Ascoli Calcio, gruppi Tribuna Mazzone: “Colloquio sereno con Di Maso in attesa di un confronto”

Redazione Picenotime

13 Maggio 2020

Pubblichiamo integralmente la nota ufficiale dei gruppi organizzati della tifoseria dell'Ascoli della Tribuna Est "Carlo Mazzone" dello stadio "Del Duca".

"Interveniamo a seguito delle recenti dichiarazioni del patron Massimo Pulcinelli e della tifoseria per chiarire quanto segue.

Nella giornata di ieri un nostro esponente della tribuna Mazzone ha raggiunto telefonicamente il Dottor Andrea Di Maso per chiedere esclusivamente (e del tutto pacificamente) un confronto in ordine alla tenuta della società Ascoli Calcio.

A tale richiesta è stato dato riscontro con la promessa che saremmo stati ricontattati per una videoconferenza.

Occorre chiarire che il colloquio è avvenuto del tutto serenamente e che il nostro rappresentante si sia identificato con nome e cognome, non certo vantandosi di ricoprire il ruolo di “capo tifoso” come erroneamente affermato.

L’intervento non significa un'intromissione nelle sorti societarie ma rappresenta un controllo minimo che da sempre la tifoseria ascolana esercita nei confronti delle proprietà.

Crediamo infatti che sia nostro diritto, a fronte di una vita spesa per la maglia dell’Ascoli, richiedere, nel rispetto dei ruoli, informazioni come abbiamo fatto".


© Riproduzione riservata

Commenti (15)

Manuel 14 Maggio 2020 00:19

Grazie per l impegno che ci mettete a nome di tutti..


remo 14 Maggio 2020 00:20

Apprezzo la sincerità dei tifosi della est e soprattutto che hanno sottolineato che sia stato un confronto pacifico, ora speriamo che tutto rientri e che si possa tornare solo a parlare di calcio


15ma colonna 14 Maggio 2020 02:08

STAÞE ATTENTI CHE QUALCUNO SI POTREBBE STUFARR ALLORA SI CHE CI SARANNO SERI PROBLEMI,



Marco 14 Maggio 2020 07:58

Finalmente qualcuno che chiede cosa sta succedendo a nome di tanti tifosi come me che vivo fuori provincia, il rendimento della squadra prima che il campionato fosse fermato destava forti dubbi sulla gestione,non i passa dlla testa della classifica alla zona retrocessione pr caso, per fortuna nostra non si gioca ma prima o poi si riparte e serve chiarezza.


Tifosissimo 14 Maggio 2020 08:01

Grazie ai gruppi della est, lecito farlo e continuare nel monitoraggio poiché noi tifosi siamo parte pulsante della famiglia Ascoli. Mi auguro che il confronto sia stato trasparente e con l'obiettivo di rinsaldare i rapporti tra nuovi ingressi e la città.


Alessandro 14 Maggio 2020 08:53

Lo stesso presidente Pulcinelli giorni fa ha dichiarato che ci saranno diversi milioni di perdite, i continui cambi ai vertici societari portano a voci incontrollate, è bene quindi chiedere lumi a chi amministra la società, sempre con modi democratici. Fate sapere come stanno le cose, anche a noi comuni tifosi che non facciamo parte di gruppi organizzati


Alberto 14 Maggio 2020 09:25

Senza lo stop dovuto al covid 19, oggi ci stavamo chiedendo il perché di una assurda retrocessione in serie C, con conseguenti ed inevitabili problemi societari, sarebbero iniziati i processi alla gestione.
Se i tifosi della tribuna hanno chiesto informazioni hanno fatto non bene, riportano le preoccupazioni di noi Ascolani, non capisco chi dice che fare domande possa portare il patron a stufarsi, è sacrosanto e legittimo avere rassicurazioni, dovremo tutti ringraziare chi si interessa a nome degli Ascolani.


roberto 14 Maggio 2020 09:45

Nelle società di calcio, i tifosi sono una componente , seppure non giuridicamente formalizzata ed è quindi lecito che chiedano ed ottengano informazioni , ma soprattutto riscontri tangibili ... non chiacchiere. Troppo comodo appellarsi ai tifosi solo durante la campagna abbonamenti o per spronare la squadra in campo . Ricordiamoci pure che i tifosi ad Ascoli sono gli stessi che hanno finanziato le trasferte della squadra, quando non c'era una lira, e che dopo il fallimento hanno tenuto lontano da Ascoli faccendieri e speculatori , spianando la strada per l'acquisto da parte dell'ascolano Bellini . ... anche se quest'ultimo ha deluso le aspettative e la fiducia. Abbiamo avuto ai vertici societari facce e persone ascolane che si incontrano nelle vie cittadine e che non possono sfuggire alle domande e al "controllo" dei tifosi. Ora che ci sono personaggi che pilotato la squadra a distanza e di cui poco si sa, anche se eleganti e ben vestiti, a maggior ragione sono necessarie informazioni e ripeto soprattutto i fatti.


davide 14 Maggio 2020 11:56

in ascoli ci si conosce tutti chi ci lavora chi per un motivo e per un'altro le cose si sanno i problemisono chiari da mesi altro che tutto apposto bene hanno fatto quelli che sono andati a chiedere che succede e ora e passata se la soceta si tiene come va tenuta nessuno fiata ma qua la gente deve campare facciamo a capirci non fate li gnorri grande tribuna mazzone


Maggiore 14 Maggio 2020 11:59


Dicevo qualche giorno fa ad un collega di lavoro, che era inspiegabile il silenzio, speravo che qualcuno alzasse la mano prima per chiedere cosa stesse succedendo, forse era meglio farlo ad ottobre per non veder naufragare tutto. Qualcuno pensa che tutti gli Ascolani hanno l'anello al naso e i paraocchi, per fortuna non è così


asnkvola 14 Maggio 2020 14:13


Questo telefonare ai dirigenti non mi piace. Finché lo fanno i giornalisti mi sta anche bene,se lo fanno i tifosi qualcosa non quadra,non credo che il tifoso debba sentirsi il proprietario della società ...... Questo il mio pensiero,le cose mi piace saperle dalle interviste dei giornalisti,sono loro le persone preposte a parlare con la proprietà,se lo fanno direttamente i tifosi la cosa non mi entusiasma


Genius 14 Maggio 2020 15:33

E ci si lamentava di Benigni tempo fa ....oro colato.


Roma 62 14 Maggio 2020 16:28

Io penso che sia più che lecito informarsi da parte dei tifosi sempre nel rispetto dei ruoli, piuttosto quello che mi dà da pensare è che se anche ci fossero problemi più o meno gravi non ci sarà mai nessuno che verrà a dirlo a noi. Personalmente vorrei che Tosti e Ciccoianni dicessero i reali motivi che hanno portato a questa loro scelta e poi che le scelte tecniche vengano fatte da persone veramente competenti visto che il prossimo anno si dovrà costruire una squadra a costo zero.Forza Picchio


Trieste Bianconera 14 Maggio 2020 18:12

Noi tifosi siamo l'ultima ruota del carro. Si ricordano di noi quando bisogna fare gli abbonamenti o andare in trasferta e dobbiamo stare in silenzio e non criticare mai. La proprietà con il suo "board" (per noi poveri tifosi si chiama tavolo) organizza "webinar" (che noi poveri mortali delle curve chiamiamo seminari in rete) di cui noi miseri tifosi delle curve non capiamo il senso. Siamo arrivati al punto che un tifoso chiama la società per sapere qualcosa dato che noi non meritiamo alcuna spiegazione.Roba da matti. Chiedo a tutti gli amici del forum : avete letto da qualche parte una dichiarazione di Pulcinelli sui programmi immediati e futuri? Noi sappiamo bene che l'emergenza sarà una grande perdita economica per tutto il settore calcio ma almeno ci avessero detto : ragazzi i quattrini sono pochi e con questi pochi vogliamo fare questo... La verità è una grande virtù e tutti avremmo capito il reale intendimento in seno alla società. Invece abbiamo capito che in estate era stato allestito un organico "che come minimo faremo i playoff", che Zanetti era il nuovo genio della panchina, ci era stato detto a gennaio sistemeremo le cose e difatti abbiamo smantellato mezza squadra con i risultati che sappiamo. Poi sparivano dall'orizzonte Tosti e Zanetti e arrivava Stellone altro genio che poi con l'emergenza in corso veniva anche lui messo nell'angolo. Poi Tosti e Ciccoianni che vanno via e non si sa il perchè. Dal lato calcistico infine siamo passati dal primo posto alla zona playout . Insomma una sfilza di successi senza precedenti secondo cui noi tifosi possiamo dormire sonni tranquilli e infatti qualcuno continua ad avvertire gli addetti di San Siro di darsi da fare perchè tra poco noi arriviamo. Ma che telefonate a fare? Siamo in una botte di ferro e quindi noi poveri tifosi verremo interpellati solo quando ci sarà da aprire il portafoglio per trasferte e abbonamenti. Chissà forse quando i gradoni della curva nord o della tribuna Mazzone saranno mezzi vuoti magari capiranno che siamo appassionati ma privi di anello al naso. Un saluto agli amici Marco, Maggiore e Asnkvola. Sempre e dovunque Forza Ascoli


Mario 14 Maggio 2020 18:38

Grazie a Pulcinelli per quello che ha fatto in questi due anni, grazie ai soci Ascolani ciccoianni e tosti e ci metterei pure faraotti per le ingenti risorse economiche e professionali, messe a disposizione della società negli ultimi 6 anni, la memoria corta non aiuta.
Dobbiamo puntare ad una sana gestione societaria, va bene anche una squadra con poche ambizioni, ma basta sceneggiate e slogan, dire che ciccoianni e tosti se la sono svignata è da ipocriti, loro sono li da soci e mettono soldi, sono ad Ascoli e chiunque può andarli a trovare chiedere spiegazioni, sono usciti dal cda evidentemente perché evidentemente non condividono quello che sta succedendo, come fece faraotti con bellini se ricordate, scommetto che se ci sarà da ricapitalizzare saranno pronti a fare la propria parte come sempre, avete dimenticato quando hanno garantito l'iscrizione al torneo 2017.2018 mettendo le garanzie della fideiussione, che i vecchi dirigenti non avevano presentato? E se ne potrebbero dire tante altre, è facoltà di Pulcinelli decidere ma forse non ha scelto bene se in campo ci siamo salvati per lo stop al campionato e ci sono altri problemi da risolvere.
Sarebbe bene per tutti che il 27 si faccia chiarezza e riconponga tutto nell'assemblea dei soci, l'Ascoli continuerà a vivere a prescindere da chi ha la maggioranza delle quote ascolano o forestiero che sia.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni