Tennis, l'ascolano Travaglia convocato in Nazionale per l'Atp Cup 2020 in Australia

Redazione Picenotime

01 Gennaio 2020

Bella soddisfazione Stefano Travaglia. Il 28enne tennista ascolano, attualmente in 84esima posizione nel ranking mondiale, è stato convocato dal ct Corrado Barrazzutti per l'Atp Cup 2020. competizione per nazioni che si svilupperà dal 3 al 12 Gennaio e che di fatto sostituisce nel calendario la Hopman Cup che aveva caratterizzato le ultime annate. La rassegna sarà ospitata da tre diverse città australiane (Sydney, Brisbane e Perth) e avrà ai nastri di partenza 24 squadre, suddivise in sei gironi. Il format prevede che le vincitrici dei raggruppamenti e le due migliori seconde si giocheranno la fase ad eliminazione diretta (quarti, semifinali e finale) che si terrà a Sydney. Vi saranno due incontri di singolare al meglio dei tre set e un doppio, giocato secondo le regole “classiche” (non vi sarà il super tie-break nel terzo set). Tuttavia, sarà ammesso il coaching nei cambi di campo e al termine di ogni frazione. Il torneo assegnerà punti per la classifica: fino a 250 in doppio, fino a 750 in singolare. In quest’ultimo caso, i successi non saranno i medesimi. I punti dipenderanno dal ranking dell’avversario sconfitto e dal turno: battere un top-10, per esempio, vale 75 punti nel girone, 120 nei quarti, 180 in semifinale e 250 nell’atto conclusivo.

L’Italia, inserita nel raggruppamento con Russia, Stati Uniti e Norvegia, inizierà a Perth la propria avventura contro i russi. Spetterà a Stefano Travaglia scendere per primo in campo, lui scelto per sostituire Matteo Berrettini, che ha deciso di non essere al via di questo torneo per via di un piccolo problema agli addominali. Sarà dunque Travaglia a sfidare il russo Karen Khachanov (numero 17 del ranking), mentre Fabio Fognini affronterà in una super sfida il n.5 ATP Daniil Medvedev e sarà davvero un impegno molto duro per il ligure, sotto 2-1 nel computo dei precedenti con il tennista nativo di Mosca. Non vi sono, invece, “incroci” storici tra i primi due sfidanti. Successivamente nel doppio resta da capire chi sarà impiegato. Da regolamento, c’è la possibilità di schierare anche un singolarista, ma è chiaro che la gestione fisica sia fondamentale. Gli altri azzurri a disposizione sono Paolo Lorenzi, Alessandro Giannessi e Simone Bolelli.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni