Ascoli Calcio, Neri a LatteMiele: “Zanetti mai stato in discussione. Regole del club non sono flessibili”

Redazione Picenotime

11 Novembre 2019

Carlo Neri

Il presidente dell'Ascoli Carlo Neri, dopo la sconfitta dell'Ascoli allo "Scida" di Crotone, è intervenuto stasera in diretta alla trasmissione "Radio Goal" condotta da Alberto Crementi e Sandro Conti sulle frequenze dell'emittente radiofonica LatteMiele.

"E' un grande onore per me essere il presidente di questo club. Sono passati appena 15 giorni dalla mia nomina ed ho accettato subito l'incarico nonostante venissimo da tre sconfitte consecutive. La propria squadra, infatti, non si ama solamente nei momenti belli, ma soprattutto quando le cose non vanno tanto bene. Un saluto particolare ai nostri tifosi, che già sono da Serie A, ora dobbiamo attrezzarci noi per diventare da Serie A - ha dichiarato Neri -. Mancano i punti ultimamente ma soprattutto a Crotone è mancata la prestazione, mi sono già scusato con i nostri tifosi che hanno affrontato tanti chilometri per supportare la squadra allo "Scida". Come presidente esigo, quando si va in campo, che ogni singolo giocatore ed ogni componente della Società dia sempre il 100%, anzi come dice il nostro patron il 120%. Si deve uscire dal campo dopo aver dato tutto, soprattutto per una forma di rispetto nei confronti dei tifosi e del sistema di Ascoli, che fa leva su una forte passione. Esperienze calcistiche? Ho giocato a calcio nelle giovanili della Roma, ero una mezzala, quella che una volta veniva definita un numero 10, sono pure allenatore di calcio con patentino attualmente valido anche se da diversi anni mi sono dedicato esclusivamente all'attività di manager, con orgoglio dico però che entrambi i corsi che ho fatto mi hanno visto arrivare primo. Ho già detto al nostro allenatore Zanetti che però non farò mai alcuna intrusione nel piano tecnico. Che consiglio gli ho dato? Lavoro, lavoro e ancora lavoro... Situazione Curva Sud? Ho già incontrato il sindaco Fioravanti e l'assessore Stallone, sono degli interventi che hanno un certo costo, stiamo lavorando anche con istituti finanziari per far sì che al più presto si possa ovviare a questa problematica. Tempistiche? E' ancora presto per parlarne. La Curva Sud dovrà tornare la casa dei nostri tifosi, questo è fondamentale - ha aggiunto il presidente bianconero -. Ninkovic e Da Cruz? Abbiamo usato il "bastone", con multa più sospensione, ma non con intento prettamente punitivo ma per ricordare loro che stanno giocando con una grande squadra. Ninkovic non è un cattivo ragazzo, dobbiamo aiutarlo a crescere ed a diventare un vero professionista. Ricordiamo anche che Ninkovic rappresenta un valore per questa Società, di conseguenza dobbiamo fare il possibile per riportarlo al servizio dell'Ascoli. Tutti si devono uniformare alle regole del club, che non sono flessibili ma che devono essere solamente rispettate, punto. Il mio incarico iniziale è quello di internazionalizzare in giro per il mondo il marchio Ascoli, a beneficio sia del club che di tutto il territorio, con accordi con paesi come la Russia, la Tunisia, l'Egitto, la Bulgaria e gli Emirati Arabi Uniti. In questo momento però devo stare qui a casa, ad Ascoli. Già da mercoledì sarò operativo con una serie di impegni, poi giovedì sera parteciperò ad un evento dei tifosi e venerdì abbiamo il nostro business meeting "Crescere Insieme". Devo intensificare la mia presenza la fianco della squadra, già nei giorni scorsi ho incontrato tutto il nostro staff, dai professionisti in sede fino ai magazzinieri ed alle cuoche del Picchio Village. Posso capire che al momento ci sia un po' di sconforto tra i tifosi ma ribadisco che, attraverso il lavoro, risolveremo le cose. Zanetti? Non è mai stato in discussione, abbiamo un progetto con lui, c'è massima fiducia nel mister e nel suo staff, dobbiamo rimanere uniti e sicuramente i risultati torneranno. Dopo aver parlato con tutti mi sono reso conto che dobbiamo guardare avanti con ottimismo, anche se attualmente i risultati non sono confortanti. L'Ascoli è forte e ci sarà una forte reazione, questa è la strada da percorrere e siamo convinti che sia quella giusta, al netto di alcuni incidenti di percorso che non si dovranno più ripetere. Ricordiamo sempre che la squadra può vincere una partita, ma la Società fa vincere il campionato, senza una Società seria e organizzata non si va da nessuna parte". 


© Riproduzione riservata

Commenti (26)

asnkvola 11 Novembre 2019 21:51

Per ora solo parole,in classifica siamo fuori dai playoff,la punizione a Ninkovic è parsa una vacanza premio,per la curva il comune sta facendo la sua parte visto che la demolisce a spese proprie,non credo che il comune possa prendere un altro mutuo per rifarla,dunque resta solo un affitto dello stadio a lungo termine e rifarla a spese della società visto che per il terremoto sembra che non verrà finanaziata visto che non è stata finanziata nemmeno la messa in sicurezza,per il la cantilena tifoseria da serie A e blablabla lo sentiamo da una vita,meno parole e più fatti che ancora non vediamo.


ermanno 11 Novembre 2019 22:37

Grazie per le belle parole sulla tifoseria e buon lavoro a Lei presidente


PRENESTINO BIANCONERO 11 Novembre 2019 23:53

Primi dopo le cinque giornate, ultimi se si considerano le ultime sette. Se si considera, in aggiunta, che a Crotone si è giocato non peggio che in altre partite che si sono addirittura vinte, forse l'analisi della situazione dovrebbe essere un po' più articolata.


Nazzareno 12 Novembre 2019 00:13

Non vorrei che Ninkovic diventi un valore fine a se stesso che rischia di compromettere le sorti di un campionato e la valorizzazione di altri giocatori. Ovviamente non possiamo sperare in una valorizzazione a scapito del risultato della prima squadra.
Le prestazioni di Ninkovic se lette partendo dallo scorso campionato sono state largamente deludenti e non vedo margini di miglioramento. Purtroppo coccolarlo non serve troppo e mina la credibilità della società.
Su Da Cruz andrebbero presi provvedimenti perché chi rientra alle 9 del mattino dopo essere stato a Crotone merita più rispetto di quello accordato dal pallino del DS.


Atlascaruso 12 Novembre 2019 01:59

La vittoria contro il Cosenza in casa sembra scontata , poi due trasferte proibitive. Arriveremo al giro di boa con gli stessi punti che fece Vivarini l’anno scorso !! Un altro campionato buttato.


Aniello 12 Novembre 2019 07:25

Buongiorno,
Caro Asnkvola seguo questa squadra da 40 anni e a parte l era del mitico Rozzi,non ricordo società all altezza della situazione.
Quella attuale è solida è composta da persone serie
Per lo stadio anch esso molto vecchio ma con la ricostruzione della tribuna si è iniziato un bel progetto,rifare la curva Sud è un bell investimento e bisogna dare tempo a società e comune per reperire i fondi necessari.
Per quanto riguarda i tifosi è vero siamo da serie A anche nelle critiche a mio avviso esagerate anche quando non ce n è bisogno .

Sempre Forza Ascoli Calcio

Aniello da Napoli


Ascoli solo Ascoli 12 Novembre 2019 08:37

Servono i fatti. Basta con le lusinghe sui tifosi da serie A
Mica siamo stupidi, il comune sta facendo il suo Per smantellare la mitica curva sud , ma per ricostruirla.? La società dica tempi e modi e ripeto basta parole


San Marco 12 Novembre 2019 09:07

asnkvola, non mi pare ci sia la fila per prendere l'Ascoli Calcio in Corso Vittorio Emanuele ... Dammi retta teniamoci stretti e forte questa dirigenza perchè altrimenti la vedo molto ma molto brutta... !! Guardiamo in faccia la realtà, nel calcio oggi non investe piu' nessuno .Denari a fondo perduto e le prove incontrovertibili sono le crisi per non dire i drammi che hanno vissuto e/o stanno vivendo societa' blasonate e con bacini di utenza molto piu' grandi del nostro come Milan, Palermo, Fiorentina, Parma,Cesena, Bari, Avellino, Reggiana , Vicenza , Reggina, Messina, Catania , Modena, Triestina ecc, ecc. Noi negli ultimi anni lo abbiamo toccato con mano, Benigni che si e' svenato per la nostra squadra e Bellini che pur con una immensa forza economica ha levato le tende dopo un paio di anni durante i quali oltretutto ha sempre contestato ogni cosa. Voglio chiudere questa mia riflessione auspicando un maggiore coinvolgimento nella società di imprenditori locali e questo mi pare è quanto sta cercando di fare la attuale dirigenza alla quale personalmente rivolgo il mio piu' sentito ringraziamento per quanto stanno facendo e faranno.Sempre ForzaAscoli.


Giovanni Gennaretti 12 Novembre 2019 09:43

Presidente di parole e buoni propositi, finora ne sono state/i detti tanti, lo sappiamo, è stato sviscerato tutto, si riparta subito da dove si è individuato il problema, serve presenza diretta ed incisiva nello spogliatoio, si pretenda di giocare al calcio, basta, i risultati si vedranno tra 3 o 4 partite, inutili i proclami se prima non si vedono i fatti, la lettera A io la toglierei sia come riferimenti che come obbiettivi, realisticamente parlando, allenatore ad inizio di un ciclo, giocatori con (alcuni) comportamenti approssimativi, meritevoli di avere modi comportamentali più consoni, al lavoro o al divertimento che svolgono, si pensi all'obbiettivo primario prima una buona salvezza, da raggiungere il più presto possibile, il resto è acqua cheta. Forza beneamato Ascoli, tu rimani il resto passa


emidio 12 Novembre 2019 09:46


tutta questa enfasi nel voler confermare Zanetti oramai l’hanno capita pure i muri che è rivolta alla squadra e non ai tifosi ma tutto inutile, avreste fatto meglio ad essere prudenti nelle dichiarazioni, i giocatori non riconoscono la guida dell’allenatore non reputandolo all’altezza del compito, è troppo inesperto, esonero solo rimandato mentre si potevano sfruttare queste due settimane per dare modo ad un allenatore esperto di iniziare a metterci riparo un Castori o profilo simile pur con tutti i limiti di una squadra male assortita, potrebbe rimediare nell’attesa di gennaio dove il Direttore Tesoro credo si debba far perdonare delle scelte scellerate fatte quest’estate rinunciando a giocatori fra in migliori lo scorso anno per prendere giocatori inutili, Vivarini non è stato cacciato dalla piazza, ma da voi perché ha capito presto che le nozze con i fichi secchi non riescono sempre


cino lillo del duca 12 Novembre 2019 11:58

atlascaruso la vittoria in casa con il cosenza è scontata da che coca lo deduci cosi' x curiosita' fammelo sapere grazie ,anche con pescara e venezia erano scontate e abbiamo fatto un punto su sei disponibili,testa bassa e pedalare e scrivete meno caxxate che questa squadra è sopravvalutata sono 3 mesi che lo scrivo


asnkvola 12 Novembre 2019 13:17

l'Empoli ha esonerato l'allenatore,su fanno poche chiacchiere e tanti fatti.FAC.


Marco 12 Novembre 2019 13:40

Dottor Neri, dalla sua intervista traggo delle conclusioni molto chiare, prima di tutto, la società ha tanti problemi e lei è stato chiamato a sistemarli, ricordo anche le sue dichiarazioni subito dopo la nomina, " lascerò una società migliore di come l'ho trovata" evidentemente per patron Pulcinelli le cose non funzionano, ed ha pienamente ragione, si vede.
Per la squadra, gli episodi di nervosismo tra giocatori non sono fatti isolati fine a se stessi, ma la conseguenza di uno spogliatoio diviso che non segue più il mister, lo dimostrano le prestazioni, pensare di rimettere apposto un vaso rotto è una illusione.
Quando dice che i tifosi sono da serie A, mentre la società ci deve diventare, fa un gran complimento agli ascolani, come del resto tutti i suoi predecessori, che hanno detto le stesse identiche cose.
Sul discorso nuova Curva Sud, a tutti piacerebbe, ma eviterei di fare promesse, soprattutto quando si ha a che fate con la politica, la curva sud non è la cosa prioritaria in città, il comune ha già fatto una cosa straordinaria, a mettere fondi pubblici per demolirla, ci sono cose più urgenti e di pubblica utilità da finanziare, il Del Duca al momento ha i posti abbondantemente disponibili, per gli spettatori presenti, è stata coperta la tribuna Ovest, c'è la curva nord con 5000 posti, c'è la nuova tribuna Mazzone, un settore coperto e molto accogliente per i tifosi.
Piuttosto, ervono risorse per rinforzate la rosa, il campionato è difficile e servono giocatori veri per raggiungere certi traguardi.
A gennaio dovrete fare scelte precise, sfoltire la rosa mandando via chi crea problemi e non serve, facendo acquisti mirati.
Buon lavoro


Algoritmo 12 Novembre 2019 14:13

Un punto dai plai off, dove sta il problema,
battere il Cosenza e si torna in corsa FAC!


paul 12 Novembre 2019 15:04

Non vorrei sparare sulla croce rossa, ma se la società non si mette in testa di cambiare l'allenatore la discesa è irreversibile.Il resto sono chiacchiere.


Andrea 12 Novembre 2019 15:08

Sono entusiasta e particolarmente colpito dal presidente Neri, molto deciso e competente, in questa fase per sfortuna risultati non sono quelli sperati, ma abbiamo uno squadrone, un allenatore bravo che ci porta in serie A.
Faremo del Cosenza un sol boccone, presto torniamo in vetta alla classifica, alla fine del campionato andiamo in serie A, non può sfuggirci, San Siro rifatti il look, stiamo arrivando.
Grandissimo patron Pulcinelli facci sognare


Pietro 12 Novembre 2019 15:08

Ribadisco, il problema è che non si vede un minimo di organizzazione di gioco ed è questo il campanello di allarme che dovrebbe suonare in seno alla società Ascoli Calcio. Se si perdessero le partite per sfortuna ma la squadra meritasse comunque applausi sarei d'accordo ma il problema è assai più grave! Non so cosa può succedere per tramutare una squadra di svogliati e distratti in una attenta ed organizzata.


ASCOLI NEL CUORE 12 Novembre 2019 15:27

Zanetti mai in discussione? Se a voi piace assistere a partite squallide come le 12 disputate ....a noi no. Se il NON GIOCO della squadra non dipende da Zanetti allora di chi è la colpa? Di noi tifosi?


Aniello 12 Novembre 2019 20:59

Buonasera,
Non essendo di Ascoli ma seguo la squadra comunque e mi piace leggere i commenti dei tifosi
Vorrei fare soltanto una domanda
Per Emidio
Quando dice che Tesoro ha fatto scelte scellerate e inutili,per quanto riguarda gli acquisti forse qualcuno poteva risparmiarselo ma ha preso anche ottimi calciatori.
Ma la domanda è questa
Quali dei calciatori ceduti dovremmo rimpiangere ?

Grazie
Sempre Forza Ascoli Calcio

Aniello da Napoli


settembre 12 Novembre 2019 22:56

Squadra sopravvalutata, soprattutto dai tifosi che quindi si devono assumere la loro parte di responsabilità, in attacco non siamo più forti dello scorso anno dove Beretta e lo stesso Rosseti hanno svolto un grande lavoro al servizio della squadra e non di se stessi come fanno Scamacca e lo stesso Da Cruz, a centrocampo sono andati via Addae e Frattesi al loro posto giocatori mediocri come Petrucci e Piccinocchi o Gerbo, la difesa è più o meno la stessa, il portiere è nella norma mentre l'anno scorso era insufficiente, in conclusione non si capisce da dove provenisse tanto entusiasmo che però fa ora i conti con la dura realtà del campo. Tanti giocatori in rosa non tengono alla maglia e si sono montati la testa, a questo punto ci vuole un allenatore alla Cosmi o alla Castori per riportarli con i piedi per terra e far capire loro che chi indossa questa maglia deve sputare sangue sul campo finchè non si raggiunge ll risultato.


Giggi 12 Novembre 2019 23:14

Vai grandissimo presidente, siamo in serie B solo di passaggio portaci allo Juventus stadium a sfidare CR7


Oscar Di Buo' 13 Novembre 2019 08:27

Caro, presidente non sono d'accordo Zanetti non riesce a tenere in pugno lo spogliatoio e di conseguenza la squadra non gioca, è senza grinta, in più a Cremona, Chievo, ed in casa con il Venezia non ha azzeccato i cambi, purtroppo non ha l'esperienza per gestire calciatori di questo calibro, per me andava cambiato adesso, la classifica parla chiaro, ultime 7 partite SOLO 5 PUNTI MEDIA RETROCESSIONE!!!!


Trieste Bianconera 13 Novembre 2019 08:29

A parte le consuete parole sulla tifoseria


Rico 13 Novembre 2019 09:32

Grazie Presidente e buon lavoro. Forza squadra, forza Società, forza tifosi, forza territorio insomma solo e sempre FORZA ASCOLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII


Trieste Bianconera 13 Novembre 2019 17:51

Si sentono le consuete parole sulla tifoseria e a sentire la dirigenza sembra che vada tutto bene. Dopo Empoli, Frosinone e Benevento siamo la 4.a squadra come valore di mercato quindi ci si aspetterebbe una classifica ben diversa dalla attuale ma soprattutto un gioco che per ora non c'è.
Abbiamo 2 dico 2 punti in più dell'anno scorso e come si è già esaminato nelle ultime 7 partite abbiamo fatto solo 5 punti.
Se si leggono gli interventi di tutti noi tifosi si capisce che la delusione più che nei punti in classifica viene dall'assenza di schemi di gioco. Poi ho volutamente tralasciato i commenti ironici sulla gestione di Ninkovic in attesa di vedere se migliorerà o peggiorerà i suoi comportamenti (anche se espresso da lui un po' bruscamente sono d'accordo con l'amico Asnkvola e a suo tempo Lupo Bianconero). Speriamo che si migliori sotto il profilo del gioco ma non vorrei che continuando così si scivoli verso il basso e solo con una classifica deficitaria si prendano provvedimenti troppo tardi. Sempre e dovunque Forza Ascoli


Atlascaruso 14 Novembre 2019 09:57

Sono d’accordo con l’ultimo
Messaggio scritto ! Hai provato a levare i 5 milioni di euro che è valutato Gravillon? Dove ci collochiamo adesso?


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni