A disposizione: Nawrocki, Gryszkiewicz, Bogusz, Mleczko, Zalwski, Lyszczarz, Niemczycki. Allenatore: Magiera

Arbitro: Jesús Gil Manzano (Spagna)

Rete: 37' rig. Pinamonti

“Il torto è di non aver chiuso la partita prima – ha commentato a fine partita Paolo Nicolato attraverso il sito della Figc - Abbiamo sofferto la stanchezza ma questi ragazzi dimostrano ogni giorno di esserci. In questo momento non abbiamo questo pensiero sul prossimo avversario. Ci godiamo questo risultato. Ora ci divertiamo in questo cammino, vedremo cosa succederà”.

Il quadro degli ottavi

Domenica 2 giugno

Italia-Polonia 1-0

Colombia-Nuova Zelanda (20.30, Lodz Stadium)

Lunedì 3 giugno

Uruguay-Ecuador (17.30, Lublin Stadium)

Ucraina-Panama (17.30, Tychy Stadium)

Senegal-Nigeria (20.30, Lodz Stadium)

Martedì 4 giugno

Giappone-Corea del Sud (17.30, Lublin Stadium)

Francia-Usa (17.30, Bydgoszcz Stadium)

Argentina-Mali (20.30, Bielsko-Biala Stadium)




© Riproduzione riservata

Commenti (7)

Michele 02 Giugno 2019 21:44

Comnque ho letto che il Palermo vuole Vivarini........ il Palermo, nonil Sud Tirol........ con tutto il rispetto.....


Caste300 03 Giugno 2019 07:39

Evidentemente non c' e' piu' sintonia con il Mister. Il fatto poi che il Cittadella sia arrivato in finale puo' aver dato fastidio a qualcuno in societa'...Cittadella Verona e Pescara non ci hanno mai battuto in campionato...troppi alti e bassi quest'anno forse. Vedremo


Michele 03 Giugno 2019 09:43

Si si condivido anche io questo pensiero, però tra infortuni, la squadra titolare è stata fatta dopo ferragosto, quindi preparazione pressoché nulla, e comunque fatta per salvarsi e porre le basi per il futuro , non mi sembra così male........ Aglietti anche lui abbiamo criticato, ieri con giocatori adatti per vincere è andato in serie A........ non so,se ce un motivo ok altrimenti cambiare tanto per non mi sembra normale


Atlascaruso 03 Giugno 2019 10:27

Io lo mandavo via subito dopo Lecce ! Non si può incassare 7 gol!!! Via Vivarini e bisogna affrettarsi a scegliere un nuovo allenatore sennò ogni anno si parte ad agosto a fare la squadra !


Abbasso i pesciari 03 Giugno 2019 13:11

Io ho criticato solo l'allenatore ,per l'inesperienza in b ; però se andiamo a prendere peggio preferisco Vivarini forza ascoli


Caste300 03 Giugno 2019 13:56

I profili che vengono accostati al Picchio sono tutti neofiti per la categoria...Zanetti mi intriga ma se devo andare sul sicuro preferisco Pillon


Propugnaculum 04 Giugno 2019 08:03

Ogni anno la solita storia. Si fa un passo avanti per farne due indietro. Non è questione di Vivarini sì o no. Manca continuità e linearità di idee. Ogni anno un nuovo allenatore. Non c'è continuità, non c'è pianificazione. Ogni anno si comincia da zero. Le vere squadre vincenti hanno tutte continuità.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni