Ascoli Calcio, Pulcinelli: “Sede club non sarà spostata a Roma. Spero che Tosti torni sui suoi passi”

Redazione Picenotime

21 Ottobre 2019

Massimo Pulcinelli

Il patron dell’Ascoli Calcio Massimo Pulcinelli, dopo le dimissioni odierne dal Cda del presidente Giuliano Tosti, ha dichiarato quanto segue:

“Il momento che stiamo vivendo impone a tutti un’unica priorità che è l’Ascoli Calcio e io devo occuparmi della questione calcistica prima ancora che di altre. Non abbandono i miei ragazzi nel momento del bisogno. Ecco perché domani ho disdetto tutti gli impegni e  verrò immediatamente ad Ascoli per parlare con la squadra e con mister Zanetti al quale rinnovo la fiducia perché so che lavoro sta svolgendo e con quanta professionalità. È una persona seria e preparata che stimo. Sono sicuro che saprà riprendere in mano le redini della squadra e tornare a vincere. Voglio rassicurare tutti che la sede rimarrà ad Ascoli e non sarà spostata a Roma. Tutto rimarrà in città come è giusto che sia. Parlerò in seguito con Giuliano, la cui decisione di dimettersi mi meraviglia e spero fortemente che sia stata dettata da un momento di pressione e di stress come quello vissuto ora dalla squadra e, pertanto, che possa tornare sui suoi passi. Banale pensare che ci sia qualcosa di più di una differenza di vedute sulla soppressione di un posto amministrativo,  peraltro operata nel pieno rispetto degli equilibri economico-finanziari e gestionali. La posizione costituiva un esubero ai fini della riorganizzazione della Società. L’Ascoli Calcio ringrazia comunque il collaboratore per la professionalità e il lavoro sin qui svolto. Voglio pensare che usciremo dall’impasse e che presto si torni a lavorare in armonia. Se ciò non fosse saremmo obbligati a continuare senza l’apporto di una persona valida come il Presidente Giuliano Tosti e trovare un sostituto altrettanto capace. Ora, come detto, la priorità è l’Ascoli Calcio. Venerdì c’è una partita da giocare e vincere. Ricompattiamo le fila perché queste vicende ci uniscano e non ci dividano”.



© Riproduzione riservata

Commenti (36)

LORENZO CAPRO' 21 Ottobre 2019 20:56

COME AVETE VISTO, OGGI SONO GIRATE TANTISSIME CATTIVERIE GRATUITE, BRAVO IL PATRON NEL CERCARE DI CONVINCERE IL GRANDE GIULIANO. DOMANI ASPETTIAMO LA CONFERENZA E SONO SICURO CHE MASSIMO PULCINELLI CI FARÀ SOGNARE... SECONDO VOI, UNO CHE GESTISCE UN IMPERO CON 220 PUNTI VENDITA E 2400 DIPENDENTI, VIENE AD ASCOLI A DAR MALE??? DOBBIAMO SEMPRE RAGIONARE E SOPRATTUTTO DOVREMMO TIFARE DI PIÙ SENZA MAI ENTRARE IN RUOLI O SITUAZIONI CHE NON CI COMPETONO.


Michele 21 Ottobre 2019 21:00

Quindi????? Tutto ciò che abbiamo scritto prima......... non vale nulla........ dobbiamo imparare, come successo per Da Cruz. Stare a cio che viene detto dalla società, e non fantasticare su catastrofici avvenimenti al interno della società.......... Ripeto..... se continuiamo sempre cosi facciamo del male al ASCOLI e a noi stessi......... noi dobbiamo tifare sugli spalti......... io tra andata e ritorno faccio piu di 200 km per venire al Del Duca...... E sono piu di 35 anni che sono presente.......


LORENZO CAPRO' 21 Ottobre 2019 21:02

AH DIMENTICAVO : DOVREMMO BACIARE OGNI PASSO DI MASSIMO PULCINELLI PER QUELLO CHE HA FATTO E PER QUELLO CHE STA' FACENDO, INVECE TROVIAMO OGNI CAVILLO PER CRITICARE QUANDO LE COSE SEMBRANO MESSE MALE, MA IN REALTÀ NON LO SONO. LA NOTIZIA DI GIULIANO HA FATTO STAR MOLTO MALE ANCHE A ME, REPUTO GIULIANO IL TOP DI ASCOLI.... PERÒ POI RIFLETTENDO SONO CONVINTO CHE MASSIMO PULCINELLI RADDOPPIERÀ GLI SFORZI PER RIPORTARCI DOVE ROZZI CI HA FATTO CONOSCERE NEL MONDO.


LUPO BIANCONERO 21 Ottobre 2019 21:23

Caro presidente parla uno che la stima, piena fiducia e, va allo stadio da 50 anni.
quello che dico non è una critica soltanto un consiglio per il bene della Società. Zanetti non può giocare con quello schema, se non cambia e passa a un 4-4-2 oppure un 3-5-2 con un centrocampo che può veramente contrastare l'avversario si finirà male. altro consiglio la squadra è una e quella deve giocare non si può pensare che cambiando 3- 4 giocatori alla volta la squadra sia sempre la più forte. come se alla Juve non giocano Dibala, Ronaldo, Higuain, i sostituti sono uguali. Non è cosi. Fateglielo capire. Ultimo il serbo purtroppo fa danni. tanti poi.
Se si correggeranno questi piccoli problemi la squadra è forte, e lo spogliatoio unito.


Li Callare 21 Ottobre 2019 21:34

Presidente non nascondiamo la polvere sotto il tappeto!!!!Il giocattolo si è rotto ne prenda atto!!!!


GIANCARLO 21 Ottobre 2019 21:35

La situazione impone chiarezza a tutti i livelli e trasparenza massima verso i tifosi, per non buttare il tanto di buono che questa squadra e la società possono dare. Occorrono precise assunzioni di responsabilità da parte di tutti, dal patron all’allenatore fino all’ultimo dei giocatori, e di cui dovranno rispondere con precisi comportamenti e risultati . Fatto ciò gli inadeguati dovranno andarsene.


Luigi 1960 21 Ottobre 2019 21:42

Spero che domani nella conferenza stampa sia fatta chiarezza. In un momento così delicato in cui ci sarebbe bisogno, come giustamente dice il Patron, di restare compatti e uniti, queste dimissioni fulminee del Presidente Tosti preoccupano molto. Nella nota ufficiale si fa riferimento a "una differenza di vedute sulla soppressione di un posto amministrativo" e questo sembra abbia incrinato l'armonia nei rapporti tra i dirigenti societari. Restiamo in attesa di capire meglio. Mi auguro che si esca presto da questa assurda situazione in cui ad una crisi di gioco e di gestione della squadra si somma un deterioramento dei rapporti all'interno della società.


Picus 21 Ottobre 2019 22:05

Mi conforta il messaggio del Patron. Spero che gli ascolani in società continuino il loro prezioso lavoro e che, superate le divergenze (anche in famiglia succedono) si possa ripartire alla grande. Forza Tosti e Ciccoianni, non mollate, Ascoli è con voi (e con il Patron)


Ze 21 Ottobre 2019 22:10

Parole e operazioni che ci possono stare, l'imprenditore può scegliere, lo fa tutti i gg, mi dispiace per MAC ma prima di tutto c'è l'Ascoli poi l'Ascoli ecc


Lollo 21 Ottobre 2019 22:12

Grande presidente, parole giuste per uscire da questa situazione difficile. Venerdì il Del Duca deve essere una bolgia per ripartire insieme!


Massi 21 Ottobre 2019 22:32

Bravo Lollo.....FORZA ASCOLI ....Venerdì dobbiamo tornare alla vittoria....


LOLLO57 21 Ottobre 2019 23:10

Allenatore confermato per la bontà del lavoro che sta facendo? Fatico a vedere questo lavoro di qualità. La squadra non ha un gioco, né schemi. I giocatori in campo non sanno cosa fare. Si sono già stufati di fare figuracce e stanno abbandonando l'allenatore. È una situazione irreversibile. Confermando il mister si perde solo tempo prezioso. La squadra non è male. Con un altro manico è da playoff. Ma non bisogna perdere tempo in questo modo.


Arturo 21 Ottobre 2019 23:30

Da ascolano dico che se Tosti si è dimesso vuol dire che qualcosa di brutto e’ successo . Un imprenditore del suo livello ha la vista lunga.


remo 21 Ottobre 2019 23:31

Bravo Patron che ci metti sempre la faccia, vedetevi e chiaritevi con Tosti e battiamo l'Entella e si torna a volare, mi fido di voi, FAC!


Luca 21 Ottobre 2019 23:44

La notizia delle dimissioni del presidente Tosti ci fanno pensare, perché un ascolano stimato e amato come pochi, si dimette?
Ognuno si prende le proprie responsabilità, il patron Massimo Pulcinelli ha sempre dichiarato che ad Ascoli è arrivato grazie a Giuliano Tosti, ha sempre detto che Giuliano Tosti è il presidente giusto, fino a due settimane fa tutto funzionava d'amore e d'accordo.
Prendiamo atto delle dimissioni di Giuliano Tosti, auguriamoci che il signor Pulcinelli mantenga gli impegni presi, che la società torni a lavorare senza polemiche, serve armonia e tanto lavoro, è ora di pensare alla squadra.
Per il resto chi vivrà vedrà


Arturo 21 Ottobre 2019 23:55

Giusto Luca , Pulcinelli diceva che Vivarini era il miglior allenatore al mondo e che sarebbe rimasto ( esonerato). Che Tosti era il miglior Presidente per l’ascoli ( e si e’ dimesso per divergenze ). Che Zanetti e’ il numero uno e non si tocca ...........( arriverà a breve ennesima smentita ).
Forza Ascoli sempre


Atlascaruso 22 Ottobre 2019 00:22

Cosa succederà se venerdì non vinciamo con l’Entella ?


Tony 22 Ottobre 2019 01:31

NON AVREI MAI CREDUTO DI DOVER RIMPIANGERE BELLINI.


Picenum 22 Ottobre 2019 07:30

Atlas è semplicissimo: si va a Perugia! Tu vieni?


Caste300 22 Ottobre 2019 07:36

Questa sara' una settimana delicata sia dal punto di vista tecnico sia societario...non possiamo far finta di niente...troppe voci messe in giro ad arte e troppe illazioni unite ad una preoccupante carenza di risultati sportivi hanno portato a tutto questo. Ora occorre chiarezza e COMPATTEZZA a tutti i livelli...sempre FORZA ASCOLI!


sara 22 Ottobre 2019 08:06

capro' metticela tu la firma sui documenti al posto di Tosti se ti fidi cosi tanto


Luigi 1960 22 Ottobre 2019 09:11

Atlascaruso: "che succederà se.... ?"
Le tue sono domande esistenziali che tormentano l'animo umano e meriterebbero una messa in scena di shakespeariana memoria. Dubbi amletici che angosciano le notti di chi ne è preda. Tuttavia immagino che per i più la vita continuerà come prima, con gli impegni, le fatiche, le gioie e i dolori di tutti i giorni, inclusi i nostri svaghi e passioni, Picchio compreso. Shakespeare ti risponderebbe quindi così: "tanto rumore per nulla...".


asnkvola 22 Ottobre 2019 10:06

Quando uno si dimette di solito la conferenza stampa la fa il dimissionario per spiegare i motivi e non chi riceve le dimissioni...........


Amedeo 22 Ottobre 2019 10:09

Aspettare e prudenza sono d' obbligo in questi casi , la cosa strana e' la coincidenza tra' i problemi dello spogliatoio e le dimissioni di tosti , certo con questa storia ha creato un piccolo alone di diffidenza nei confronti di pulcinelli , speriamo si risolva tutto in meglio e tornare a parlare di un Ascoli vincente


Atlascaruso 22 Ottobre 2019 10:21

Picenum dicevo a livello societario e con l’allenatore ! Cosa succederà ? Si molto probabilmente sarò con voi a Perugia, purtroppo il mio lavoro attuale mi impedisce di seguire il picchio sempre. Io dico solo , conviene andare ancora avanti con mister Zanetti ?


Peppeus65 22 Ottobre 2019 10:29

Aveva ragione Boskov...."....ascolani mai con piedi per terra..." Se la squadra vince due partite di fila li portiamo sugli scudi e l'obiettivo diventa immediatamente la serie A diretta e facciamo di tutto per creare pressione ai giocatori e all'allenatore. Se viceversa ne perdiamo due subito giù con le critiche (anche pesanti) al mister, al presidente, ai giocatori...pure il magazziniere sembra non sappia fare più il suo mestiere.... L'ASCOLI E' LA REGINA DELLE MARCHE E NOI SIAMO I RE DEL RIDICOLO!!! PER FAVORE TORNIAMO A FARE QUELLO CHE COMPETE....TIFIAMO LA SQUADRA!!!!


Luigi 1960 22 Ottobre 2019 11:57

Boskov molto citato ultimamente… Solo che le partite di fila perse sono diventate tre e le perturbazioni societarie non aiutano certo a stare sereni… Poi se qualcuno ti dice "stai sereno" di solito bisogna cominciare a preoccuparsi...


Ze 22 Ottobre 2019 12:05

Peppeus65, i tifosi fanno tutti così altrimenti non si chiamerebbero tifosi ma spettatori, il bello e il brutto è proprio questo.


Giovanni Gennaretti 22 Ottobre 2019 12:30

Atlascaruso hai letto l'articolo di Pulcinelli? Dice che Zanetti non si tocca, siccome non sono un impiccione ma tifo solo Ascoli, i soldi li mette lui e come gli altri presidenti fa come gli pare, saranno caxxi suoi, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, noi tifosi di esperienze del genere le abbiamo fatte Maresca docet, se vuol perdere tempo e' libero di farlo, se questo tizzio dopo tutto il precampionato e dieci partite ufficiali va indietro come i gamberi senza coraggio e senza gioco, e facendo dire ad Ardemagni che non ci capiscono un caxxo neanche loro il che è tutto dire, se ad Ascoli non si vive non creando problemi pazienza, non tenendo conto neanche degli interessi societari, spendono soldi x i giocatori,x lo stadio, l'allenatore x poi andare alla deriva così come ci sta capitando, allora anche quest'anno non abbiamo obiettivi e facciamo divertire solo Zanetti, tanto da questo groviglio che si è creato non ne uscirà fuori da solo, comunque buon lavoro e forza Ascoli


pippo 22 Ottobre 2019 13:29

Purtroppo non parliamo più di calcio ma era ampiamente previsto e prevedibile


Trieste Bianconera 22 Ottobre 2019 13:56

Bravo Asnkvola se Tosti esce dovrebbe essere lui che spiega le motivazioni anche per rassicurare i tifosi visto che lui era il presidente poi è ascolano e perchè tutti facevamo affidamento su di lui. Invece si liquida la cosa con due frasette ringraziamenti di rito e vengo solo accennate piccole divergenze. Poi perchè dire la sede rimane ad Ascoli? Perchè si era pensato di spostarla a Roma come diversi siti web nazionali scrivevano ieri? L'Ascoli Calcio ha una storia pluricentenaria è la squadra degli ascolani e la sede è e rimarrà ad Ascoli. Alcuni scrivono che il patron mette i soldi e può fare quello che gli pare. Io credo invece che è giustissimo che chi mette i soldi prenda le decisioni finali e scelga collaboratori ma sempre nel rispetto del territorio, dei tifosi e ricordandosi che la squadra rappresenta tutta la città e la provincia di Ascoli e la sede sia legale che amministrativa deve restare ad Ascoli. Prima veniva detto che Tosti era il miglior presidente e il responsabile amministrativo era Costantini poi questi ascolani non vanno più bene? Io sin dall'inizio ho avuto fiducia in Pulcinelli per la sua storia imprenditoriale e per essere persona seria. Patron noi veri tifosi non ci facciamo impaurire da 3 sconfitte e con l'Entella il Del Duca sosterrà i nostri colori ma vogliamo chiarezza su quello che sta succedendo in società per non rivivere più tristi e sanguinose pagine del nostro recente passato. Sempre e dovunque Forza Ascoli


Sarò sempre del settembre 22 Ottobre 2019 14:17

Se molti di voi sono tranquilli e fiduciosi, non tutti, io non lo sono, oramai in società di ascolani ne sono rimasti pochi e in cariche che non influiscono. Speravo che si potesse essere più legati con il territorio anche se la proprietà non lo era. Staremo a vedere, anche se vedo più ombre che luci.


Ascoli 78/79 22 Ottobre 2019 14:29

Chi mette i soldi decide:chiaro, no? Se hai l'8% e l'altro socio ha il 90%... le chiacchiere stanno a zero!


Davidw 22 Ottobre 2019 15:35

È vero caro utente ascoli 78/79...chi mette i soldi decide......il problema è che x chi come me ha 50 anni....Non SI rassegna all' idea dei presidenti di una volta passionali sanguigni e sopratutto del posto....tanto x citare il presidentissimo....anconetani...luzzara e altri.....ma la ragione ed il fatto di essere nel 2019 mi porta a ragionare in un altra dimensione...ora le società di calcio sono aziende e come tali portano fatturato e proprio come aziende devono essere funzionanti e funzionali......Non so cosa sia accaduto fra tosti e pulcinelli e spero che da persone intelligenti quali sono trovino un ...riavvicinamento se si trattasse di idee divergenti......però come diceva giustappunto l utente ascoli 78/79.....pulcinelli detiene la maggioranza delle azioni e piaccia o no chi decide è sempre lui.......f.a.c.


Algoritmo 22 Ottobre 2019 15:57

Non è che il problema sia non solo
amministrativo ma nel complesso
anche tecnico-finanziario con ora
possibile cambio di mister Zanetti
inaspettatamente in discussione ?


Marazzi Antonio 24 Ottobre 2019 17:40

L'operato di Costantino Rozzi è storia quello di Pulcinelli è solo embrionale deve ancora nascere se mai nascerà quindi aspettiamo gli eventi e comunque chi vuole vincere prende altre strade non fa dimettere il Presidente di una squadra peraltro della stessa città dico solo bo!!!!!!


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni