Coronavirus, il difensore della Juventus Rugani primo calciatore positivo della Serie A

Redazione Picenotime

11 Marzo 2020

Daniele Rugani

Daniele Rugani è risultato positivo al Covid 19, la malattia generata dal Coronavirus. Il 25enne difensore della Juventus è il primo calciatore contagiato in Serie A. Sono state avvisate le squadre contro cui la squadra di Maurizio Sarri ha giocato nelle ultime settimane. Rugani ha giocato titolare contro il Brescia il 16 Febbraio e la Spal il 22 Febbraio, si è poi seduto in panchina a Lione in Champions League il 26 Febbraio e nell'ultima uscita dei bianconeri contro l'Inter in Serie A l'8 Marzo. Ovviamente la positività del difensore della Juve potrebbe avere dei riflessi sulla scelta della Uefa in vista della gara di ritorno dei campioni d'Italia contro il Lione, ma anche dell'Inter con il Getafe in Europa League e sul calcio in generale, dopo che nel nostro paese ci si è già fermati sino al 3 Aprile per l'emergenza Coronavirus.

Ecco il comunicato ufficiale del club bianconero: "Il calciatore Daniele Rugani è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19 ed è attualmente asintomatico. Juventus Football Club sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa, compreso il censimento di quanti hanno avuto contatti con lui".

Ecco il comunicato ufficiale dell'Inter: "FC Internazionale Milano rende noto che, a seguito del comunicato di Juventus FC riguardo alla positività del calciatore Daniele Rugani al COVID-19, viene sospesa ogni attività agonistica sino a nuova comunicazione. Il club si sta attivando per predisporre tutte le procedure necessarie".

Lo stesso Rugani ha commentato via social: "Avrete letto la notizia e per questo ci tengo a tranquillizzare tutti coloro che si stanno preoccupando per me, sto bene. Invito tutti a rispettare le regole, perché questo virus non fa distinzioni! Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari e per chi ci circonda. Grazie".


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni