Ascoli Piceno, Ferretti e Brugni alla 1ª Festa di Via Lazio del Centro Ada-Bruno Di Odoardo

Redazione Picenotime

15 Settembre 2019

Come da programma si è svolta la 1° Festa di Via Lazio, promossa dal Centro Ricreativo Culturale e di Sollievo, Ada-Bruno Di Odoardo, che opera al civico 2 di quella via, nel quartiere di Pennile di Sotto, da oltre 8 anni.  

Il programma prevedeva in particolare, dopo la colazione di apertura della giornata di festa, l’incontro con il vescovo Giovanni D’Ercole che essendo stato trattenuto altrove per impegni imprevisti è stato egregiamente rappresentato da padre Alberto Fossati, responsabile della parrocchia di San Marcello che ha in primo luogo esternato parole di compiacimento nei confronti dei dirigenti del Centro per la lodevole attività svolta in favore dell’intero quartiere, facendo poi delle approfondite riflessioni sul tema della solitudine umana, a commento anche di un pensiero di Papa Francesco, con cui il pontefice ha ribadito l’importanza di avere cura di ogni persona, soprattutto dei bambini dei vecchi e di tutti coloro che sono più fragili, che è un po' anche l’obiettivo primario dello stesso Centro. L’appuntamento è stato introdotto da Giorgio Fiori, che ha ricordato le tante iniziative promosse ogni anno in quella sede, in favore dei più anziani e non solo, mentre a seguire il vice presidente Francesco Fabiani ha portato il saluto ai convenuti, anche a nome della presidente Paola Luzi, dando quindi anticipazioni sulle primarie iniziative che il Centro concretizzerà entro il corrente anno e nel prossimo 2020. E molto apprezzati sono stati gli stessi interventi degli assessori Donatella Ferretti e Massimiliano Brugni che hanno rappresentato una sorta di passaggio di consegne dell’assessorato alle politiche sociali, nei rapporti con lo stesso Centro, con in particolare l’assessore Ferretti che ha espressamente ribadito che al di là delle sue nuove competenze di assessore alla cultura, continuerà come ha sempre fatto, ad essere presente alle varie iniziative del sodalizio, che sono comunque momenti sicuramente di interesse sociale, ma anche culturale. 

Il programma della lunga giornata di festa è proseguito con le attività ricreative vere e proprie tra cui le esercitazioni di fitness, guidate dall’istruttore Angelo Piciacchia e dopo la pausa pranzo, con la gara di briscola ed i giochi con gonfiabili dedicati ai più piccoli; il tutto con l’immancabile intrattenimento musicale di Anna ed Annibale. Nel tardo pomeriggio la Festa è proseguita nel vicino piazzale della chiesa di San Marcello, dove i tanti partecipanti sono stati allietati da musica, balli e stand gastronomici, fino a tarda sera.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni