Coronavirus, Protezione Civile: “Oggi 109 pazienti guariti. I casi positivi sono saliti a 3916”

Redazione Picenotime

06 Marzo 2020

Angelo Borrelli

Nella consueta conferenza stampa pomeridiana il commissario straordinario e capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha fornito i dati aggiornati sull'emergenza sanitaria nazionale legata al Coronavirus.

"Partiamo dai pazienti guariti, che oggi sono 109 per un totale di 523. I decessi odierni sono 49, dei quali 37 in Lombardia, 7 Emilia Romagna, 2 in Veneto, 2 in Piemonte e uno nel Lazio, di età compresa tra i 69 e i 95 anni. I contagiati risultano al momento 3916: 1060 in isolamento domiciliare, 2394 ricoverati in strutture ospedaliere e 462 terapia intensiva - ha dichiarato Borrelli -. Segnalo che oggi una valutazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ha ricordato che l'Italia sta reagendo energicamente con misure di contenimento adeguate. Domani scade il DPCM che aveva istituito zone rosse nel basso Lodigiano e zona Vo' Euganeo, il Comitato Tecnico Scientifico sta analizzando i dati e domani si saprà se ci sarà una proroga per zona rossa. La Protezione Civile e le organizzazioni sanitarie stanno lavorando per ampliare il numero di posti per la terapia intensiva. Il rafforzamento prevede altri 5000 impianti di respirazione assistita e già da domani si dovrebbe avere un quadro più chiaro delle disponibilità e delle relative forniture del mercato. Sono state reperite 970.000 mascherine tipo FF P2 per personale sanitario e già una prima fornitura di 220.000 è stata consegnata alla regione Lombardia. Per le prossime settimane dovrebbe arrivare una nuova fornitura di 2 milioni di mascherine chirurgiche da distribuire su tutto il territorio nazionale. Nonostante il crescente numero di ricoverati in terapia intensiva, al momento non sono state segnalate regioni che hanno raggiunto la saturazione". 

Ha preso poi la parola Silvio Brusaferro dell'Istituto Superiore Sanità: "Analizzando i dati delle persone decedute, nell'80-85% dei casi vi era la presenza di 2 o più patologie cronico degenerative come problemi cardio vascolari, diabete, malattie epatiche o patologie neoplastiche. L'età media dei decessi registrati è di 81 anni e il 28% è di sesso femminile. Si sono registrati casi di personale sanitario esposto, su tutto il territorio nazionale siamo a circa 250 unità, numero che comprende sia i positivi accertati che tutti coloro che sono stati a stretto contatto con contagiati. Ci teniamo a ricordare a tutti di non recarsi al pronto soccorso qualora si registrassero sintomi del Coronavirus al fine di preservare intatti gli ospedali per non bloccarne l'operatività. A tal fine sta crescendo il numero delle tende allestite per il pre-triage, ad oggi siamo a 395. Le persone positive che sono in quarantena domiciliare, inoltre, non devono in nessun modo recarsi in luoghi pubblici, è precisa responsabilità non farlo ed a tal fine stiamo studiando eventuali conseguenze per chi dovesse trasgredire pensando di fare una bravata". 

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 2.008 in Lombardia, 816 in Emilia-Romagna, 454 in Veneto, 155 nelle Marche, 139 in Piemonte, 78 in Toscana, 50 nel Lazio, 57 in Campania, 24 in Liguria, 28 in Friuli Venezia Giulia, 22 in Sicilia, 15 in Puglia, 16 in Umbria, 12 in Molise, 10 nella Provincia autonoma di Trento, 9 in Abruzzo, 5 in Sardegna, 3 in Basilicata, 7 in Valle D’Aosta, 4 in Calabria e 4 nella Provincia autonoma di Bolzano.  






© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni