Coronavirus, Spadafora: ''Il campionato riparte dal 20 Giugno, è giusto così''

Redazione Picenotime

28 Maggio 2020

"E' stata una riunione molto utile. Il calcio sarebbe ripartito quando ci sarebbe state condizioni di sicurezza e quando il Comitato Tecnico Scientifico avrebbe dato l'ok ai protocolli. L'Italia sta ripartendo ed è giusto riparta anche il calcio". A dichiararlo nel tardo pomeriggio è stato il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora dopo il vertice in videoconferenza con i massimi esponenti di Figc e Leghe. "Il Comitato Tecnico Scientifico ha ha approvato il protocollo per la ripresa agonistica e ha confermato la necessità imprescindibile della quarantena fiduciaria nel caso in cui un calciatore dovesse risultare positivo. L’altra cosa è che la necessità dei tamponi previsti per i calciatori che non deve in nessun modo ledere le necessità di tutti i cittadini italiani e senza vie preferenziali di nessun tipo. La Figc mi ha assicurato il piano B (playoff e playout) e piano C (cristallizzazione della classifica), in caso di nuova sospensione. Il campionato di Serie A riprende il 20 Giugno, mentre dal 13 al 20 Giugno il mio auspicio è che possa giocarsi la Coppa Italia, che andrebbe in chiaro", ha aggiunto il ministro.

Le semifinali di Coppa Italia si giocheranno quindi il 13 e 14 Giugno, mentre la finale si giocherà il 17 Giugno. Il calcio ripartirà quindi con la fase finale della coppa nazionale, per poi ripartire con la Serie A dal 20 Giugno.

CLICCA QUI PER DATE RIPARTENZA SERIE B E DICHIARAZIONI BALATA

Ecco le dichiarazioni del presidente della Figc Gabriele Gravina: "La ripartenza del calcio rappresenta un messaggio di speranza per tutto il Paese. Sono felice e soddisfatto, è un successo che condivido con il Ministro per lo Sport Spadafora e con tutte le componenti federali. Il nostro è un progetto di grande responsabilità perché investe tutto il mondo professionistico di Serie A, B, C e anche la Serie A femminile". 
Ecco le dichiarazioni del presidente della Lega di Serie A Paolo Dal Pino: "Ringrazio il Ministro Spadafora e il suo staff. Abbiamo affrontato con coerenza, determinazione e spirito di servizio un periodo straordinario, complesso e pieno di ostacoli e pressioni, lavorando sempre con un solo pensiero: il bene del calcio e la difesa del suo futuro, che per la Serie A deve significare tornare a essere il campionato più bello del mondo. Solo con questo spirito riusciremo a ripagare la passione e l’entusiasmo dei milioni di tifosi che seguono il nostro sport"

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni