Coronavirus, Conte: “Ripartiamo con prudenza, rischio calcolato c'è ma non possiamo aspettare”

Redazione Picenotime

16 Maggio 2020

Giuseppe Conte

Il premier Giuseppe Conte ha illustrato in conferenza stampa i punti salienti del nuovo Dpcm e del nuovo decreto legge per la nuova fase dell'emergenza Coronavirus che scatterà da Lunedì 18 Maggio.

CLICCA QUI PER TESTO INTEGRALE DECRETO LEGGE DEL 16 MAGGIO 2020

"Le misure della fase 1 hanno prodotto i risultati attesi, quindi si può ripartire, con fiducia e senso di responsabilità. Affrontiamo la fase 2 con la voglia di ricominciare, ma con prudenza. Stiamo affrontando un rischio calcolato, nella consapevolezza che la curva epidemiologica potrà tornare a salire. I nostri principi rimangono gli stessi, il primo fra tutti il diritto alla salute ed alla vita dei cittadini. Sono valori non negoziabili ma li dobbiamo declinare diversamente in questa fase 2. Dobbiamo accettare questo rischio altrimenti non potremo mai ripartire, in attesa della scoperta e della distribuzione del vaccino. Non ce lo possiamo permettere, ci ritroveremmo con un tessuto produttivo e sociale fortemente danneggiato - ha dichiarato Conte -. Niente più autocertificazione per chi si muove nella propria regione. Rimangano le limitazioni per chi ha sintomi da Covid-19, resta il divieto di creare assembramenti, portare la mascherina e mantenere le distanze di almeno 1 metro. Dal 25 maggio riapriranno le palestre, le piscine e i centri sportivi e dal 15 Giugno cinema e teatri. Regioni e sindaci potranno intervenire per modificare le norme, assumendosi le loro responsabilità. Occorre cautela ovunque, in particolare in Lombardia che si trova in zona di rischio medio. Ripresa dei campionati di calcio e degli altri sport? Il ministro Spadafora sta lavorando perchè la ripresa avvenga in sicurezza, in maniera molto responsabile. Serve la garanzia di massima sicurezza che per ora non c'è, speriamo che si realizzi quanto prima".




© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni