Genoa-Ascoli, Pulcinelli pre gara: “Con Zanetti feeling fantastico. Lavoriamo un passo alla volta”

Redazione Picenotime

03 Dicembre 2019

Massimo Pulcinelli

Il patron dell'Ascoli Calcio Massimo Pulcinelli ha parlato al microfono di Rai Sport nella sala stampa dello stadio "Ferraris" a pochi minuti dall'inizio del match di Coppa Italia contro il Genoa.

"E' un occasione importante per noi e cerchiamo di giocarcela - ha dichiarato Pulcinelli -. La differenza ci sarà tra le due squadre ma ce la giochiamo. Ieri, nel ritiro romano, ho chiesto ai ragazzi massimo impegno e concentrazione, credendo nei loro mezzi visto che singolarmente sono bravissimi. Se riescono a trovarsi ed a fare qualche centimetro in più gli uni per gli altri, magari riescono a portare a casa qualcosa di importante. Inizio di stagione? Sono soddisfatto, ci sono state fasi altalenanti, alla quinta giornata eravamo primi in classifica, ora siamo nella zona dei playoff. Sono convinto che questa squadra possa darci qualcosa in più ma ci sono almeno 15 compagini brave come noi o più di noi. In 5 punti troviamo 15 squadre, è come se il campionato di Serie B dovesse ancora iniziare. Il mio sogno? Arrivare in cielo, ovvero in Serie A, sono molto ambizioso. Lavoriamo un passo alla volta, l'anno scorso abbiamo fatto un campionato di metà classifica, quest'anno lavoriamo per raggiungere i playoff, per noi sarebbe un grandissimo risultato già parteciparci. Poi vedremo se, pian piano, riusciremo a diventare una società più attrezzata e organizzata per ambire a qualcosa di più. Dove dobbiamo migliorare? In tutte le fasi, quella difensiva, a centrocampo dove a volte ho visto qualche buco e magari fare qualche gol in più. Solitamente, per vincere le partite, bisogna fare un gol in più dell'avversario. Contro il Cosenza ci siamo riusciti nonostante fossimo sotto di due reti, con la Salernitana invece abbiamo pareggiato 1-1. Zanetti? Con lui ho un feeling fantastico, è stato amore a prima vista, da quando abbiamo fatto il nostro primo colloquio. Ci troviamo fantasticamente, con tantissima stima reciproca, non credo che ci saranno mai problemi tra noi", ha concluso Pulcinelli che poi ha lanciato un appello per acquistare una Stella di Natale AIL in tutte le piazze d'Italia nel weekend dal 6 all'8 Dicembre per sostenere la ricerca contro le leucemie.


© Riproduzione riservata

Commenti (3)

Atlascaruso 03 Dicembre 2019 20:15

Fuori dalla coppa , era ora ! Adesso testa solo al campionato ! FAC


Giovanni Gennaretti 03 Dicembre 2019 20:40

Preside' tenga pure Zanetti, programmate il futuro un passo alla volta, come giusto che sia, ma il non gioco di Zanetti non si può vedere mi creda si si contano undici bianconeri in campo, ma il gioco del calcio è tutt'altra cosa, questa è un'ammucchiata alla volemose bene, primi tempi sempre nella nostra meta' campo, secondo tempi qualcuno prova ad allungarsi,ma poi? Passaggi tra compagni non se ne azzecca uno , oggi con una palla alta in area in tre di testa come si gioca all'oratorio , morale? Beccato il secondo gol. Mi auguro x il bene del calcio italiano che Zanetti rimanga all'Ascoli, almeno è circoscritto li e che non vada a fare danni in giro x l'Italia, ma che presunzione ha di fare carriera, Dispiace vedere questo povero Ascoli che con qualche giocatore buono che ha non meriti un gioco normale non migliore ma dico normale, sa cosa ho visto questa sera che l'allenatore ha un anno fortunato, se era un anno no' già stavamo in C, invece quest'anno lui a più cxxxo che anima, mi scusi.


MIMMO 04 Dicembre 2019 07:28

Carissimo Patron, come hai detto, lasci lavorare serenamente Zanetti e cercate a Gennaio di migliorare la squadra nei reparti oggi più deboli. Negli ultimi 10 anni l’Ascoli ha quasi cambiato più allenatori che giocatori. Forse tranne Petrone, poi esonerato, nessuno è rimasto più di un’anno. Gli esoneri durante l’anno non si contano. Con quali risultati? Abbiamo lottato tutti gli anni per non retrocedere. Quest’anno la piazza si è illusa di poter conquistare la serie A diretta. Ad oggi credo che la squadra, al di là delle critiche che si possa muovere a Zanetti, non sia all’altezza di salire in serie A in un campionato peraltro di livello mediocre con squadre che salgono e scendono in una o due partite. A Gennaio ci sarà Ciciretti, che ritengo molto forte ma non ha certamente i 90 minuti nelle gambe, che vuole andare via da Napoli. Sicuramente sarà svenduto. Portalo ad Ascoli, potrà essere una risorsa per il futuro quando ci lasceranno Scamacca e Da Cruz, se tornerà ad essere quello di Benevento.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni