Serie B, ottimi numeri dal bilancio integrato Figc. Balata: “Lavoriamo ogni giorno per crescere”

Redazione Picenotime

05 Dicembre 2019

Foto da Legab.it

Sono numeri confortanti, anzi molto buoni quelli che escono dal bilancio integrato della Figc , il rapporto editoriale che rappresenta l’evoluzione del bilancio sociale e illustra i principali programmi strategici della Federazione, il loro potenziamento e i risultati raggiunti nel 2018 da tutto il movimento calcistico professionistico.

E il secondo campionato italiano registra tanti + quante sono le colonnine che lo riguardano. Lo fa nel pubblico, in crescita del 5,8% rispetto alla stagione 2016/17, nelle calciatrici tesserate arrivate a 1.231, cioè +661 rispetto a due annate prima; quindi nelle aree corporate e accoglienza: +31% gli skybox presenti e +17,7% i metri quadri di aree hospitality negli stadi. Infine il gradimento: la Serie BKT è il terzo campionato che genera maggiore interesse fra i tifosi dopo la Serie A e la Premier League e naturalmente dopo le coppe europee e le competizioni della nazionale: 29% gli italiani affascinati da questo torneo, che diventano il 42 nel cluster degli italiani interessati al calcio.

Naturale la soddisfazione del presidente della Lega B Mauro Balata: "Lavoriamo ogni giorno per crescere, insieme alla struttura e ai club. I numeri, che non sono tutto ma sono comunque importanti, parlano chiaro e ne siamo contenti. C’è ancora moto da fare e le sfide future sono tante, prima di tutto quella della sostenibilità, un aspetto fondamentale per garantire continuità nel rispetto della storia e dei tifosi di ogni piazza calcistica".

Il bilancio integrato dice anche che il calcio rappresenta il principale sport italiano: 4,6 milioni di praticanti, 1,4 milioni di tesserati per la Figc, quasi 570 mila partite ufficiali disputate ogni anno. Anche dal punto di vista dell’interesse generato il calcio rappresenta la piu’ grande passione degli italiani: infatti 32,4 milioni di italiani si dichiarano interessati a questo sport. Dal punto di vista economico il fatturato generato dal settore calcio e’ stimabile in 4,7 miliardi di euro: il 12% del Pil del calcio mondiale viene prodotto nel nostro paese. Ancora più rilevante risulta l’analisi dell’impatto socio economico generato dal sistema calcio: l’analisi ha definito il rilevante impatto socio-economico del calcio italiano, che risulta pari nel 2017/2018 a oltre tre miliardi di euro, dato che considera l’indotto economico, nonchè quello sociale e sanitario. Dati commentati dal presidente della Federazione Gabriele Gravina: “Nel risultato finale del Bilancio Integrato, al di là dei numeri, emerge un mondo che ha un perimetro molto ampio e all’interno di questo perimetro c’è tantissimo impegno, voglia di dare un contributo importante per la crescita del gioco, della difesa e della tutela del mondo del calcio per continuare a dimostrare che il calcio e’ un grande veicolo di sviluppo, di inclusione e di socializzazione“.

Sono 3 le squadre che puntano al ritorno al gol nella prossima giornata in stadi per ora considerati tabù: il Venezia non va in rete a Pescara da 368 minuti, il Livorno al Picco da 310 minuti mentre la Cremonese non ha mai violato la porta del Chievo al "Bentegodi". Ecco le altre curiosità sul prossimo turno di campionato segnalate da Football Data:

8/9 Gol assicurati al Castellani tra Empoli ed Ascoli: toscani a porta aperta da 8 turni (15 gol al passivo), marchigiani da 9 (14 reti subite).

3 Le squadre che hanno una lunga astinenza al gol sui campi dove giocheranno in questo weekend: Venezia a secco a Pescara da 368’ (ultima rete di Di Napoli in Pescara-Venezia 2-3 nella B 2000/01), Livorno senza reti a La Spezia da 310’ (ultima rete di Belingheri al 50’ nel 2-1 amaranto della B 2012/13), Cremonese addirittura senza gol nei 3 precedenti a casa del Chievo Verona.

11/5 Cooperative a confronto tra Pisa ed Entella: i nerazzurri hanno segnato con 11 giocatori diversi (come Benevento e Pordenone), solo con 5 elementi i liguri (come il Livorno).

1,82/1,25 Rendimento opposto per gli allenatori di Pordenone e Crotone nel mese di dicembre: vola Tesser con 1,82 punti/partita, Stroppa invece vuole migliorare il suo rendimento di 1,25 e continuare a far volare il sodalizio calabrese.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni