Pordenone-Venezia 0-0, Dionisi: “Con l'Ascoli sarà importante”. Molinaro: “Possiamo far punti con tutti”

Redazione Picenotime

21 Giugno 2020

Dionisi e Tesser (Venezafc.it)

Il Venezia, dopo giornate complicate a causa della positività al Coronavirus di Gianl Filippo Felicioli, è sceso alla fine in campo allo stadio "Nereo Rocco" di Trieste pareggiando 0-0 contro il Pordenone nel match valevole per la 29esima giornata del campionato di Serie B. Nel prossimo turno gli arancioneroverdi ospiteranno l'Ascoli allo stadio "Penzo" nella gara in programma Venerdì 26 Giugno alle ore 20:30. Ecco le dichiarazioni post gara rilasciate da mister Alessio Dionisi e dal capitano Cristiano Molinaro. Tra le file del Pordenone hanno parlato mister Attilio Tesser ed il portiere Michele Di Gregorio, che ha parato un rigore a Mattia Aramu.

ALESSIO DIONISI: "È stata una partita atipica, oltretutto abbiamo vissuto una settimana particolare come noto, senza sapere fino all’ultimo se c’era la possibilità di giocare oppure no. I ragazzi sul campo hanno risposto alla grande, abbiamo fatto tutto il possibile, abbiamo sbagliato anche un rigore ma ci può stare. Sono comunque contento del risultato, certo mi dispiace e mi fa arrabbiare non aver portato a casa i tre punti, in particolare per i ragazzi che volevano davvero tanto questa vittoria. Abbiamo creato tanto, certo è stato difficile giocare con una squadra così fisica, è un limite che abbiamo dimostrato altre volte ma miglioreremo: quello che è certo che non avremmo cercato alibi con qualunque risultato.Bisogna comunque sottolineare la prova di oggi dei miei ragazzi: lunedì non abbiamo fatto allenamento, non abbiamo fatto la rifinitura, siamo partiti per Trieste solo questa mattina. Nonostante tutto dico che non dobbiamo farci destabilizzare e non deve influenzarci un episodio andato male: la prossima partita faremo meglio, ne sono sicuro. Il presidente dice una alla volta: ci sono altre 9 partite e 27 punti in palio: la prossima con l’Ascoli sarà importante, non decisiva. Certo è che oggi non abbiamo raccolto quanto meritato quindi la prossima bisognerà fare sicuramente meglio.”

CRISTIAN MOLINARO: “Il Mister e il direttore hanno speso parole di elogio per tutto il gruppo, in quarantena e al rientro abbiamo lavorato con grande volontà e di saperci trovare pronti ad ogni istante. La settimana non è stata delle migliori, martedì e mercoledì abbiamo dovuto allenarci mattina e pomeriggio e quindi c’era un po’ di ansia vista la settimana anomala. L’aspetto da prendere in maggiore considerazione è quello che ha fatto oggi la squadra, si è fatta trovare pronta con la partecipazione di tutti, abbiamo ripreso dove avevamo lasciato, però con maggiore consapevolezza delle nostre capacità.Volevamo davvero fare il risultato, va dato grandissimo merito a tutti, dallo staff alla società: abbiamo lavorato in maniera coesa, per riprendere il campionato nella forma migliore possibile.È ovvio che c’è rammarico dopo il rigore sbagliato, però rispetto alle altre partite contro Crotone, trapani ed Entella, questa è stata una grande prestazione di gruppo, all’inizio siamo partiti un po’ a rilento, poi siamo risaliti, c’è solo mancata la zampata. Ripeto: l’importante era ripartire in modo totalmente diverso rispetto alla partita con Crotone. Visto il risultato e la prestazione di questa sera siamo consapevoli che possiamo fare punti con tutti, a partire dalla prossima partita contro l’Ascoli”.

TABELLINO

PORDENONE–VENEZIA 0-0

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato, Camporese, Barison, De Agostini; Misuraca, Pasa, Pobega (42′ st Vogliacco); Gavazzi (15′ st Tremolada); Ciurria (8′ st Burrai), Strizzolo (15′ st Bocalon). A disposizione: Bindi, Passador, Stefani, Chiaretti, Bassoli, Candellone, Zammarini. Allenatore: Tesser.

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Fiordaliso (33′ st Modolo), Casale, Ceccaroni, Molinaro; Maleh (21′ st Zigoni), Fiordilino (33′ st Vacca), Lollo (18′ st Caligara); Aramu (33′ st Firenze); Capello, Longo. A disposizione: Oliveira, Pomini, Zuculini, Montalto, Marino, Riccardi, Lakicevic. Allenatore: Dionisi.

Arbitro Marini di Roma 1, assistenti Lombardi di Cinisello Balsamo e Lombardo di Brescia, quarto uomo Zufferli di Udine.

NOTE: al 18′ st Di Gregorio para un rigore ad Aramu. Al 7′ st espulso Pasa per doppia ammonizione. Ammoniti Strizzolo, Fiordilino, Barison e Caligara. Angoli 5-7. Recupero: pt 2′; st 4′. Partita disputata a porte chiuse.

ATTILIO TESSER: “Derby tirato, potevano vincere entrambe le squadre. Loro hanno fatto di più la partita e noi abbiamo sofferto quando siamo rimasti in 10. Ma abbiamo avuto le nostre occasioni. Rigore a parte non ricordo grandi parate di Di Gregorio nella ripresa, mentre noi abbiamo avuto una grande occasione con Bocalon e il corner di Burrai. Il Venezia è una squadra forte e di qualità, che in trasferta ha macinato parecchi punti. Sono contento, perché comunque è un punto che muove la classifica. L’espulsione di Pasa è giusta, mentre mi hanno detto che il rigore non c’era. L’importante è comunque essere riusciti a dimostrare carattere, a dimostrare di non mollare mai, neanche in 10. Adesso ci aspetta la trasferta di Trapani, una squadra in salute. Ce la andremo a giocare: noi abbiamo voglia, motivazioni, dobbiamo solo ritrovare brillantezza.”

MICHELE DI GREGORIO: “Si ricominciava dopo un lungo stop e volevamo fare bene. Non siamo riusciti a conquistare i 3 punti, ma sono felice che la mia parata sul rigore sia riuscito a regalarci almeno un punto. Siamo un gruppo compatto che sa soffrire, quello di oggi è un punto d’oro. Venerdì a Trapani ci attende un’altra partita difficilissima. Non abbiamo mai smesso di giocare, nemmeno in 10. Entrambe le squadre hanno avuto occasioni, è stata una gara equilibrata. In 10 abbiamo avuto qualche difficoltà fisica, normale dopo uno stop così lungo. È strano giocare senza pubblico, ma la situazione è questa e dobbiamo abituarci in fretta. Avevo già parato un rigore a Frosinone ma avevo subito gol sulla respinta. È frutto di un lavoro che portiamo avanti da inizio anno, dedico questa parata a mio papà che non c’è più, alla mia compagna e al nostro piccolo che arriverà presto".


© Riproduzione riservata

Commenti (1)

Ugo 21 Giugno 2020 10:56

del pordenone sapevamo tutto del venezia
meno.l'Ascoli visto col cremona non mi ha fatto una grande impressione speriamo bene.
voglio essere fiducioso ma incontrare le prossime due mi fa venire i brividi.sono ascolano trapiantato da moltissimi anni a
trieste.ma nonostante ciò sono ascolano più di quanto non lo fossi da ragazzo.Forza Ascoli regalami i punti per la salvezza.
quanto lo fossi sessanta anni fa


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni