Serie B, Var in tutte le partite della prossima stagione. La voce del designatore Morganti

Marco Amabili

26 Novembre 2019

Emidio Morganti

L'assemblea della Lega di Serie B dello scorso 19 Novembre ha ufficializzato l'utilizzo del Var in tutte le gare del prossimo campionato cadetto 2020/2021, cominciando dai playoff/playout del torneo in corso (CLICCA QUI PER DETTAGLI). Ne ha parlato al nostro microfono il designatore della CAN (Commissione Arbitri Nazionale) di Serie B, l'ascolano Emidio Morganti.




© Riproduzione riservata

Commenti (8)

LORENZO CAPRO' 25 Novembre 2019 19:10

GRANDISSIMO MIMI'


Ze 25 Novembre 2019 20:47

Quoto Caprò


ermanno 25 Novembre 2019 20:59

Intervista molto interessante, bravo Marco e bravo Mimì


Ze 25 Novembre 2019 21:01

Comunque nel 2019 la tecnologia deve fare parte del gioco, un arbitro è ormai inadeguato e gli errori vengono messi in luce inesorabilmente Facendo fare spesso figure barbine ai direttori di gara. Enorme poi il deterrente per i cascatori da area, credo che con la var ieri il giocatore del cosenza non avrebbe rischiato a lasciarsi andare come una pera cotta. Importante è anche limitare gli arbitri "protagonisti" sempre sgraditi a chi va a vedere la partita e non certo l'arbitro.


lo Spaccassassi 25 Novembre 2019 21:46

Diciamocela tutta, per me l'arbitro deve avere la stessa valenza del raccattapalle e come obbiettivo solo il giusto funzionamento della partita. la var lascia poco spazio alla fantasia, alla simpatia degli arbitri così come dovrebbe essere. spero che la var prenda piede e anche totalmente evitando le situazioni di arroganza che spesso vediamo esercitare da modesti uomini in nero. Siccome le partite si possono condizionare con tanti piccoli e secondari interventi la var dev'essere sempre predominante ed il direttore di gara solo un messaggero di un team di professionisti che decidono e si occupano di fare funzionare il tutto nel giusto. Mimì fattene una ragione, il calcio sta cambiando in fretta e quella casta è destinata a scomparire. Ricorda sempre che nessuno va allo stadio per vedere i raccattapalle o l'arbitro. Capito questo capito tutto


Lex dura lex 25 Novembre 2019 23:26

Bella e interessante intervista a uno dei massimi dirigenti nazionali molto stimato da tutto l ambiente calcistico nazionale. Sono orgoglioso da ascolano che un nostro concittadino ricopra un incarico così prestigioso non per niente in nostro Mimì prima di chiudere la sua luminosa carriera ha diretto i più importanti incontri della nostra serie A e premiato per diversi anni come il numero uno della CAN. Bravo e sempre FORZA ASCOLI


pippo 26 Novembre 2019 10:48

Un ascolano di cui essere fieri.


Giuseppe da Cagliari 26 Novembre 2019 13:20

Negli ultimi due anni fa veniva criticato ed anche offeso per le designazioni a noi non gradite adesso e in santo. Per me è stato un grande arbitro adesso e un ottimo designatore sennò non lo sceglievano.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni