Agenti di commercio Ascoli Piceno, soluzione positiva su ''Quota 100''

Redazione Picenotime

06 Settembre 2019

La circolare dell’Inps dello scorso 9 Agosto ha chiarito che, maturato il diritto alla decorrenza della pensione “quota 100” (età anagrafica di almeno 62 anni e un’anzianità contributiva di almeno 38 anni), i redditi percepiti dall’agente di commercio (pagamento delle provvigioni) successivi alla decorrenza della pensione, ma relativi ad attività lavorativa (ordini per attività di promozione di conclusione di contratti) svolta prima della decorrenza, sono da ritenersi cumulabili con la pensione stessa. Allo stesso modo è da ritenersi cumulabile la liquidazione delle indennità di fine rapporto.

"Una grande vittoria sindacale – tiene a sottolineare il Presidente provinciale FNAARC (Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio) Tullio Luciani – a favore della categoria che si vedeva esclusa dal poter beneficiare della pensione anticipata Quota 100. Speriamo che il nuovo Governo nazionale mantenga questa disposizione normativa".



© Riproduzione riservata

Commenti (1)

San Marco 06 Settembre 2019 16:28

Finalmente una buona notizia per una categoria che lavora tanto ed in silenzio.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni