Ascoli Calcio, 23 calciatori utilizzati da Zanetti da inizio campionato con 7 formazioni diverse

Redazione Picenotime

09 Ottobre 2019

Paolo Zanetti

Sono 23 i calciatori schierati dall'allenatore dell'Ascoli Paolo Zanetti nelle prime 7 giornate del campionato di Serie B 2019/2020. Il giocatore più presente è il terzino destro Raffaele Pucino con 616 minuti in campo, seguito dal fantasista Nikola Ninkovic con 560 minuti. Non sono stati mai utilizzati solamente il terzo portiere Riccardo Novi, l'attaccante Giacomo Beretta ed il difensore Miguel De Alcantara (il brasiliano sta lavorando per ritrovare la migliore condizione e sarà pronto tra circa un mese). 

CLASSIFICA MINUTAGGIO CALCIATORI ASCOLI NELLE PRIME 7 GIORNATE DI SERIE B

Raffale Pucino (7 presenze) - 616

Nikola Ninkovic (7 presenze) - 560

Riccardo Brosco (5 presenze) - 450 

Andreaw Gravillon (5 presenze) - 450

Simone Padoin (5 presenze) - 412

Davide Petrucci (5 presenze) - 410

Alessio Da Cruz (5 presenze) - 394 

Michele Cavion (5 presenze) - 379

Matteo Ardemagni (6 presenze) - 362

Nicola Leali (4 presenze) - 360

Alberto Gerbo (6 presenze) - 353

Mario Piccinocchi (4 presenze) - 328

Nahuel Valentini (3 presenze) - 270

Ivan Lanni (3 presenze) - 270

Salvatore D'Elia (3 presenze) - 235

Moutir Chajia (6 presenze) - 238

Gianluca Scamacca (3 presenze) - 235

Michele Troiano (3 presenze) - 204

Lorenzo Rosseti (3 presenze) - 98 

Lorenzo Laverone (2 presenze) - 96

Erick Ferigra (2 presenze) - 90

Petar Brlek (4 presenze) - 42

Cristian Andreoni (2 presenze) - 35


Nelle prime 7 gare di campionato il tecnico bianconero Paolo Zanetti ha schierato altrettante formazioni, con i soli Raffaele Pucino e Nikola Ninkovic sempre presenti dal primo minuto. 

ASCOLI-TRAPANI 3-1

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Pucino, Ferigra , Valentini, D'Elia; Gerbo (85' Brlek), Petrucci, Cavion; Ninkovic (70' Chajia); Ardemagni, Scamacca 7 (56' Da Cruz 6.5). A disposizione: Fulignati, Quaranta, Brosco, Laverone, Andreoni, Piccinocchi, Troiano, Di Francesco, Rosseti. Allenatore: Zanetti 

FROSINONE-ASCOLI 2-1

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Laverone (83' Andreoni), Brosco, Valentini, Pucino; Cavion (76' Gerbo), Troiano, Petrucci; Ninkovic; Ardemagni (63' Rosseti), Scamacca . A disposizione: Fulignati, Zizzania, Quaranta, Ferigra, Piccinocchi, Brlek, Di Francesco, Chajia. Allenatore: Zanetti

ASCOLI-LIVORNO 2-0

ASCOLI (4-3-2-1): Lanni; Pucino, Brosco, Gravillon, Padoin (62' Andreoni); Gerbo (57' Cavion), Petrucci, Piccinocchi (82' Brlek); Ninkovic, Chajia; Ardemagni. A disposizione: Leali, Novi, Laverone, Valentini, Ferigra, Troiano, Rosseti, D'Agostino. Allenatore: Zanetti

JUVE STABIA-ASCOLI 1-5

ASCOLI (4-3-2-1): Leali; Pucino, Brosco, Gravillon, Padoin; Cavion, Petrucci (51' Gerbo), Piccinocchi (66' Troiano ); Ninkovic, Chajia (80' Ardemagni); Da Cruz. A disposizione: Lanni, Novi, Laverone, Andreoni, Valentini, D'Elia, Rosseti. Allenatore: Zanetti

ASCOLI-SPEZIA 3-0

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Gravillon, D'Elia; Gerbo, Piccinocchi, Padoin (81' Brlek); Ninkovic (72' Chajia); Da Cruz, Ardemagni (63' Rosseti). A disposizione: Lanni, Novi, Ferigra, Andreoni, Laverone, Valentini, Cavion, Troiano, Petrucci. Allenatore: Zanetti 

CREMONESE-ASCOLI 1-0

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino  (77' Laverone), Brosco, Gravillon, D'Elia; Cavion, Petrucci, Padoin; Ninkovic (60' Chajia); Da Cruz, Ardemagni (46' Rosseti). A disposizione: Lanni, Novi, Ferigra, Andreoni, Valentini, Troiano, Piccinocchi, Brlek, Gerbo. Allenatore: Zanetti 

ASCOLI-PESCARA 0-2

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Gravillon, Valentini (90' Ferigra), Padoin; Gerbo 6 (70' Brlek), Troiano (90' Chajia), Piccinocchi; Ninkovic; Scamacca, Da Cruz. A disposizione: Lanni, Novi, Andreoni, Laverone, D'Elia, Petrucci, Cavion, Rosseti, Beretta. Allenatore: Zanetti 


© Riproduzione riservata

Commenti (2)

Luigi 1960 09 Ottobre 2019 23:33

Penso che Mr Zanetti con una rosa così ampia in queste prime 7 partite abbia voluto saggiare un po' tutti, anche per tenerli in condizione, psicologicamente reattivi e pronti. Quindi non ci trovo nulla di strano in questi frequenti cambi di formazione. Fin dall'inizio il Mr ha affermato che in questa rosa tutti debbono sentirsi dei titolari, anche se non sempre giocano. Tuttavia a mio avviso, vista l'abbondanza di interpreti in diversi ruoli, il nostro amato tecnico forse dovrebbe cercare anche di avere più alternative di modulo da proporre e non limitarsi soltanto all'attuale 4-3-1-2. Questo modulo, vista la scarsa propensione del pacchetto avanzato a rientrare e a fare la fase difensiva acentrocampo (eccetto Ardemagni), espone la squadra alle ripartenze avversarie. Quest'anno poi Ninkovic è molto discontinuo e difficilmente gestibile. Essendo il trequartista serbo un fulcro fondamentale di questo modulo è evidente che se non gira lui tutta la squadra ne risente. Quello che noto è che spesso manca velocità di manovra e che quindi il possesso palla diventa sterile e non porta ad avere un uomo in più tra le linee. Qualche giorno fa vidi in TV la partita Perugia - Pisa, che per certi versi è stata molto simile a quella di domenica scorsa al del Duca contro il Pescara. Il Pisa molto compatto e folto a centrocampo con Marconi abbastanza isolato davanti. Per il Perugia non era facile entrare nell'area pisana, però la sua manovra era abbastanza fluida e veloce e alla fine è riuscito a domare la squadra toscana, avendo anche diverse opportunità per raddoppiare.
Tornando all'Ascoli, personalmente sarei curioso di vedere Petar Brlek dall'inizio gara e non solo negli ultimi 10, 15 minuti, che comunque sono stati già sufficienti per far intravedere buone qualità tecniche e agonistiche.
Secondo me un problema l'Ascoli ce la sulla fascia sinistra, dove manca un esterno difensivo di ruolo che sappia difendere con cattiveria e anche spingere per arrivare fino in fondo e crossare. Speriamo che D'Elia ritrovi presto la condizione. Un altro punto debole si sta evidenziando nel reparto difensivo centrale a causa dei continui infortuni di Brosco. Quando manca lui purtroppo si manifestano preoccupanti carenze nei suoi sostituti. Il gol di Galano è scaturito da un goffo intervento di Valentini su Brunori. Il difensore ascolano era in netto vantaggio sulla punta pescarese e poteva benissimo rinviare o calciare la palla fuori, invece gli ha fatto praticamente un assist che l'ha fatto andare indisturbato sulla fascia e crossare in mezzo al suo compagno, bravo a smarcarsi da Gravillon. Quest'anno ho sempre lodato l'operato della società e le sono riconoscente per il grande lavoro che è stato fatto per allestire una squadra molto competitiva. L'unica mossa un po' discutibile, secondo me, è stata quella di non valorizzare Quaranta, che l'anno scorso aveva fatto un buon esordio in cadetteria disputando diverse partite, anche se non molte. Quest'anno poteva essere il suo anno, invece lo si è rispedito in Lega Pro, per tenersi alternative non certo superiori a lui, che tra l'altro è un calciatore di proprietà dell'Ascoli.
Sono comunque fiducioso per il prosieguo del campionato, perché Zanetti è un tecnico preparato e intelligente e sono sicuro che una volta fatto il rodaggio iniziale saprà sempre più individuare l'assetto tattico più equilibrato ed efficace e quindi da schierare con più continuità in campo. Forza Ascoli!


Atlascaruso 10 Ottobre 2019 15:10

D’accordo con te. A gennaio bisogna per forza tornare sul mercato. Rinforzare il centrocampo e a sinistra.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni