Ascoli Calcio, Zanetti: “Vogliamo restare attaccati al treno playoff, ad Empoli servirà gara straordinaria”

Redazione Picenotime

06 Dicembre 2019

Paolo Zanetti

L'allenatore dell'Ascoli Paolo Zanetti, attraverso il sito ufficiale del club bianconero, ha presentato il match con l'Empoli in programma domani pomeriggio allo stadio "Castellani" per la quindicesima giornata del campionato di Serie B.


"E' stata una settimana diversa dalle altre, otto giorni di ritiro sono tanti, è vero, ma la partita di domani è veramente importante. Affrontare un avversario forte come l'Empoli potrà darci mille motivazioni, avremo la voglia giusta per fare bene e per portare a casa la partita. Siamo reduci da due prestazioni molto buone anche se non è bastato per superare il turno di Coppa. Fisicamente stiamo benissimo, col Genoa sono state fatte scelte di turn over proprio per non avere strascichi, la maggior parte dei giocatori che impiegherò domani, infatti, sarà fresca. Abbiamo preparato la partita per cercare di far male all'Empoli, una squadra per la quale nutriamo comunque grandissimo rispetto perché ha uno dei migliori organici del campionato. Dovremo essere all'altezza della situazione, sappiamo che siamo in grado di poter fare una grande partita".

Che risposte ha avuto dai calciatori impiegati al Ferraris?

"Risposte ottime, molto positive da parte di tanti, hanno dimostrato che tengono alla causa e che su di loro posso fare affidamento; questo è un aspetto molto importante, considero gran parte di quelli scesi in campo a Genova come titolari aggiunti, anche se in questo momento sto facendo altre scelte. Si allenano tutti bene e si fanno trovare pronti".

A questo punto del campionato si aspettava un Empoli nella zona centrale della classifica?

"Un conto è il calcio sulla carta e un conto è il campo; è quest'ultimo a dover parlare. L'Empoli è una squadra costruita per stare in alto, ha avuto periodo di flessione, ma ha tutto il tempo per rifarsi; la classifica che conterà sarà quella di marzo-aprile. Quello di B è un campionato molto equilibrato e livellato verso l'alto, ogni partita è una battaglia e mi aspetto un torneo aperto fino alla fine".

Empoli è la piazza in cui ha militato da calciatore prima di approdare all'Ascoli: che emozioni vivrà al Castellani?

"Torno con grande piacere, l'Empoli è la squadra con cui ho vinto un campionato di B e ottenuto una salvezza in A, ho bei ricordi e spero di averne lasciati di buoni anche alla piazza; sono già tornato ad Empoli da calciatore, ma domani sarà la prima volta da allenatore, lì ho tanti amici, ma, al di là degli aspetti emozionali, mi interessano il presente e le sorti dell'Ascoli".


Il suo collega Muzzi vuole un Empoli che dal punto di vista dell'atteggiamento giochi la partita della vita. Lei che Ascoli si aspetta?

"Conosco Muzzi, abbiamo fatto il master insieme, è un allenatore bravo che rivedrò con piacere. Anche io dalla mia squadra mi aspetto lo stesso atteggiamento, il girone di andata ha dimostrato che, quando c'eravamo con la testa, abbiamo giocato buone partite ottenendo anche vittorie; quando invece siamo stati approssimativi abbiamo pagato dazio. Dai miei ragazzi mi aspetto la voglia di fare la partita e di andare a vincere, con tutto il dovuto rispetto per un avversario forte. Affronteremo un organico di livello così alto che servirà tirare fuori il 101% perché contro l'Empoli il 99% non basterà. Servirà la partita straordinaria perché vogliamo restare attaccati al treno playoff".


© Riproduzione riservata

Commenti (5)

Giovanni Gennaretti 06 Dicembre 2019 17:46

Già, fa bene Zanetti a puntare subito con Ninkovic, così regaliamo il primo tempo anche all'Empoli, io pure sono x la par condition, giocatori tipo Gerbo più in forma del serbo no, giusto altrimenti sfigura, che avrà mai fatto x meritarsi il posto da titolare, l'Ascoli gioca meglio quando esce, però vabbè lo vedo solo io, xché lui poi che prima sarà un campione. Comunque Zanetti lei è un inguaribile ottimista vede solo lei e pochi intimi, giocar bene l'Ascoli dal primo al novantesimo minutocon gioco spumeggiante e propositivo.


Algoritmo 06 Dicembre 2019 20:39

Sarebbe bello rivedere subito squadra
più d'attacco come quella messa su con
coraggio dal Mister nei secondi tempi !


remo 06 Dicembre 2019 20:52

Daje mister che domani si sbanca il Castellani, dai dai dai, FAC!!!


pippo 06 Dicembre 2019 23:39

É sempre curioso notare come un uomo che di mestiere trascorre ore e ore con un gruppo di uomini che poi deve scegliere vede e capisce meno di altri che questi stessi uomini li vedono 90 minuti a settimana. Il serbo non raccoglie da sempre le mie simpatie ma spero sistematicamente che mi smentisca e rispetto il lavoro degli altri.


Propugnaculum 07 Dicembre 2019 09:29

Dobbiamo stare attaccati al treno.... è un non obiettivo ....cosa significa? Che comando è? L'obiettivo deve essere secondo posto e giocare per raggiungerlo....i mezzi ci sono occorre consapevolezza ma se ti dai obiettivi minimi non la acquisisci . Occorre ardire


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni