Spendita di monete false in esercizi commerciali della Vallata del Tronto, due arresti

Redazione Picenotime

07 Febbraio 2020

I Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno, nelle ultime ore, hanno ulteriormente intensificato i controlli in città e nei luoghi di maggiore afflusso, portando a termine un’importante operazione di servizio che ha interessato tutta la vallata del Tronto. I militari della Compagnia e della Stazione di Ascoli Piceno, al termine di accurata e complessa attività info-investigativa sono riusciti a bloccare due soggetti, conosciuti alle forze dell’ordine, di 45 e 41 anni, residenti entrambi a Roma, i quali avevano spacciato una banconota falsa in un bar di Colli del Tronto. Le pattuglie, immediatamente intervenute, hanno effettuato una perquisizione all’autovettura in loro possesso, intestata ad una terza persona, rinvenendo altra banconota da 100 euro falsa nonché 3.500 euro in contanti e numerosi articoli di provenienza illecita poiché acquistati con altre banconote false. Le immediate indagini infatti hanno consentito ai Carabinieri di risalire ad almeno altri 5 episodi di spendita di banconote false in altrettanti esercizi commerciali lungo la vallata del Tronto, utilizzando sempre una banconota da 100 euro falsa. La brillante e rapida attività d’indagine ha consentito di bloccare i due evitando che raggirassero altre persone e di restituire la merce rinvenuta ai legittimi proprietari. I due, dopo essere stato condotti in caserma e compiutamente identificati, sono stati dichiarati in arresto per spendita di monete false e truffa e tradotti in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria ascolana. 

L’operato dei Carabinieri continuerà in modo sempre più incisivo sul territorio provinciale  soprattutto nelle ore notturne a tutela dei cittadini onesti, che sono ancora una volta invitati a chiamare subito il 112, ovvero recarsi  personalmente in caserma per esporre denunce o soprusi di ogni genere, nonché contattare telematicamente l’Arma anche attraverso il sito www.carabinieri.it.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni