Calcio Terza Categoria: arbitro aggredito, nota ufficiale della Rotellese: “Nessun nostro tesserato coinvolto”

Redazione Picenotime

10 Dicembre 2019

Pubblichiamo integralmente la nota ufficiale dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Rotellese in merito a quanto successo nel match del campionato di Terza Categoria dello scorso 7 Dicembre, quando un giocatore del Roccafluvione, dopo un'espulsione, ha spintonato il direttore di gara contro lo stipite di una porta degli spogliatoi provocandogli lesioni ed ematomi guaribili in 7 giorni.

"L’Associazione Sportiva Dilettantistica Rotellese In merito a quanto accaduto nella gara disputata il 7 Dicembre 2019 a Rotella tra la nostra società e quella del Roccafluvione precisa che nessun tesserato o dirigente della squadra, presenti sul rettangolo da giuoco al momento dei fatti, più precisamente, alla fine del primo tempo di gara, sia coinvolto in nessun modo su quanto accaduto.

Si precisa inoltre che al momento dei fatti il nostro dirigente ufficiale tentava in tutti i modi di agevolare l’arbitro nel rientro negli spogliatoi dato lo stato di tensione che si era creato tra il direttore di gara e alcuni giocatori della squadra ospite a seguito di un provvedimento disciplinare preso nei confronti di uno di loro.

Nonostante tutto nutriamo un certo disappunto su alcune dicerie o notizie poco chiare che abbiano potuto far pensare minimamente che un nostro tesserato abbia potuto provocare lesioni al direttore di gara.

Invitiamo pertanto a chi divulga, senza alcuna fondatezza dato che non erano presenti, delle notizie poco chiare o addirittura diverse dalla realtà dei fatti, ad astenersi da fare ciò.

Meritiamo rispetto come rappresentanti di una società che si prodiga ogni giorno per poter portare un pò di calcio nel nostro piccolo paese, meritano rispetto i nostri tesserati sempre corretti e meritano rispetto i nostri concittadini in quanto poter lasciar pensare di Rotella come "paese violento" sia un ossimoro". 


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni