San Benedetto del Tronto, al Paese Alto tutto esaurito per ''Il Barbiere di Siviglia''

Redazione Picenotime

18 Agosto 2019

Pierluigi D’Aloia

Un Rossini molto raffinato quello andato in scena ieri sera al Paese Alto di San Benedetto del Tronto, dove il regista Paolo Santarelli ha narrato l’opera raccontando aneddoti su Rossini e le vicissitudini legate alla composizione del capolavoro "Il Barbiere di Siviglia". 

Voci rossiniane a partire dalla scelta filologica di un contralto nel ruolo di Rosina Daniela Bertozzi, affiancata dal tenore di grazia Pierluigi D’Aloia nel ruolo di Lindoro,  Alessandro Battiato in quello di Bartolo, Luca Giorgini Basilio, Berta Chiara Mosca Proietti  e Franco Alessandrini nel ruolo di Figaro. L’arrangiamento per Quartetto d’Archi è stato realizzato dal direttore d’orchestra Massimiliano Caporale, con il supporto dei docenti dell'Istituto Vivaldi (Daniela Tremaroli, Piergiorgio Troilo, Paolo Incicco ed Emiliano Finucci) e la collaborazione del Comune di San Benedetto del Tronto. Impeccabile l’organizzazione logistica affidata ad Eclissi Eventi, che ha trasformato la scenografica Piazza Bice Piacentini in un autentico salotto musicale, come all’epoca di Rossini. 

Immancabili i ringraziamenti del sindaco Pasqualino Piunti al termine della serata, che ha sottolineato l’importanza del Paese Alto quale cornice ideale di eventi culturali e l’importanza della musica operistica nel cartellone delle manifestazioni del Comune.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni