Guardia Costiera: pesca di frodo, sequestrati 750 chilogrammi di vongole

Redazione Picenotime

31 Ottobre 2019

Nella mattinata odierna militari della Guardia Costiera di Ancona hanno provveduto al sequestro di circa 750 Kg di vongole (denominazione scientifica Chamelea gallina), irregolarmente pescate e trasbordate dalla motobarca che le aveva catturate ad un furgone per la successiva vendita, presumibilmente rivolta a mercati paralleli esterni all’ambito regionale, eludendo in tal modo i sistemi di controllo sanitari e di preservazione della specie ittica.

Al trasgressore sono state elevate n. 4 sanzioni amministrative per un totale di 8.000 € e l’intero pescato è stato sequestrato. Il prodotto ittico in parola, dichiarato vivo e vitale dai veterinari dell’ASUR Marche, intervenuti su richiesta dei militari, è stato tempestivamente rigettato in mare mediante il personale della motovedetta CP 861.

Il risultato odierno, conseguito dal personale della Guardia Costiera, è frutto di una costante attività investigativa volta a debellare la pesca abusiva ed il commercio illegale di prodotto ittico, al fine di assicurare il rispetto delle norme in materia di pesca e rintracciabilità del prodotto, garantendo, al contempo, la salvaguardia della salute pubblica e dell’intero ecosistema marino.



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni