Ascoli Calcio, Zanetti: ''Pensiamo al campo dopo settimana intensa. Punterò su giocatori esperti''

Redazione Picenotime

24 Ottobre 2019

Paolo Zanetti

L'allenatore dell'Ascoli Paolo Zanetti ha parlato stamane nella sala stampa del Picchio alla vigilia della gara con la VIrtus Entella in programma domani sera per la nona giornata del campionato di Serie B.

“È stata una settimana intensa sotto tanti punti di vista - ha dichiarato Zanetti -. Tosti per noi è una figura importante e positiva, non è però uscito di scena, è ancora al nostro fianco e le vicende societarie ci devono interessare fino ad un certo punto e non dobbiamo crearci alibi. Bisogna pensare al campo, ringrazio sia il patron Pulcinelli che gli ultras che sono venuti a trovarci per darci la sveglia e mostrarci fiducia e vicinanza con grande senso di responsabilità. Sono sicuro che domani sera lo stadio ci inciterà dopo una settimana che può essere considerata “zero”. Siamo chiamati ad andare in campo con una certa mentalità e con positività. Sul piano dei risultati siamo in una fase di crisi ma abbiamo l’opportunità per rimettere tutto a posto. Dobbiamo dimenticare ciò che è stato senza farci troppe domande. Contro l’Entella mi affiderò a giocatori esperti che abbiano coraggio e personalità, proprio coloro che si sono messi in prima linea questa settimana, con cuore ed attaccamento alla maglia, mi serve gente con gli attributi in campo. Perchè cambio tanto a centrocampo? Perchè nessuno mi ha dato la sensazione di essere intoccabile, è un dato di fatto. L'Entella? E' una squadra che sa mettere in difficoltà ogni avversario, pressano e corrono tanto, difendono ed attaccano tutti insieme. Tecnicamente sono comunque alla nostra portata e dovremo far valere questo aspetto”.


CLICCA QUI PER VIDEO INTERVISTA ZANETTI PRE ASCOLI-ENTELLA


© Riproduzione riservata

Commenti (7)

Simone 24 Ottobre 2019 13:25

Fai giocare Piccinocchi


Marco 24 Ottobre 2019 14:06

Bravo mister finalmente hai capito, squadra esperta
in campo basta esperimenti domani conta solo vincere per tornare in alto. Asfaltiamoli sono poca cosa


LORENZO CAPRO' 24 Ottobre 2019 14:42

SPERIAMO CHE AZZECCHI LA FORMAZIONE PER UNA VOLTA, SE A CENTROCAMPO CAMBI TANTO È NORMALE CHE LE RISPOSTE NON CE L'HAI. ZANETTI SVEGLIA, SEI UN BRAVISSIMO ALLENATORE, MA HAI FATTO ERRORI CLAMOROSI, VOGLIO VEDERE SE DOMANI FINALMENTE CI FARAI VEDERE BRLEK. VISTO CHE CAMBI TANTO, IL PIÙ FORTE NON LO FAI GIOCARE MAI. STACCI CON LA TESTA ANCHE SULLE SOSTITUZIONI...


Sandro 24 Ottobre 2019 15:35

Zanetti sveglia chi metti metti hai due squadre da alto livello. Hai l'imbarazzo della scelta non può farci paura l'entella altrimenti meglio non scendere in campo, i giocatori devono correre e non passeggiare come a Verona, la società ha allestito una squadra forte capace di vincere il campionato, Zanetti hail'imbarazzo della scelta se non vinciamo domani contro chi vinciamo?


gigi 24 Ottobre 2019 15:50

Caprò, scusa è, l'hai sentita l'intervista di Zanetti? Se non l'hai sentita di consiglio di farlo, forse capiresti un po' di cose.
Tanto è bella che capita. Qua chi non gioca è sempre il più forte!!
Io non credo che l'allenatore ne capisce meno di te, e soprattutto vede il lavoro di tutti i giorni e se Brlek non ha fino a mo giocato, è perchè forse non lo ritiene ancora pronto.
Uno che è fortissimo, gioca, senza se e senza ma.
Domani ha detto che si affiderà ai più esperti. Quindi mi sembra strano possa mettere Brlek.
E comunque, quando scrivi, anche se Zanetti non ti piace, un po' di rispetto non guasterebbe!!
Stacci con la testa lo puoi dire a tuo figlio, ad un tuo amico.
Almeno io la vedo così.


Gigi 24 Ottobre 2019 16:00

Rispondo a Sandro.
Non giudichiamo l'Entella solo dal nome.
Fino a qualche settimana fa era in cima come noi, è una squadra rognosa che ti fa giocare poco. Io direi di fare attenzione invece, perchè potrebbe essere una partita insidiosa, anche se si chiama Entella.


pippo 25 Ottobre 2019 01:28

Gli sportivi di professione hanno una cattiva abitudine, fanno allenamento durante la settimana e gli allenatori peggio di loro perché non solo stanno li a guidarli ad allenarli e valutarli ma finito il lavoro del campo trascorrono ore con lo staff a lavorare sui dati che hanno raccolto. E come se non bastasse decidono pure chi mandare in campo per la gara, loro, quando basterebbe consultare qualcuno che ha amici vicini al mondo del calcio e farsi dare l'11 titolare. È inaccettabile tutto questo.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni