Coronavirus, Protezione Civile: “Contiamo 4492 nuovi positivi e purtroppo altri 662 decessi”

Redazione Picenotime

26 Marzo 2020

Conferenza stampa Protezione Civile

Consueta conferenza stampa nella sede del Dipartimento della Protezione Civile con i dati aggiornati sull'emergenza Coronavirus. Assente il commissario straordinario Angelo Borrelli (a casa con qualche linea di febbre ma comunque negativo al test al Covid-19), al suo posto i direttori Agostino Miozzo e Luigi D'Angelo.

"Il dottor Borrelli ha effettuato il test e fortunatamente il tampone al Covid-19 è risultato negativo, speriamo che rientri presto da questo periodo di malattia. I guariti-dimessi odierni sono 999, un dato che porta il totale a 10361. Oggi si contano purtroppo 662 decessi, complessivamente ne registriamo 8166 - dichiara il direttore Miozzo -. Oggi abbiamo 4492 nuovi casi. Attualmente i positivi sono diventati complessivamente 62013, di questi 33648 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, 3612 in terapia intensiva, il numero dei ricoverati in strutture ospedaliere è invece 24753. Al nostro conto corrente sono disponibili oltre 52 milioni di euro grazie alle donazioni dei cittadini. Da oggi alle ore 20 è aperto online l'appello per reclutare infermieri all'indirizzo infermieripercovid.protezionecivile.it. Tra mezz'ora parte un aereo con il primo contingente di medici destinati a Bergamo, Brescia e Piacenza. Daremo continuità all'invio di medici nei giorni prossimi. Stiamo analizzando la ragione del piccolo incremento di oggi. L'ipotesi è che ci sia stato un accumulo di risultati di tamponi fatti nei giorni precedenti". 

E' online il bando per formare una taskforce di 500 infermieri. CLICCA QUI

Ha preso poi la parola Ranieri Guerra, vicario dell'Oms: "Continuare con l'isolamento domiciliare per quanto possibile. Le misure sembrano avere effetto, oggi misuriamo quanto accaduto 14-15 giorni fa. Importante ora non abbassare la guardia. Stiamo assistendo a un rallentamento della curva, molto probabilmente nei prossimi giorni vedremo un calo sostenuto della casistica, spero soprattutto per la mortalità che segue di qualche giorno i casi diagnosticati. Teniamo moltissimo alla protezione del personale sanitario. Devono essere tutelati con Dpi e mascherine ad hoc ma anche va garantita loro una capacità diagnostica costante per sapere se sono positivi. l sistema di sorveglianza in Cina e' stato elevato molto, i loro dati sono molti attendibili. La capacità di coesione sociale in Italia è diversa dalla Cina ma sono piacevolmente sorpreso dell'accettazione delle misure da parte della popolazione. E' vero, la popolazione italiana è in sofferenza. Quindi penso che sia necessario prevedere nel tempo qualche tipo di mitigazione di queste misure perchè alla lunga si potrebbe andare incontro anche a casi di diserzione".

REPORT UFFICIALE PROTEZIONE CIVILE GIOVEDI' 26 MARZO

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 62.013 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 80.539 i casi totali.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 22.189 in Lombardia, 8.850 in Emilia-Romagna, 6.140 in Veneto, 5.950 in Piemonte, 2.795 nelle Marche, 2.973 in Toscana, 2.027 in Liguria, 1.835 nel Lazio, 1.169 in Campania, 1.094 nella Provincia autonoma di Trento, 1.095 in Puglia, 954 in Friuli Venezia Giulia, 791 nella Provincia autonoma di Bolzano, 1.095 in Sicilia, 860 in Abruzzo, 770 in Umbria, 378 in Valle d’Aosta, 462 in Sardegna, 372 in Calabria, 133 in Basilicata e 81 in Molise.

Sono 10.361 le persone guarite. I deceduti sono 8.165, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.


CLICCA QUI PER MAPPA INTERATTIVA



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni