Monteprandone: continui atti persecutori nei confronti della madre, arrestato 50enne

Redazione Picenotime

09 Settembre 2019

Da alcuni mesi perseguitava la madre settantenne a Monteprandone, il figlio di 50 anni residente ad Ascoli Piceno e conosciuto alle forze dell’ordine. La donna già aveva presentato alcune denunce ai Carabinieri della locale Stazione che subito avevano avviato l’attività investigativa, fornendo un quadro probatorio dettagliato alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno che, in brevissimo tempo, aveva richiesto ed ottenuto dal Tribunale un provvedimento cautelare nei confronti dell’uomo. Lo stesso, infatti, era sottoposto all’obbligo di dimora ad Ascoli Piceno ieri quando si è portato nei pressi dell’abitazione della madre tagliandole le gomme dell’autovettura. La donna, spaventata dall’ennesimo atto vessatorio, ha chiamato il 112 e i Carabinieri della Compagnia di San Benedetto del Tronto sono giunti in pochi minuti bloccando l’uomo vicino l’abitazione della madre con addosso un coltello e una bomboletta spray al peperoncino, il tutto sequestrato. Il cinquantenne è stato quindi arrestato in flagranza di reato per atti persecutori e danneggiamento e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

La collaborazione dei cittadini è fondamentale soprattutto nei casi di violenza di genere in cui è necessario essere tempestivi per evitare che le condotte persecutorie possano sfociare in atti violenti. L’azione dei Carabinieri continuerà in maniera incessante, sempre a tutela della cittadinanza, invitata a chiamare subito il 112, ovvero recarsi personalmente in caserma per esporre denunce o soprusi di ogni genere, nonché contattare telematicamente l’Arma anche attraverso il sito www.carabinieri.it.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni