Coronavirus, Protezione Civile: “Superata quota 66mila guariti. Registriamo altri 333 decessi”

Redazione Picenotime

27 Aprile 2020

Conferenza stampa pomeridiana nella sede del Dipartimento di Protezione Civile con tutti gli aggiornamenti sull'emergenza Coronavirus.

"I guariti-dimessi odierni sono 1696, un dato che porta il totale a 66624. Oggi si contano purtroppo 333 decessi, complessivamente ne registriamo 26977 - ha dichiarato il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli -. Attualmente i positivi in Italia sono diventati complessivamente 105813 (calo di 290 unità nelle ultime ventiquattro ore), di questi 83504 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi (il 79% del totale), 1956 in terapia intensiva (-53 rispetto a ieri), il numero dei ricoverati in strutture ospedaliere è invece 20353 (-1019). Sul nostro conto corrente, ad oggi, abbiamo raccolto oltre 141 milioni di euro di donazioni per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale e ventilatori, ne abbiamo già spesi oltre 79 milioni. Abbiamo 15878 nostri volontari in campo che si vanno aggiungere alle forze dell'ordine ed al personale sanitario. Le tende pre-triage negli ospedali e negli istituti penitenziari sono in totale 929". 

Ha poi preso la parola Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità: "Ormai andiamo verso un decremento ma comunque c’è una circolazione del virus nel nostro Paese. Il numero dei morti è un trascinamento di quanto successo settimane fa. I dati mostrano il successo delle misure di contenimento adottate, ma bisogna riflettere man mano che ci avviamo a caute aperture: dovremo monitorizzare con grande attenzione il numero dei casi, ad esempio usando come indicatore le terapie intensive, per valutare l'efficacia delle misure ma anche la capacità in fase di aperture di contenere infezione. Le mascherine si dividono in tre tipologie: le mascherine chirurgiche che vengono raccomandate per personale sanitario, mascherine di tipo 1 di tipo medico che sono raccomandate per pazienti, mascherine non mediche che sono raccomandate per la popolazione in generale. Uno degli indicatori che condividiamo con le regioni è avere una crescente tempestività dei tamponi anche fuori del contesto ospedaliero e per i pauci-sintomatici. Ora facciamo oltre 60 mila tamponi al giorno, dobbiamo spingere per ridurre la distanza temporale tra positività e diagnosi". 

REPORT UFFICIALE PROTEZIONE CIVILE 27 APRILE 2020

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 27 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 199.414, con un incremento rispetto a ieri di 1.739 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 105.813, con una decrescita di 290 assistiti rispetto a ieri.

Tra gli attualmente positivi 1.956 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 53 pazienti rispetto a ieri.

20.353 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 1.019 pazienti rispetto a ieri.

83.504 persone, pari al 79% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Rispetto a ieri i deceduti sono 333 e portano il totale a 26.977. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 66.624, con un incremento di 1.696 persone rispetto a ieri.

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 35.441 in Lombardia, 15.508 in Piemonte, 12.225 in Emilia Romagna, 8.860 in Veneto, 5.983 in Toscana, 3.580 in Liguria, 4.562 nel Lazio, 3.310 nelle Marche, 2.877 in Campania, 2.912 in Puglia, 1.707 nella Provincia autonoma di Trento, 2.123 in Sicilia, 1.258 in Friuli Venezia Giulia, 2.030 in Abruzzo, 940 nella Provincia autonoma di Bolzano, 287 in Umbria, 776 in Sardegna, 235 in Valle d’Aosta, 782 in Calabria, 217 in Basilicata e 200 in Molise.

CLICCA QUI PER MAPPA INTERATTIVA


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni