Poste Italiane: 18 sindaci dell'Ascolano a Roma per incontro con premier Conte

Redazione Picenotime

31 Ottobre 2019

Sportelli per prelevare dove ancora non ci sono, automezzi “green”, i POS in comodato gratuito, i programmi di educazione finanziaria e digitale nelle scuole, cassette tecnologiche che indicheranno temperatura e inquinamento.

Sono i nuovi impegni di Poste Italia portati a casa dai sindaci di 18 comuni dell’Ascolano presenti a Roma per un incontro organizzato da Poste Italiane. L'evento si è tenuto all'Eur. Circa quattromila i primi cittadini intervenuti da tutta Italia.

Erano presenti i sindaci e i rappresentanti dei Comuni di Acquasanta Terme, Acquaviva Picena, Arquata del Tronto, Castignano, Castorano, Colli del Tronto, Cossignano, Force, Maltignano, Monsampolo del Tronto, Montalto delle Marche, Montedinove, Montegallo, Offida, Palmiano, Roccafluvione, Rotella, Venarotta.

Ad accogliere i sindaci il premier Giuseppe Conte, sei ministri e l'amministratore delegato di Poste Italiane. La conferma importante è che nessuno degli uffici postali di questi Piccoli Comuni verrà chiuso. Sono poi previsti sportelli Atm dove ancora non ci sono e un generale miglioramento dei servizi. Tra questi, l'arrivo di innovative cassette delle lettere. Di colore rosso, saranno posizionate davanti agli uffici postali e sostituiranno quelle attuali. Grazie a un display digitale, oltre a essere usate per imbucare lettere e raccomandate, misureranno temperatura dell'aria e inquinamento atmosferico.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni