Castel di Lama: Fiera del SS Crocifisso, ottima affluenza e soddisfazione da parte degli espositori

Redazione Picenotime

05 Settembre 2019

“Un’esperienza importante che ha registrato grande affluenza di pubblico e soddisfazione da parte degli espositori”. Con queste parole il consigliere di Castel di Lama con Delega alla Fiera, Cinzia Fazzini, ha riassunto il successo dei quattro giorni della Fiera del SS Crocifisso, che si attesta più che mai, nella sua venticinquesima edizione, tra le più importanti delle Marche nel suo genere. 

Una manifestazione che ha coinvolto tante forze – continua la Fazzini – a partire da Domenico Marozzi con cui ho collaborato a stretto braccio. Ma non posso non ringraziare il Sindaco Bochicchio per avermi dato piena fiducia e il suo sostegno. Fondamentale è stato il suo aiuto per definire la planimetria della fiera. Non si è risparmiato nemmeno questa volta”.

La Fiera ha potuto contare su 109 espositori, 30 volontari, 64 tra bovini e ovini, una mostra colombofila, diverse specie di volatili, spettacoli con cavalli e falchi, convegni, la grande novità dei laboratori, degustazioni di vini e  intrattenimenti serali che hanno favorito un’affluenza spalmata su tutti e quattro i giorni.  

Dalla serata di liscio del giovedì, passando per Paolo Belli il venerdì, alla Rievocazione storica (ideata da Giuseppe Marucci e curata da Leonardo De Carolis e Giulia Torquati) di sabato e al concerto di musica tradizionale di domenica, Castel di Lama è diventata meta di migliaia di persone per la gioia oltre che degli espositori ambulanti anche per le attività commerciali. 

Sono molto soddisfatta per la riuscita dei laboratori – continua la Fazzini – si è dimostrata un’idea vincente sia per il coinvolgimento del pubblico più giovane, sia per l’importanza di tramandare antiche usanze popolari. Ringrazio la Coldiretti, nella figura del direttore Alessandro Visotti, che oltre a portare gli animali, ha gestito diversi laboratori”.

Nel pomeriggio di domenica si è creato un momento importante: la “sfida” tra le cantine di Castel di Lama (che hanno offerto il loro vino) e della Repubblica della Moldova, curata dal consigliere Nicola Accorsi, alla presenza di Armando Falcioni del Consorzio di Tutela dei Vini Piceni, di Roberto Galanti, Console onorario della Moldova  e con il sommelier Roberto Ferretti che ha guidato la degustazione.

Queste due attività, laboratori e degustazione, sono state pensate proprio per esaltare l’essenza della fiera che è il mondo agricolo, con tutto ciò che ne è connesso. “Non posso non ringraziare il vice sindaco Roberta Celani e Cinzia Michetti (moglie del sindaco Bochiccio) per la loro vicinanza durante la fiera – conclude la Fazzini - gli assessori Gabriele Gagliardi e Marco Mattoni, il consigliere Nicola Accorsi e tutta la maggioranza. Abbiamo già ricevuto prenotazioni per l’anno prossimo”.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni