Coronavirus, a Montalto delle Marche già disponibili primi test rapidi sierologici

Redazione Picenotime

16 Aprile 2020

"Il Comune di Montalto delle Marche si è dotato di un cospicuo numero di test rapidi sierologici Covid-19, registrati al Ministero della Salute. "Dopo aver effettuato l’ordine da circa 15 giorni, abbiamo finalmente la disponibilità dei test - dichiara in una nota ufficiale il sindaco Daniel Matricardi -. Tali test saranno innanzitutto utilizzati per monitorare il personale operante nella casa di riposo “Avv.Galli”, attraverso una ripetizione periodica potremo tutelare maggiormente i nostri operatori e di conseguenza i nostri ospiti. La nostra struttura è stata chiusa alle visite dalla direzione già dal 26 Febbraio garantendo comunque agli ospiti il contatto con i propri familiare tramite Skype. Anche gli ingressi dei medici di medicina generale sono stati ridotti ai soli casi di aggravamento delle condizioni di salute degli ospiti. E’ stato inoltre adibito un intero piano per gli ospiti rientranti dai nosocomi, garantendo cosi un preventivo isolamento per i 14 giorni successivi. Tutto questo ci ha permesso, per il momento, di tenere il virus lontano dai nostri anziani. Siamo pienamente consapevoli che tale test non sostituisce il tampone, ma siamo convinti che messi nelle disponibilità dei medici di medicina generale che sapranno utilizzarli in maniera complementare all’analisi clinica, potranno essere un ottimo strumento di monitoraggio del territorio e permetteranno di individuare maggiormente soggetti d’attenzionare ed eventualmente da isolare. Il tutto considerando tra l’altro che ad oggi i tamponi vengono effettuati solo ai casi di contatto diretto dei positivi accertati - ha aggiunto Matricardi -.  Ho già chiesto al medico di medicina generale di utilizzarli per monitorare in via prioritaria tutti i miei cittadini più esposti, volontari, forze dell’ordine, dipendenti, commercianti etc. Sono convinto che solo un puntuale e capillare controllo della popolazione potrà permetterci di uscire da questa emergenza. Come ho già avuto modo di precisare non rimarremo spettatore passivi di un sistema che sta ampiamente dimostrando di non essere ne sufficiente ne efficiente. Siamo tutti uniti ed impegnati a far rispettare le restrizione ai nostri cittadini che si stanno comportando in maniera esemplare ma a distanza di più trenta giorni ci aspettiamo da parte del governo una strategia ben precisa ed un’organizzazione impeccabile per uscire da questa situazione. I cittadini hanno bisogno di questo per fare l'ultimo sforzo necessario, ma purtroppo ad oggi non è così. Non possiamo continuare ad attendere le 20.00 dei sabato sera per sentire una mezza novità in più. E’ impensabile combattere il Covid-19 soltanto con il restate a casa, non potremo farlo per un anno, mentre il virus durerà probabilmente anche di più".



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni