Ascoli Calcio: Tesoro, punto sul mercato invernale e presentazione Morosini, Trotta ed Eramo

Redazione Picenotime

05 Febbraio 2020

Il direttore sportivo dell'Ascoli Antonio Tesoro ha tracciato stamane, nella sala stampa della sede di Corso Vittorio Emanuele, un bilancio della sessione invernale di calciomercato presentando i nuovi acquisti Mirko Eramo, Marcello Trotta e Leonardo Morosini a due giorni dal prossimo match interno contro la Juve Stabia valevole per la 23esima giornata del campionato di Serie B.

Tesoro: "Tra le sessioni di mercato che ho fatto qui ad Ascoli questa è stata la più difficile. Nel mentre, infatti, ci sono stati tanti avvenimenti che hanno cambiato le strategie e che ci hanno fatto sfumare degli obiettivi. Ho soddisfazione comunque di come si sia concluso il calciomercato, ho portato qui dei miei pallini come Trotta e Morosini che avevamo già trattato in altre sessioni di mercato. Ci sono stati anche tanti infortuni ad inizio 2020, un fattore che non ci ha permesso di essere troppo competitivi nelle prime gare del girone di ritorno. C'è stato anche il caso Da Cruz, un giocatore su sui puntavamo ma che abbiamo dovuto escludere dal progetto tecnico dopo il reiterarsi di alcuni comportamenti non più tollerabili. C'è stata anche una violenta contestazione che ci ha fatto perdere qualche obiettivo di mercato, alcuni giocatori non se la sono sentita di venire. Il cambio di allenatore ha portato anche ad una variazione di strategia, con Zanetti avremmo voluto prendere un altro regista classico, un play puro, mentre Stellone fa leva di solito su centrocampisti di caratteristiche diverse. A volte ad Ascoli si crea una pressione insostenibile che diventa nemica dei risultati, come diceva tanti anni fa anche il buon Boskov. Oggi abbiamo calciatori di alto profilo, nel 2018 abbiamo ricostruito la rosa con 18 innesti dopo una salvezza ottenuta all'ultimo secondo con Aramu che ha fallito al 94' il gol per avrebbe potuto mandare il Picchio in C. Le nostre sessioni di mercato non si sono mai concluse con il segno meno dal punto di vista economico. A volte siamo costretti a vendere, altre volte facciamo scommesse come nel caso di Matos e Pinto, un club sano di Serie B deve fare così cercando di patrimonializzare. La scorsa estate abbiamo acquistato solamente un cartellino, quello di De Alcantara, pareggiandolo con le cessione di Midolo al Sassuolo e di Buonavoglia al Torino. Ninkovic? Volevamo cambiare un po' la natura della squadra, togliendo magari giocatori abili tecnicamente e puntare su elementi forti sulla corsa e sul dinamismo, privandoci magari di un trequartista puro. A Nikola voglio veramente bene, è una persona vera in un mondo finto come quello del calcio. Ha deciso di rimanere, ora deve scalare una montagna ma ha tutte le potenzialità per tornare ad essere un fattore importante sia per la nostra squadra che per il campionato di Serie B. E' andato via Ardemagni, un 33enne, sostituito da Trotta. Al posto di Da Cruz, un 97, è arrivato da Morosini, un 95. E' andato via D'Elia, un classe 89, è arrivato Ranieri, un 1999, quindi diciamo che abbiamo ringiovanito la rosa Infortunio Ranieri? Ho inseguito il giocatore dalla scorsa estate, l'ho aspettato fino all'ultima settimana di calciomercato invernale. E' stato sempre un obiettivo e sono felice di averlo colto. La dea bendata non ci sta sorridendo ed alla prima partita ha rimediato un'infrazione al malleolo che purtroppo ci priverà di lui per qualche tempo, speriamo il meno possibile. Sankoh? Dopo aver parlato con Stellone, già Mercoledì 29 Gennaio, mi chiedeva un giocatore più fisico lì in mezzo, mentre stavamo trattando Carraro e Castagnetti. Ha fatto le visite mediche, dovrà fare un supplemento di visite mercoledì prossimo e se tutto andrà ok, lo tessereremo. E' un giocatore versatile, nazionale guineano, svincolato da poco dal Caen, un club importante di Ligue 2, è bravo nell'interdizione, ha struttura fisica, il suo ruolo migliore è quello di centrocampista in una linea a 2, può fare anche la mezzala in un centrocampo a 3 ed all'occorrenza il terzino destro ed il difensore centrale. Riscatto Trotta? Ammonta a 500mila euro, abbiamo un diritto ed un obbligo al raggiungimento di determinate condizioni, lo potremo riscattare. Eramo? E' un giocatore di esperienza, che ha voluto sposare il nostro progetto con una grande carriera in B alle spalle, ci darà sicuramente una grande mano dopo essere stato protagonista con l'Entella nelle ultime stagioni. Buonaiuto? Lo volevamo al posto di Ninkovic, con caratteristiche diverse rispetto al serbo. Poi Ninkovic ha rifiutato il Crotone, Pulcinelli ha dato lo stesso il via libera per prendere Buonaiuto ma negli ultimi minuti di calciomercato non ci sono stati i tempi tecnici, anche perchè era nata anche l'idea di uno scambio con Piccinocchi. Rosseti? La scorsa estate c'erano state due opportunità, il Venezia ed il Cosenza, con i calabresi nell'ultimo giorno di mercato. A Gennaio lui cercava di trasferirsi in Serie B, la pista molto percorribile era quella di nuovo del Venezia, c'erano state due richieste da Bari e Feralpisalò, il Bari soprattutto a Dicembre, poi i pugliesi si sono orientati su Ninkovic. Poi purtroppo il destino, con l'infortunio, ha interrotto ogni situazione. Rinnovo Brosco? Riccardo rappresenta un capitale umano e tecnico, è nelle nostre intenzioni proseguire il rapporto con lui e dargli stabilità, è un argomento all'ordine del giorno, appena incontrerò il patron andremo a fondo della vicenda ed andremo avanti insieme. Obiettivi? E' un campionato equilibrato, bisogna stare sul pezzo arrivando ad Aprile vedendo quale sarà la posizione in classifica, tra l'inferno ed il paradiso bastano due partite". 

Tesoro: "Eramo è un profilo importantissimo per la categoria, capitano dell'Entella, non sono mai riuscito a prenderlo ma questa volta è andata bene. C'è stato un sondaggio ad inizio mercato ma l'Entella non voleva privarsene. Il terzultimo giorno di mercato il ragazzo non se la sentiva più di venire per questioni familiari, dopo 10 minuti mi ha chiamato il procuratore dicendomi invece che il giocatore voleva venire ad Ascoli. Siamo molto contenti che sia venuto qui da noi, poi purtroppo dopo la firma ha avuto la febbre alta ma ora sta bene. Morosini? Lo ho sempre inseguito negli ultimi anni, non ci sono mai state le condizioni, quest'anno sì. C'è stata fin da subito la sua ferma volontà di venire all'Ascoli. Poteva andare in Inghilterra in alcuni club di Championship ma ha voluto sempre venire qui. E' stata una trattativa lunga, già a Dicembre ci siamo visti in un autogrill parlando per oltre un'ora e mezza. E' un giocatore forte ed un ragazzo generoso, che ha già avuto un ottimo impatto e che si saprà far voler bene dalla gente. E' versatile e può giocare su tutto il fronte d'attacco. Il riscatto di Morosini? E' molto alto, sui 3 milioni. Trotta? Si è presentato da solo. E' un grande attaccante, può fare la Serie A e può farla anche bene. E' un onore che abbia scelto il nostro progetto, con l'aiuto fondamentale anche del fratello che voleva a tutti i costi che venisse a qui. Si è legato a noi per 6 mesi ma diciamo per 4 anni, abbiamo un diritto di riscatto a 500mila euro che è nelle nostre intenzione esercitare. E' un attaccante completo, forte sia fisicamente che tecnicamente, ci aspettiamo tantissimo da questo ragazzo. Voleva già giocare con il Frosinone ma non è stato possibile, gli faccio un grosso in bocca al lupo sperando che possa togliersi qui quelle soddisfazioni che negli ultimi mesi gli sono mancate".

CLICCA QUI PER VIDEO INTERVISTA TESORO

Eramo: "Sono molto contento di essere qui ad Ascoli. I miei tentennamenti non erano rivolti alla squadra o alla città, ma più una questione familiare visto che ho due bambini e non è facile spostarli. Mi ricordo quel gol in un Crotone-Ascoli di diversi anni fa, forse è stato uno dei gol più belli della mia carriera. Cercherò di farmi perdonare dai tifosi bianconeri segnandone qualcuno importante con questa maglia. Mio ruolo preferito? Sono un giocatore che riesce ad adattarsi in più ruoli, ho fatto di più la mezzala o il centrocampista centrale. Con l'Entella, nella prima parte di stagione, ho fatto anche il quinto di centrocampo. Il mio motto è: "Pur di giocare, giocherei anche in porta". Ho trovato una squadra che è in fiducia dopo la vittoria di Livorno. Vincere aiuta a vincere, dobbiamo proseguire su questa squadra e già venerdì dovremo ottenere il massimo contro la Juve Stabia. Il mio impegno non mancherà mai, sudando la maglia in ogni gara. Trotta e Morosini hanno segnato all'esordio? Cercherò di seguire le loro orme, ma magari segnano di nuovo loro... Stellone? Impatto positivo, è stato un calciatore e sa quali sono le dinamiche di spogliatoio. Si è subito calato nella situazione, speriamo di partire con il piede giusto perchè si può creare qualcosa di importante". 

CLICCA QUI PER VIDEO CONFERENZA STAMPA ERAMO

Morosini: "Ringrazio il direttore per le belle parole. Ero in curva, con mio nonno, quando segnò mio fratello Morosini contro il Cittadella nel 2012, mentre i miei genitori erano in tribuna. Conoscevo la piazza e so quanta passione emana. Dopo aver giocato poco a Brescia mi sono sentito subito vivo qui, a prescindere da ciò che è successo. Io leader? Sono ancora giovane, per esserlo serve esperienza. Avrò sempre un atteggiamento positivo e propositivo, sono un generoso sia in campo che all'interno del gruppo. Il mio ruolo preferito? Non lo so più neanche io... Fondamentalmente sono una seconda punta, ma sono stato sempre un jolly d'attacco giocando spesso trequartista ed anche esterno. Mi sono sempre adattato cercando di interpretare ciò che vuole il mister. Morosini? Sto bene adesso ed ho recuperato da un fastidio". 

CLICCA QUI PER VIDEO CONFERENZA STAMPA MOROSINI

Trotta: "E' stata una bella sensazione tornare al gol, mi mancava da un bel po' in campionato. Fin dal primo giorno ho sentito la fiducia di patron, società e tifosi. A Livorno sono sceso in campo con molto ottimismo, segnare subito ha aiutato sia me che la squadra. Avevo bisogno di nuovi stimoli dopo non aver trovato continuità a Frosinone. Giocare con Morosini? E' un giocatore forte che va alla ricerca degli spazi vuoti creandone per i compagni, facciamo tanto movimento insieme là davanti con lui. Gol più bello? Ne feci uno importante in Inghilterra contro il Chelsea in FA Cup, ma anche quello di Livorno riveste un'a valenza particolare. Stellone? Ha avuto un grande impatto, sta cercando le sue idee ed i suoi concetti, a noi attaccanti può dare consigli visto che la carriera che ha avuto da calciatore. Juve Stabia? Arriverà una squadra forte da affrontare con attenzione, la classifica è corta, lotteremo sicuramente per la vittoria per proiettarci al meglio verso la partita di La Spezia". 


CLICCA QUI PER VIDEO CONFERENZA STAMPA TROTTA


© Riproduzione riservata

Commenti (7)

Jeannette 05 Febbraio 2020 11:35

la contestazione è stata un bene, adesso basta dare addosso ai tifosi!


Paolo65 05 Febbraio 2020 11:38

I calciatori che non sono venuti per via della contestazione o ambiente caldo non hanno carattere meglio così.
Le piazze calde sono le più belle, si ha passione sia nella vittoria che nella sconfitta.
Cacia è stato un esempio di calciatore a cui ispirarsi.


Alessandro 05 Febbraio 2020 12:01

sono contento di Sankoh, ci darà delle soddisfazioni.


Passionebianconera 05 Febbraio 2020 12:50

L'infortunio del difensore Ranieri già splendido esordiente nelle gloriose nostre file ascolane sembrerebbe non permettermelo, eppure io tifoso dalla passione inestirpabile confido vivamente nello "stellone" di Stellone, allenatore vincente.


LORENZO CAPRO' 05 Febbraio 2020 12:59

DA FUORI LE COSE NON SI CAPISCONO MAI BENE E QUINDI MOLTE VOLTE NOI TIFOSI LE CAPIAMO MALE E LE CONTESTIAMO E QUESTO È UN NOSTRO LIMITE...SICURAMENTE AVETE FATTO DEGLI ERRORI, PERÒ QUESTA INTERVISTA MI È PIACIUTA TANTISSIMO, EFFETTIVAMENTE AVETE FATTO UN OTTIMO CALCIOMERCATO, CON LA CILIEGINA TROTTA-ARDEMAGNI, ANCORA NON HO CAPITO SE È PIÙ FENOMENO TESORO, OPPURE COSÌ SCARSO IL DIRETTORE DEL FROSINONE. PERÒ, MI SENTO DI RINGRAZIARE LA SOCIETÀ CIOCIARA PER QUESTO GRANDE REGALO... E CERTAMENTE DI FARE I COMPLIMENTI A TESORO.


Alessandro 05 Febbraio 2020 13:19

si, in quel Brescia Trapani del 15 novembre 2015 c' era anche Eramo.


28marzo 05 Febbraio 2020 14:05

Benvenuto Trottagol


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni