Ascoli-Venezia 1-1, i momenti chiave della partita

Redazione Picenotime

02 Novembre 2019

Ascoli-Venezia 1-1

L'Ascoli pareggia 1-1 al "Del Duca" contro il Venezia nell'undicesima giornata del campionato di Serie B. Al 70' bianconeri in vantaggio con un rigore realizzato da Da Cruz (nella circostanza si innervosisce Ninkovic che avrebbe voluto tirare il penalty con il serbo che chiede subito il cambio). La squadra di Dionisi non demorde e trova il gol nel finale con un colpo di testa del neoentrato Zigoni. Secondo pareggio stagionale per la compagine di Zanetit che sale a quota 17 punti in classifica in vista del prossimo match allo stadio "Scida" di Crotone.




© Riproduzione riservata

Commenti (18)

Tonino 02 Novembre 2019 20:01

Sono molto fiducioso nonostante il pareggio contro il Venezia, primo perchè sono state giocate appena 11 partite, secondo e non meno iportante aspetto, con il nuovo assetto societario decolliamo, il prossimo anno prepariamoci ad andare allo Juventus Stadium. Venerdì infliggeremo al Crotone la terza sconfitta consecutiva e lo scavalchiamo in classifica. F.A.C.


Nicola 02 Novembre 2019 20:23

Sicuro tonino, sicuro.


paul 02 Novembre 2019 20:57

O Tonino c film je vist


Forza Ascoli 02 Novembre 2019 21:56

Ascoltando le varie interviste, ho la sensazione che ci siano molte figure, ma altrettante cose che non funzionano, non mi preoccupa il pareggio contro il Venezia ma la confusione che aleggia intorno alla squara e nello spogliatoio stesso, sembra un film già visto qualche anno fa, spero vivamente di sbagliarmi.


Roy 02 Novembre 2019 22:16

Con teste quali Da Cruz e Ninkovic si andrà mooooolto lontano. Speriamo che non spacchino lo spogliatoio


Enigma 02 Novembre 2019 22:37

...troppi galli nel pollaio,vedo qualcun'altro che ha "intolleranze"...cambio di modulo e bagno l'umiltà cmq i meriti vanno anche al Venezia.


Gianfranco 02 Novembre 2019 23:34

Generalmente il rigorista è già designato dall'allenatore...come si permette Ninkovic di non festeggiare il vantaggio con i compagni e chiedere il cambio???


GIA'54 03 Novembre 2019 02:28

Gianfranco 02 Novembre 2019 23:34
Generalmente il rigorista è già designato dall'allenatore...come si permette Ninkovic di non festeggiare il vantaggio con i compagni e chiedere il cambio??? Risposta:
forse perchè il rigorista già designato era lui.... e conoscendo il carattere di Ninkovic...potrebbe aver chiesto il cambio prima di farsi cacciare...
Non è una assoluzione ma potrebbe essere una (parziale) ciambella di salvataggio offerta proprio dal silenzio del Mister.


Picus 03 Novembre 2019 06:24

Premesso che il pari è giusto, al di là del caos Ninkovic (sospensione senza stipendio per 1 mese se si scusa, fuori rosa fino a gennaio se non si scusa), l'allenatore ha fatto 2 cambi da suicidio distruggendo la squadra in 10 minuti. Come si fa a non mettere dopo il vantaggio 2 elementi di copertura come Troiano o Gerbo o Padoin o anche un difensore. Loro avevano 4 attaccanti...


Silvio 03 Novembre 2019 08:16

Spettacolo indegno!!!!
Squadra senza un gioco , solo Petrucci sa costruire un gioco, troiano esperto ma non costruisce , mister fai 4-4-2 con Petrucci avanti


Michele 03 Novembre 2019 09:16

Forse il riposo forzato di Niko farà bene alla squadra....... con Berlek in posizioni di trequartista non avrà le intuizioni di Niko ma darà più consistenza e continuità ad un reparto, quello del centrocampo , che spesso fa in difficoltà , e non filtra a dovere per la difesa.........


Silvio 03 Novembre 2019 09:40

Ascoltando le dichiarazioni mi sembra che oltre la squadra spezzata , anche il rapporto tra mister e ds è spezzato, Zanetti da responsabilità a Tesoro


Andrea 03 Novembre 2019 10:38

Di solito il vero valore delle squadre esce dopo un certo numero di partite, questo è il nostro valore, centro classifica.
Fino ad ora bbiamo messo in cascina punti, per stare lontano dalla zona retrocessione, speriamo di non scendere sotto i 5 punti dalla zona play out, fondamentale sarà non uscire sconfitti da Crotone e battere il Cosenza dopo la sosta.
Certamente tutto quello che sta accadendo nello spogliatoio non aiuta, sintomo di scarsa personalità di mister e direttore sportivo, che da parte sua ha preso giocatori forti senza logica, se decidi di tenere Ninkovic per valorizzarlo non puoi prendere Da Cruz, prima di crocifiggere Ninkovic contate fino a 100 è il nostro salvadanaio state sottovalutando l'aspetto più importante.
Le parole di mister Zanetti sono emblematiche, c'è una grande confusione nei ruoli e non si capisce chi debba fare cosa.
Ulteriori passi falsi nelle prossime partite rischiamo di far crollate un castello già pericolante.
Anche quest'anno sarà dura ma importante salvarsi perché ognuno va per la propria strada.


Nerio Masia 03 Novembre 2019 12:14

Leggo che alcuni hanno interpretazioni del tipo, il mister scarica su Tesoro.
Io, sinceramente, non credo sia questo che ha detto, lui parla in generale e non sul caso specifico, di componenti, dove ognuno ha le proprie responsabilità, dal presidente fino a lui, ma che le responsabilità di un corretto comportamento in campo, stia ai giocatori stessi, che non sono dei bambini degli allievi, bensì dei professionisti che giocano in serie b.
Non creiamo polemiche inutili


PINO 52 03 Novembre 2019 12:52

Quest'anno non mi sembra che l'Ascoli abbia giocatori scarsi,anzi.Ma vi ricordate la squadra dei playout di due anni fa? Se ci ripenso mi viene la pelle d'oca . Riconosco che l'allenatore pecchi un po' d'inesperienza ma dove sono tutti questi fenomeni in circolazione? Lasciate perdere la serie A e pensiamo di arrivare alla fine poi trarrremo le conclusioni. Ricordate che questa squadra e' sta rifatta quasi di sana pianta .Ciao a tutti e sempre forza Ascoli!!!!!!!!!


Atlascaruso 03 Novembre 2019 12:59

AAA cercasi gioco disperatamente


Fabrizio 03 Novembre 2019 13:23

Ho evitato di esprimere la mia opinione ieri al termine della partita, era troppa la delusione per quello che ho vistoallo stadio, a mente fredda mi sono fatto un'idea, affrontavamo una squadra che gioca un buon calcio e Dionisi non è certo un giovane sprovveduto, il Venezia non si è chiuso come il Pescara, ci ha dato spazio per sviluppare le nostre idee di gioco, ma quali sono le nostre idee e trame di gioco? Ad oggi non ne ho viste, mi auguro di poterle vedere da ora in vanti.
Vado al clima spogliatoio che poi si ripercuote in campo, non me la sento di gettare la croce su Nikola Ninkovic pur condannando il suo voler uscire dal campo, anzi ho visto nella sua vglia di tirare il rigore un atteggiamento da leader quindi positvo, tutti hanno dato addosso a lui, io invece me la prendo con entrambi e ricordo che Da Cruz al di la delle reti che ha segnato (anche grazie a Ninkovic) ovunque è andato ha creato problemi allo spogliatoio, aveva già messo le mani addosso ad un'altro compagno di squadra Gavillon, se devo scegliere tra i due, Ninkovic tutta la vita e darei via Da Cruz a gennaio.
Sulle paroe del mister c'è poco da sindacare, ha detto chiaramente che intorno alla suadra non ci sono persone che fanno bene il loro dovere, allo mi chiedo ma nonabbiamo un presidente, direttore generale, direttore sportivo, team manager? Chi deve "gestire lo spogliatoio"?
Ci sono lacune evidenti, si nota un grande scollamento tra le componenti, non credo che la nomina a presidente del dottor Neri, possa risolvere i veri problemi che affliggono la squadra, serve qualcuno che ogni giorno sta vicino alla squadra e all'allenatore, di quello che abbiamo sentto dal patron Pulcinelli il presidente Neri si occuperà princialmente di relazioni internazionali e partner esteri, quindi se non è capace il direttore sportivo Tesoro è necessario individare una valida alternativa, che deve tra l'altro decidere le strategie nel mercato di Gennaio senza aspettare troppo tempo.


Stefano 03 Novembre 2019 16:55

Voglio dire a tutti di non drammatizzare per il pareggio, l'episodio di Ninkovic facciamolo scivolare senza conseguenze, il talento serbo ci serve per vincere le partite, cresciamo insieme come dice patron Pulcinelli e vedrete che presto saremo in alto, abbiamo le qualità per conquistare subito la serie A ma serve pazienza. FAC


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni