Ascoli Calcio: la voce di Pulcinelli su situazione societaria e prossimo match con l'Entella

Marco Amabili

22 Ottobre 2019

Massimo Pulcinelli

Vi proponiamo le dichiarazioni al nostro microfono del patron dell'Ascoli Massimo Pulcinelli al termine della conferenza stampa odierna nella sede di Corso Vittorio Emanuele dopo le dimissioni del presidente Giuliano Tosti ed in vista del prossimo match di campionato in programma Venerdì 25 Ottobre alle ore 21 allo stadio "Del Duca" per la nona giornata del campionato di Serie B.




© Riproduzione riservata

Commenti (35)

Zac28 22 Ottobre 2019 19:23

Ha detto che non spostera' la sede a Roma quindi dove e' il problema?


Giovanni Gennaretti 22 Ottobre 2019 19:57

Noto un Pulcinelli alquanto deluso e scoxxxxto, se si continua di questo andazzo facendo sempre riferimento al passato di qualsiasi genere, ed essere spasmodicamente critici, x una cittadina pur bella come Ascoli il calcio andrà finendo,così l'orgoglio andrà a farsi benedire, che poi se nessuno può o vuol mantenere un giocattolo costoso, vorrei sapere quale è il gusto di quest'orgoglio, l'orgoglio e quello di esserci e partecipare a far qualcosa di grande, no di scappare sempre e comunque, queste non sono garanzie che chiediamo noi tifosi, neanche a questo prezzo va bene, allora speriamo di meritare almeno la C non la A


Camionista bianconero 22 Ottobre 2019 20:25

Non mollare massimo , i frutti verranno!!!!!!! E a noi popolo bianconero basta chiacchiere da parrucchiera e tifiamo solo l'Ascoli calcio! Prima viene l"Ascoli poi l'Ascoli e in fine l'Ascoli! Le chiacchiere lasciamole agli stupidi! Forza Ascoli sempre!


Camionista bianconero 22 Ottobre 2019 20:40

Patron non tradirci e il popolo piceno sarà con te! Tosti fai quello che é bene per l'Ascoli ! Unitisi vince! Basta chiacchiere! Solo l'Ascoli nel cuore!


Arturo 22 Ottobre 2019 21:18

Licenziare in tronco una persona non credo sia da lodare come comportamento. Oltretutto di un impiegato visto gli stipendi che prendono i calciatori.
Quindi nel costo complessivo veramente poca roba.


LORENZO CAPRO' 22 Ottobre 2019 21:23

ABBIAMO FATTO TUTTI BRUTTA FIGURA, ANZI MOLTI DI VOI HANNO FATTO BRUTTA FIGURA, PERCHÉ MOLTI TIFOSI INTELLIGENTI VI HANNO CONSIGLIATO DI ASPETTARE DOMANI PRIMA DI SCRIVERE. QUI È TUTTO PARADOSSALE, VIENE UN GRANDE IMPRENDITORE DA ROMA CHE INVESTE NELL'ASCOLI LIBERANDOCI DA BELLINI, TROVA IL CAMPO GIALLO-BRUCIATO, UNO STADIO FATISCENTE E UNA SQUADRA CHE PRENDE 4 GOAL DALLA VITERBESE. INVESTE NEL MANTO ERBOSO, INVESTE NEI LAVORI DELLO STADIO, CON UN MESE COSTRUISCE UNA SQUADRA DA PLAYOFF E SOPRATTUTTO QUEST'ANNO CI REGALA UNA DELLE 3/4SQUADRE PIÙ FORTI DELLA B, ZANETTI PERMETTENDO.... E NOI CHE FACCIAMO??? INVECE DI RINGRAZIARLO E BACIARE OGNI PASSO DEL SUO CAMMINO CERCANDO DI INCORAGGIARLO E SOSTENERLO, GLI METTIAMO IN GIRO LE SOLITE CATTIVERIE ASCOLANE CHE SOLO NOI SAPPIAMO FARE. CARO MASSIMO NON TI PREOCCUPARE CHE AD ASCOLI ESISTONO ANCHE MIGLIAIA DI TIFOSI CHE APPREZZANO E CHE HANNO RICONOSCENZA, TU VAI AVANTI PER IL TANTO DI BUONO CHE STAI FACENDO E METTI A TACERE I GUFI E MALEFICI CON LE VITTORIE. FINISCO CON UN PENSIERO A GIULIANO: SEI LA PERSONA CHE CI RAPPRESENTA E SEI L'IMPRENDITORE CHE DOPO COSTANTINO E BENIGNI PUÒ RIPORTARE L’ASCOLI IN ALTO, DICIAMO CHE POTRESTI ESSERE IL NUOVO COSTANTINO, NON MOLLARE!!!!


Massi 22 Ottobre 2019 21:34

Carissimo patron Pulcinelli, nessuno sminuisce o mette in dubbio il suo impegno personale ed economico, di questo la ringrazio, ma da ascolano mi permetta di dirle, che lei una persona seria e corretta come l'ex presidente Giuliano Tosti, probabilmente non la incontrerà più nella vita, noi Tosti lo conosciamo bene da quando a Campo Parignano faceva l'operai di bottega, non abbiamo bisogo di conferenze stampa piene di curiosi per capire ciò che è chiaro, se ha preso una decisione del genere ha dei buoni motivi.
A volte il silenzio è la migliore spiegazione.
Le auguro buon lavoro con l'auspicio che i suoi progetti si realizzino.


Ascolano fiero 22 Ottobre 2019 21:49

Tutto bello perfetto e profumatopatron, il signor Tosti può finire nel dimenticatoio, arrivederci e garzie, giusto? Trovo stucchevole far passare una persona di grande cuore e saggezza come un bambino capriccioso, tempo a tempo.
Chi vivrà vedrà


Toni 22 Ottobre 2019 21:56

Camionista bianconero, ma tu sai cosa ha fatto fino ad oggi tosti ogni giorno per l'Ascoli e gli ascolani?


Fra61 22 Ottobre 2019 21:57

Grazie Patron Pulcinelli
Abbiamo vissuto momenti terribili e ben peggiori di questo.
Adesso e' giunta l' ora di ricompattare tutto l' ambiente intorno ai nostri ragazzi.
Facciamogli sentire tutto il nostro calore e la nostra vicinanza
Torneremo a vincere per la nostra gloriosa maglia bianconera con tutta la passione che sempre ha contraddistinto il nostro amore per l'ASCOLI.
Il nostro popolo non molla mai.
Basta critiche inutili e distruttive.
Torniamo a credere nei nostri ragazzi e sono certo che con il nostro calore riusciranno a dimostrare tutto il loro valore e l'attaccamento ai colori bianconeri.
SOLO E SEMPRE FORZA ASCOLI.
NOI SIAMO LA STORIA
FAC


Osservatore 22 Ottobre 2019 22:09

Spett. Le redazione di Piceno time, senza offesa ma volevo chiedere se per voi questa conferenza stampa ha avuto un senso, dato che sono state ripetute 10 volte le stesse domande, riferite al licenziamento del Costantini su argomenti noti da 24 ore, si è parlato di messaggi del telefonino tra patron Pulcinelli e il presidente Tosti, vi sembra normale che i vertici di una società di serie B parlino solo con i messaggi? Non si è parlato né di programmi, né di chi sostituirà Giuliano Tosti nella carica di presidente, non me ne vogliate ma ho il pensiero che per quello che si è ascoltato, sia stata una conferenza stampa inutile e di basso livello giornalistico, il campo ci dirà se la squadra si mister Zanetti risentirà di questi casi societari, se ha capito I motivi delle ultime lezioni subite a cremona, contro il Pescara in casa ed a Verona contro il Chievo. Tra due mesi i risultati della ZAnetti band, determineranno il futuro calcistico e societario del club


Gigi 22 Ottobre 2019 22:14

Scusa Ascolano fiero, se Tosti non vuole passare così come lo descrivi tu, basta cge parli e dica quello che ritiene di dire . Mica gli hanno messo il bavaglio!!


Adex 22 Ottobre 2019 22:44

Forza Massimo non mollare...aggiungo un invito ad una parte dei miei concittadini, basta col passato che torna sempre a galla...


Fab 22 Ottobre 2019 23:33

Grande patron non ci mollare.. Tosti deve metterci la faccia ancor più di lei.. Deve spiegarci le sue dimissioni da ascolano.. Io personalmente se faccia il presidente o no non mi importa più di tanto.. In fondo detiene solo l 8% di azioni


GIA'54 23 Ottobre 2019 00:05

Chi si rispetta sa come farsi rispettare, chi si stima sa come farsi stimare.”


Ze 23 Ottobre 2019 00:15

Tosti non ha fatto una bella figura, ora vincere venerdì diventa d'obbligo


asnkvola 23 Ottobre 2019 00:23

Oh Fab che ti deve spiegare Tosti?Il presidente deve essere il primo della società a sapere quello che succede in essa,qua è stato licenziato un amministratore e lui che era il presidente è stato avvertito a fatto compiuto....A te non sarebbero girate le cosiddette? Lascia stare, Tosti ha ragione al 100 per 100.


MIMMO 23 Ottobre 2019 00:29

Ad Ascoli abbiamo visto con il grande Costantino e recentemente con il Canadese che il presidente è la persona che tira fuori i soldi e comanda, giustamente, all’interno della società. Ricordiamo tutti i nomi e gli incarichi all’interno della società ai tempi di Rozzi. Armillei, Regoli, Panichi, Bruni, tanto per citarne alcuni. Ma chi decideva, comandava e tirava fuori i soldi era solo Rozzi. Ricordo una sua frase storica, “a firmare le cambiali in banca ci vado io non ci va nessun altro”. Come dire che tutte le persone che ho citato sopra contavano nella società come il due a briscola. Con l’ingresso di Pulcinelli la figura del presidente e’ cambiata. Come ha fatto giustamente capire, lui è l’azionista di maggioranza ed e’ lui che finanzia la società. Se ha messo Tosti come presidente non dobbiamo pensare che questa persona all’interno della società può fare e disfare a suo piacimento. È chiaro se c’è da prendere una decisione importante l’ultima parola spetta a Pulcinelli e non a Tosti. Da quando è stata acquistata la società dal canadese non so quante decisioni sono state prese con il placet di Tosti. Secondo il mio avviso Tosti è stato messo lì come figura simbolica di rappresentanza. Come ha ammesso Pulcinelli, per una decisione che sarebbe stata di competenza del Presidente, Tosti è stato informato solo dopo. Lasciando stare il potere che può derivare da una carica e non poterlo esercitare perché n a questa realtà non potrà fare altro on si è azionista di maggioranza e non tira fuori i soldi, ognuno di noi, in base al proprio orgoglio, puo’ rimanere mortificato di fronte ad un potere che ti rimane solo sulla carta. Non conosco la persona Tosti ma, se è un orgoglioso, davanti a questa realtà non potrà fare altro che dimettersi. Pulcinelli ha detto anche che vedrà di trovare una nuova figura per la carica possibilmente all’interno del consiglio di amministrazione. È ovvio che chi comanda sarà giustamente lui e la nuova figura del Presidente dovrà limitarsi solo e unicamente a firmare i documenti approvati, giustamente, da Pulcinelli.


Propugnaculum 23 Ottobre 2019 01:40

Attenzione a non fare la fine di Bellini.
Il vero grande errore di Bellini è stato di non considerare le componenti ascolane della società che via via si sono allontanate. Da qui la spaccatura tra società ed ambiente, le contestazioni etc in un contesto di pochi investimenti e scarsi risultati. Qui investimenti ci sono. Speriamo nei risultati altrimenti è elevato il rischio di spaccatura con l'ambiente e di contestazioni. Situazione che rischia di allontanare investimenti e disamorare i progetti.


Fab 23 Ottobre 2019 07:40

Va bene allora aspetto ora una intervista a Tosti che ci spieghi come stanno veramente le cose e se ci dobbiamo preoccupare di Pulcinelli.. Se tiene veramente ad Ascoli deve uscire allo scoperto


Giovanni 23 Ottobre 2019 08:56

Patron Pulcinelli e Giuliano Tosti sono persone dal carattere opposto, dal modo di fare opposto, proprio per questi motivi potevano continuare ad operare insieme, ma se manca la fiducia da una delle due parti finisce la luna di miele, il silenzio di Tosti è emblematico, chi lo conosce non può non preoccuparsi senza camminare tanto con la fantasia.
Indubbiamente il patron ha avuto al proprio fianco la persona migliore che poteva avere, il lavoro quotidiano che il titolare della Ciam ha svolto è stato impeccabile, irripetibile, i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Ha curato ogni aspetto in maniera maniacale, da quando è mancato il suo occhio, guarda caso le cose hanno iniziato ad andare in maniera diversa, peccato.
L'occhio del padrone ingrassa il cavallo recitava un vecchio detto.
Speriamo che il patron individui una persona altrettanto affidabile e le cose vadano per il verso giusto.
Testa alla partita di venerdì c'è un campionato da giocare.


BÁÁ 23 Ottobre 2019 09:04

Caro Caprò....la figuraccia nn l'hanno fatta gli Ascolani.....ma ki ha dato le dimissioni senza dare una spiegazione al popolo bianconero e ai circa 700 che sono giunti fin a Verona!
Almeno Pulcinelli ( x me un estraneo ) si è recato ad Ascoli x dire la sua.....vera o falsa che sia.....


MIMMO 23 Ottobre 2019 09:33

A volte si scrive qualcosa in modo strambalato e senza senso. Mi capita quando fai le correzioni che si blocca lo schermo e non riesci a far scorrere ciò che hai scritto rischiando di cancellare o incollare cose che non c’entra con il tuo pensiero e si ha difficoltà nel rileggere il contenuto. E ciò che mi è successo in una parte del precedente commento e chiedo scusa a tutti.


ascoli è stata durissima 23 Ottobre 2019 10:05

Tante chiacchiere e i proble mi sono gli stessi che ci sono in ogni società di questo mondo quando un socio ha la maggioranza e gli altri la minoranza.
Evidentemente Tosti si è stufato di decidere ben poco di quello che succede, quindi la sua figura di Presidente è solo simbolica, per questo si è dimesso. Non credo che sia solo per un licenziamento di un dipendente ci saranno sicuramente altr cose sotto. Il resto sono chiacchiere da bar.
A me dispiace che si sia dimesso perché i dissapori tra soci non sono mai una buona cosa, è giusto che Pulcinelli prenda lui le decisioni, speriamo solo che siano quelle giuste.


Algoritmo 23 Ottobre 2019 10:16

Chiaro che Pulcinelli dicendo "eventuale
nuovo Presidente anche esterno" questo
ruolo anche se onorifico (e meriti giusto
rispetto) ai fini decisionali ha poco valore


mirko 23 Ottobre 2019 10:18

Scusate ma anche se si sposta la sede a Roma, dov' è il problema ? ... E' ora o no di uscire da questo provincialismo ed eterno isolamento sociale e di infrastrutture ? .... per fare progetti ambiziosi ci vogliono investimenti e persone che si mettono in gioco rischiando in proprio ... il calcio ormai è questo piaccia o non piaccia .... Basta osservare tutto il panorama calcistico italiano e non mi sembra di trovare tutti questi imprenditori o presidenti legati al territorio .... eccezion fatta con la juve dove c'è la tradizione della famiglia Agnelli. ... Pulcinelli avanti tutta non ti curar di loro e pensa a fare grande la squadra tutto il resto verrà da solo con benefiche ripercussioni anche sul territorio e sulla città ...
Ps ... i geni dei nostri amministratori locali (di tutti i colori) nel tempo hanno distrutto e desertificato uno dei centri storici più belli d'italia creando una città parallela ed inguardabile al battente ... prima si andava in piazza ora si va al centro commerciale ed ai mega store ... Inoltre non sono stati capaci di imporsi per realizzare almeno una superstrada Ascoli Teramo che consentirebbe di raggiungere Roma in meno di due ora ed uscire dall'isolamento .... Ma di che parliamo ....


Forza Ascoli 23 Ottobre 2019 10:35

Nessuno di noi dall' estate 2018 ad un mese fa, poteva immagginare una cosa simile, società fantastica, nome Ascoli calcio, presidente Ascolano, tanto entusiasmo ed in questo campionato la squadra prima in classifica, Patron ambizioso e felice, presidente Ascolano determinato e sempre di basso profilo, sorrisi e foto tra i soci al Del Duca, insomma sembrava quasi quasi tutto troppo bello.
Ora cosa sia successo nelle ultime settimane non lo possiamo sapere, anche se non serve una laurea per trovare un plausibile motivo, ma le illazioni ed i pettegolezzi fanno male all'Ascoli e non portano nulla, come non portano a nulla anzi determinano grandi divisioni, gli schieramenti che prontamente si sono contrapposti, stiamo attenti a non farci strumentalizzare, a dare giudizi affrettati.
Sembra di essere tornati a Giugno 2018, quando quacuno per il dopo Bellini, sponsorizzava per esempio Candeloro e la sua filiera, contro l'arrivo della Brikofer di Pulcinelli (che Tosti voleva fortemente rispetto all'imprenditore Abruzzese) capita nella vita di preferire un cavallo piuttosto che un'altro.
Poi per diversi motivi si cambia idea e si vuol salire sull'altro cavallo, che in realtà arriva primo e vince la corsa, ci sono persone coerenti ed i maestri del triplo salto all'indietro, basta andarsi a leggere alcune cose che venivano scritte a giugno 2018 e quellie che vengono scritte oggi.
Tutto leggittimo e nelle facoltà di qualunque essere umano, cambiare idea, magari oggi per qualcuno che non aspettava altro, Giuliano Tosti è un traditore del popolo Ascolano ( si è dimesso senza dire nulla e senza spiegare il perchè) Patron Pulcinelli ha ragione da vendere ed è il cavallo buono su cui cercare di salire, tra qualche tempo magari per le stesse persone, Patron Pucinelli sarà il cavallo da cui scendere, la vita è fatta così, l'essere umano è fatto così, dispiace perchè Patron Pulcinelli e Giuliano Tosti insieme potevano fare veramente grande l'Ascoli calcio, auspico che non si presino a giochetti di qualcuno che vuole dividere irreparabilmente.
Ringrazio Patron Pulcinelli per aver impedito alla filiera nel 2018 di prendere l'Ascoli calcio, ringrazio il presidente Tosti per quello che ha fatto fino ad ora per l'Ascoli e gli Ascolani, mi auguro che la società non risenta della sua assenza da presidente e che da venerdì possiamo tornare a sorridere con una bella vittoria, lo sperano tutti i tifosi Ascolani innamorati dell'Ascoli calcio.


Camionista bianconero 23 Ottobre 2019 12:08

Toni anche io ammiro Tosti , ma pulcinelli ti ha fatto presidente onorario perché sei Ascolano , non certo per 8%! E se i soldi veri adesso li caccia pulcinelli é giusto che tagli le spese dove é esagerato ( e peggio se si comporta male) ! Io dico restiamo uniti se davero ci teniamo al Ascoli, e smettetela di fare chiacchiere da parrucchiera per favore!


fano 23 Ottobre 2019 12:30

Sulla vicenda Tosti volevo dire la mia. Dalle dichiarazioni ufficiali di Pulcinelli sembra che il patron abbia licenziato un dipendente senza prima avvertire il presidente. Vi sembra una cosa di poco conto? Voi come avreste reagito ? Avreste fatto finta di niente ? E' una cosa gravissima ! Perché qui non c'è solo il fatto di chi mette i soldi comanda e basta ! qui c'è il fatto prima di educazione, poi del rispetto dei ruoli e poi ancora a che tipo di persone vengono fatti queste sgarberie. Alla persona di Tosti è veramente grave !


Luca 23 Ottobre 2019 12:31

Conferenza stampa inutile e dannosa, dato il rapporto che si era instaurato tra Tosti e Pulcinelli dovevano solo vedersi loro due senza nessuno e confrontarsi per decidere cosa fare, poi comunicare le decisioni.qualsiasi esse fossero state.
Tutto quello che è accaduto non porterà nulla di buono, serve solo a chi non aspettava altro, per incendiare i pozzi e creare una guerra nel nome del potere.
Il sinenzio di Tosti è emblematico.


Davidw 23 Ottobre 2019 12:32

Ipotizzo......se tosti s è dimesso x orgoglio....ovvero.....la carica di presidente con poco potere decisionale...avendo soltanto l 8% delle quote societarie e sentendosi troppo.....limitato nel suo campo d azione.....avrebbe potuto fare due cose a mio modestissimo parere.....ringraziare ma declinare la proposta di pulcinelli appena insediatosi lo scorso anno..oppure andare dallo stesso e dire...caro massimo .....sono io che mi voglio comprare fa te il 90%delle tue quote.......se....Ipotizzo caratterialmente è poco incline a fare soltanto da figura da garante solo c i tifosi...era meglio dirlo fin da subito......io non conoscendo nessuno dei due faccio soltanto delle supposizioni e non sapendo ciò che sia realmente accaduto navigo nel mare delle ipotesi.......f.a.c.


asnkvola 23 Ottobre 2019 13:49

Finalmente Fano ha centrato il problema,iniziavo a sospettare che solo io mi sarei risentito.....


Sga 23 Ottobre 2019 16:37

Fano il patron si è scusato più volte ribadendo al presidente tosti di ritirare le dimissioni sulle modalità di licenziamento di Costantini è stato fatto per ridurre i costi giusto o non giusto che sia è pulcinelli che mette mano al portafoglio in tutte le operazioni ha auspicato anche di coinvolgere maggiormente il territorio e che tutti diano il contributo all' ASCOLI CALCIO da cattolica a Porto d'Ascoli noi rappresentiamo le MARCHE e tutte le forze imprenditoriali di questa regione ne devono essere consapevoli forza picchio sempre NOI SIAMO LA STORIA


Invictus 23 Ottobre 2019 17:34

Pulcinelli ha anche dichiarato, se non ho capito male, che i due soci ascolani erano stati avvertiti a giugno della necessità di questo esubero e che se ne sarebbe dovuto occupare il presidente stesso... ma in 4 mesi nulla.


LOLLO57 23 Ottobre 2019 19:16

Non c'è niente di particolare in quello che è successo. Un presidente è responsabile sia dal punto di vista civilistico che penale. Perdendo Tosti la sua persona di fiducia nell'amministrazione della società è giusto che se ne vada per non correre rischi di nessun tipo. La direzione amministrativa e finanziaria finirà ad un uomo di fiducia di Pulcinelli è giusto che il presidente lo faccia un uomo di fiducia di Pulcinelli o Pulcinelli stesso.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni