Ciclismo, il veneto Zanoncello trionfa al Gran Premio dell’Industria-Memorial Cesare Lattanzi

Redazione Picenotime

03 Marzo 2020

L’emergenza sanitaria per il Coronavirus sta ancora tenendo banco nel nostro paese ma a Civitanova Marche si è riusciti a far disputare il Gran Premio dell’Industria-Memorial Cesare Lattanzi con il corridore veneto Enrico Zanoncello che ha festeggiato il secondo successo stagionale.

La corsa è stata organizzata dall’UC Porto Sant’Elpidio e dalla Cam di Fermo con l’alto patrocinio del comune di Civitanova Marche: 24 le squadre partecipanti, 124 gli atleti della categoria dilettanti under 23 ed élite al via su un circuito di 3,5 chilometri ripetuto 30 volte per un totale di 105 chilometri in un confronto di grande spessore tra alcune migliori team dilettantistici nazionali, sotto l’occhio attento del commissario tecnico azzurro della categoria under 23 Marino Amadori: “Il miglior ciclismo non poteva esserci qui a Civitanova Marche – ha commentato il cittì Amadori - per lo stato di emergenza sanitaria che stiamo vivendo essendo l’unica gara in tutta Italia ad essere disputata per la categoria dilettanti. Un ragguardevole lotto di partecipanti con ragazzi molto interessanti e per seguirli, ci avvaliamo della collaborazione delle società per portarli nelle migliori condizioni anche con i professionisti in occasione delle rappresentative miste. Un primo step importante a fine mese in occasione della Gand-Wevelgem Under 23, prova di Coppa delle Nazioni, con sei ragazzi di un certo livello che vestiranno la maglia azzurra e sui quali lavoreremo per impostare il resto della stagione”.

Lo spettacolo non si è fatto attendere sulle strade chiuse al traffico della zona industriale civitanovese: il più combattivo in assoluto è stato Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali) che ha provato l'affondo andandosi a prendere il traguardo unico traguardo volante posto a metà corsa.

Volata doveva essere e non si è fatta attendere con la Zalf Euromobil Desirée Fior a tenere sotto controllo la preparazione verso lo sprint finale dominato magistralmente da Zanoncello con il colombiano Gomez che si è dovuto accontentare del secondo posto. A far festa con il veronese Zanoncello per la Zalf il toscano e compagno di squadra Tommaso Fiaschi che ha colto la terza posizione, top-10 completata nell’ordine da Matteo Baseggio (General Store-Essegibi), Filippo Tagliani (Zalf Euromobil Desirée Fior), Federico Chiari (Beltrami Tsa Marchiol), Cristian Rocchetta (General Store-Essegibi), Tommaso Nencini (Mastromarco Sensi Nibali), Moreno Marchetti (Casillo Petroli Firenze) e Alessio Brugna (Zalf Euromobil Desirée Fior), quindicesima piazza per il migliore dei marchigiani Alessandro Marinozzi (Sangemini Trevigiani MG K Vis).

Una sintesi della corsa sarà visibile mercoledì 4 marzo su RTM (canale 18 del digitale terrestre nella regione Marche) alle 20:30 all’interno della rubrica A Ruota Libera con il commento di Roberto Cicchinè (replica giovedì 5 alle 14:15) disponibile anche sul canale youtube A Ruota Libera.

ORDINE D’ARRIVO GRAN PREMIO DELL’INDUSTRIA-MEMORIAL CESARE LATTANZI

1° Enrico Zanoncello (Zalf Euromobil Desirée Fior) 105 chilometri in 2.19’00” media 45,324 km/h

2° Nicolas Gomez Jaramillo (Col, Team Colpack Ballan)

3° Tommaso Fiaschi (Zalf Euromobil Desirèe Fior)

4° Matteo Baseggio (General Store-Essegibi)

5° Filippo Tagliani (Zalf Euromobil Desirée Fior)

6° Federico Chiari (Beltrami Tsa Marchiol)

7° Cristian Rocchetta (General Store-Essegibi)

8° Tommaso Nencini (Mastromarco Sensi Nibali)

9° Moreno Marchetti (Casillo Petroli Firenze)

10° Alessio Brugna (Zalf Euromobil Desirée Fior)

11° Filippo Baroncini (Beltrami Tsa Marchiol)

12° Michael Minali (Team Colpack Ballan)

13° Nicolò Parisini (Beltrami Tsa Marchiol)

14° Tommaso Gozzi (#InEmiliaRomagna Cycling Team)

15° Alessandro Marinozzi (Sangemini Trevigiani MG K Vis)

16° Francesco Furlan (Team Gaiaplast Bibanese)

17° Nicholas Chiola (Team Stipa Milano)

18° Manuel Checcucci (Calzaturieri Montegranaro-Marini Silvano)

19° Andreas Del Nista (Gragnano Sporting Club)

20° Francesco Pirro (Maltinti Lampadari Banca Cambiano)

21° Gergely Szarka (Hun, Team Stipa Milano)

22° Connor Brown (Nzl, NTT Continental Cycling Team)

23° Alessandro Migotto (Team Gaiaplast Bibanese)

24° Federico Molini (Mastromarco Sensi Nibali)

25° Leonardo Marchiori (NTT Continental Cycling Team)

26° Fabio Di Guglielmo (Sangemini Trevigiani MG K Vis)

27° Matteo Gambuti Calzaturieri Montegranaro

28° Lorenzo Ratto (Futura Team Rosini)

29° Dario Salvadori (Etruria Team Sestese)

30° Filippo Magli (Mastromarco Sensi Nibali)

31° Yuri Colonna (Zalf Euromobil Desirée Fior)

32° Tommaso Palazzi (Asd Cattoli Andrea)

33° Gabriel Franco Orocito (Arg, Team Stipa Milano)

34° Alessio Pacifici (Regolo-Tre Colli)

35° Manuel Allori (Maltinti Lampadari Banca Cambiano)

36° Marc Olivier Pritzen (Hun, NTT Continental Cycling Team)

37° Lorenzo Cataldo (Casillo-Petroli Firenze)

38° Jacopo Boschi (Maltinti Lampadari Banca Cambiano)

39° Cristian Di Cecco (Team Stipa Milano)

40° Francesco Giordano (Team Colpack Ballan)

41° Jacopo Panone (Fonte Collina-Stipa Milano)

42° Yuri Botti (Gragnano Sporting Club)

43° Davide Pinardi (#InEmiliaRomagna Cycling Team)

Con la nuova denominazione di HG Cycling Team e con la nuova divisa sociale, è arrivata intanto la prima vittoria stagionale grazie a Luca Curti in occasione del Trofeo Abruzzo Bike.

Per la prima volta in questo avvio di 2020, la squadra di Piane di Montegiorgio del presidente Fabrizio Petritoli ha occupato il podio più alto di un ordine d’arrivo grazie all’ottima prestazione offerta dal corridore di Marina di Altidona nella corsa andata in scena sulla bonifica del Salinello nell’entroterra teramano.

Velocissimo e piuttosto affollato lo sprint finale dove Curti ha avuto la meglio su Dmitri Nikandrov e Jarno Stanchieri: la vittoria era nell’aria alla luce del terzo posto assoluto a Giulianova il 16 febbraio scorso.

Nella medesima gara del Salinello, in gara con buoni riscontri Robert Sabbatini, Denian Luku (2°junior), Moreno Rapari, Moreno Calcinari e Imerio Concetti.

Buona prestazione per un’altra costola del team impegnato sulle strade di Termoli alla Fondo Molisana: in evidenza Ettore Carlini nella fuga e all’arrivo finale (undicesimo) del percorso medio che ha visto anche la partecipazione di Wladimiro D’Ascenzo ed Emidio Celani nei primi trenta assoluti.

Domenica dedicata alla mountain bike in Abruzzo sulla riviera di Casalbordino per il lancianese Alessandro Fantini al Trofeo Bistrot 69 per preparare meglio i prossimi appuntamenti su strada.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni