La salute passa dal cibo: 5 abitudini sbagliate da correggere subito

Redazione Picenotime

07 Novembre 2019

Gli italiani si dimostrano sempre più interessati alla tutela della salute, che va salvaguardata sotto molteplici punti di vista. Di certo, tutti sappiamo che uno degli aspetti che impatta di più sul nostro benessere è l’alimentazione. Quindi, la dieta che seguiamo tutti i giorni, può fare una grande differenza in tal senso. Infatti, è importantissimo nutrirsi correttamente e prestare grande attenzione a evitare alcuni errori molto comuni: vediamo di capire meglio di cosa si tratta e come correggerli.

Mangiare cibi pronti e precotti

Non c’è dubbio su un fatto: i cibi precotti sono comodissimi, soprattutto perché possono essere cucinati velocemente e ci consentono di risparmiare parecchio tempo. A quale prezzo, però? Questi alimenti saranno anche rapidi da preparare, ma non sono sani, perché essendo confezionati abbondano di sostanze potenzialmente dannose come gli additivi e i conservanti. Come possiamo sostituirli, adottando una dieta alimentare virtuosa? Ad esempio cucinando più spesso, sfruttando ogni momento libero che abbiamo e congelando le pietanze preparate per poterle usare al momento del bisogno.

Seguire le diete fai da te

Ogni nutrizionista vi dirà che non esiste nulla di più pericoloso di una dieta fai da te, perché il rischio è di adottare un regime alimentare sbilanciato, causando diverse carenze, come quelle vitaminiche. È per questo motivo che le diete improvvisate non andrebbero mai seguite, ma è bene affidarsi a un nutrizionista di fiducia, che saprà valutare la situazione e assegnare la dieta più indicata. In secondo luogo, quando si inizia una dieta, vanno evitati gli alimenti dietetici scadenti. È meglio preferire prodotti per l’alimentazione e la dieta che si possono trovare in farmacia, anche in una online, che risultano sani, equilibrati e con un apporto calorico limitato.

Eccedere con gli aperitivi

Gli aperitivi rappresentano un divertente momento di svago e di relax, ma anche l’occasione perfetta per assumere cibo spazzatura e alcool. Fra salatini, patatine e cocktail, infatti, finiamo per introdurre nel nostro corpo cibi dal basso apporto energetico ma ricchi di grassi e di zuccheri. Di conseguenza, il suggerimento è di non eccedere, limitando il più possibile questo piacevole passatempo.

Etichettare alcuni cibi come “cattivi”

Spesso sul web le notizie vengono travisate ed è facile trovare parecchie inesattezze, tali da dipingere certi cibi come “cattivi”, quando in realtà non lo sono. Qui si fa riferimento ad alimenti come il burro, ma anche le patate e gli arachidi. È ovvio che eccedere non fa mai bene, ma questo discorso vale per qualsiasi alimento, anche per quelli più salutari come la frutta. Con un consumo equilibrato e morigerato, invece, è possibile sfruttare appieno i vantaggi di tutti gli alimenti, allontanando ogni possibile effetto negativo.

Mangiare tanto, poche volte al giorno

Infine, chi mangia poche volte, facendo pasti luculliani, commette un gravissimo errore. Praticamente tutti gli esperti consigliano di fare circa 5 pasti al giorno, in cui consumare porzioni piccole ed equilibrate. Alla fine dei giochi, infatti, nella maggior parte dei casi chi fa pochi pasti finisce per assumere una quantità di cibo (e di calorie) superiore a chi mangia spalmando le porzioni lungo l’intero arco della giornata. Infine, attenzione a non farsi condizionare dalla routine: se non si ha fame, è anche possibile saltare un pasto, perché si vede che in quel momento il nostro corpo non ha bisogno di cibo.



Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni