Ascoli Calcio, presentazione ufficiale del nuovo allenatore Dionigi

Redazione Picenotime

24 Giugno 2020

Nella sala stampa della sede di Corso Vittorio Emanuele il presidente Carlo Neri ed il direttore sportivo Giuseppe Bifulco hanno presentato agli organi di informazione il nuovo allenatore dell'Ascoli Davide Dionigi. Presente anche il nuovo collaboratore tattico Hiroshi Komatsuzaki. In collegamento da Roma anche il patron Massimo Pulcinelli, presente in sala pure il vicepresidente Francesco Caffaro. 

CLICCA QUI PER DICHIARAZIONI DA ROMA DEL PATRON PULCINELLI

Neri: "A nome della società un grande in bocca al lupo a mister Abascal per quello che ha fatto per noi, con i trionfi con la Primavera e per la disponibilità mostrata per allenare la prima squadra. Abbiamo da affrontare 9 battaglie, la nostra attenzione deve essere concentrata solo su questo. La Società si prende la responsabilità di tutto quello che è successo, chiedo una sorta di "lockdown" alle analisi ed alla ricerca di responsabilità, non abbiamo tempo, i bilanci li faremo un'ora dopo l'ultima partita. Tutti dobbiamo essere umili, determinati, uniti e rispettosi. Dobbiamo a tutti i costi centrare l'obiettivo di mantenere la categoria e sono sicuro che la manterremo".

CLICCA QUI PER VIDEO NERI

Bifulco: "Ringrazio anche io Abascal, l'ho conosciuto poco, è una gran brava persona ed un buon allenatore. Abbiamo ritenuto opportuno spostare il tema tecnico-tattico su un'altra idea di gioco e su una persona che potrà aiutarci per conquistare la salvezza. Conosco Davide, il suo carattere, la sua voglia, la sua propensione ad affrontare le sfide, è stato molto facile puntare sull'uomo e sul tecnico. Ha lavorato in piazze difficili ed abbastanza importanti, sono sicuro che darà il meglio di se stesso. Non ha esitato neanche un secondo appena l'ho chiamato, ha colto al volo questa occasione. E' stata la mia prima scelta, il suo entusiasmo mi ha travolto. Gli auguro buon lavoro. Chiedo a tutti di compattare l'ambiente, mettiamo da parte tutte le varie vicende e guardiamo avanti per ottenere l'obiettivo. Giocatori in scadenza e in prestito? Sono tutti animati dalla voglia di rimanere, volentieri, per guadagnarsi la permanenza in categoria. Nessuno si vuole tirare indietro e le società dalle quali provengono i ragazzi in prestito stanno portando avanti le procedure per i prolungamenti dei contratti fino al termine della stagione. Incontro con Ultras 1898? Un incontro costruttivo, non distruttivo, si sono posti con atteggiamento collaborativo. Hanno chiesto impegno, ribadendo come sia fondamentale la permanenza in categoria. Da parte loro c'è massimo sostegno, anche gli Ultras si aspettano che l'ambiente metta da parte negatività e situazioni che non portano punti. Ora conta solamente sostenere e spronare la squadra, compattiamoci". 

CLICCA QUI PER VIDEO BIFULCO

Dionigi: "Saluto chi mi ha preceduto, è doveroso. Per chi fa questo lavoro è sempre un dispiacere, ci sono passato anche io. Ringrazio la proprietà che mi ha dato una grande possibilità di poter allenare in una grandissima piazza.  Oltre alla storia qui ci sono ardore, passione e fame di calcio. Sono certo di ripagare nel migliore dei modi la fiducia della Società. Lavorerò con umiltà in una situazione che può sembrare non semplice. Non voglio dire le solite frasi retoriche sull'impegno, non sono tipo da luoghi comuni, dobbiamo abbassare la testa, io e i miei ragazzi. Ho iniziato a conoscere, come persone, i calciatori a mia disposizione. Ho chiesto loro di tirar fuori moralità ed orgoglio che hanno nelle loro corde. La tifoseria ascolana non merita questa situazione. Ho riscontrato nella squadra un senso di rivalsa dopo 5 sconfitte nelle ultime sei partite, l'aspetto mentale diventa fondamentale. In questo caos sono sicuro che troveremo il bandolo della matassa, che non è solo psicologico ma che ha tante altre sfaccettature. Abbiamo un reparto offensivo molto forte, devono avere più convinzione nei propri mezzi al servizio della squadra. Non deve mancare mai la cattiveria in quel ruolo. Ringrazio il patron per le belle parole, sono parole che mi spronano a dare qualcosa di più. La proprietà ha un forte attaccamento alla squadra. Sono contento della scelta fatta. Ballottaggio Ninkovic-Morosini? I ballottaggi ci sono per tutti, giocando tante partite in poco tempo ci saranno delle rotazioni. Sono due giocatori che possono occupare diversi ruoli nel pacchetto offensivo. Condizione fisica? Nel post Covid si è creata una situazione completamente nuova, con i giocatori fermi per tre mesi senza poter uscire di casa e senza calciare il pallone. Non ci sono precedenti nel calcio, qui la bravura sarà giornaliera, vedendo ciò che accade di partita in partita con la giusta gestione. Come lavorerò in questa settimana? E' difficile dire di poterci mettere mano, posso cercare di capire velocemente le corde da toccare per alzare la mentalità. Questo si può fare in così poco tempo. Ho seguito l'Ascoli soprattutto nell'ultimo periodo. E' una squadra che ha delle individualità importanti, che ha alternato buone cose ad altre meno, qualche problemino ovviamente c'è. Modulo? Non mi sono mai fissato su particolari sistemi, ho giocato sia a 3 che a 4. Non è facile capire in pochi giorni il vestito giusto, sicuramente a livello difensivo qualcosa sarà cambiato. Il centrocampo a 3 potrebbe essere una soluzione. Poi analizzeremo anche gli avversari e quanto speso fisicamente per accorgimenti diversi. Giocatori in scadenza e in prestito? Hanno nelle loro mani la fortuna di mettersi in mostra e valorizzare, sia per rimanere ad Ascoli o per eventuali salti categoria, questo è un mondo con tanta concorrenza. Per ognuno di loro è una questione d'orgoglio, non è bello andar via con una retrocessione. Difesa forte? Abbiamo un reparto difensivo che si sposa con la mia idea di difesa a 3. Il 3-5-2 è un modulo che ho adottato molto spesso, c'è la possibilità che venga riproposto, anche con interpretazioni diverse, le idee ci sono e poi vanno sviluppate sul campo. So chi sono i miei giocatori ma le situazioni tattiche vanno provate in allenamento. Dobbiamo fare punti ma soprattutto sul piano dell'aggressività dovremo dare un segnale, anche se il tempo per lavorare è poco". 

CLICCA QUI PER VIDEO DIONIGI

Dionigi ha poi parlato del prossimo match con il Venezia in programma Venerdì 26 Giugno alle ore 21 allo stadio "Penzo" per la 30esima giornata di Serie B: "E' una squadra che ha un sistema di gioco collaudato, il 4-3-1-2, non bisogna dar loro la possibilità di muovere palla. Dovremo affrontare quella gara cercando di crear loro delle difficoltà. Hanno fatto un'ottima partita contro il Pordenone, meritavano molto di più del pareggio, abbiamo preparato qualcosa in fase di possesso. Nei ragazzi sto vedendo molta applicazione, la speranza è che già Venerdì sera si possa vedere qualcosa. Domani abbiamo la rifinitura e poi si parte. Dovremo fare ovviamente risultato, sono molto curioso su cosa mi faranno vedere i ragazzi in pochi giorni di lavoro. Se non funzionerà, andremo a trovare un'altra strada. Turn-over viste le partite ravvicinate? Sarà inevitabile, la forza del gruppo si vede adesso, quando esce uno e gioca l'altro, sarà fisiologico, tutti oggi possono considerarsi titolari. Per Venezia sono tutti a disposizione tranne Pucino, Piccinocchi, Rosseti e Beretta. C'è qualche affaticamento dopo due gare ravvicinate, ma è inevitabile in questo periodo".

CLICCA QUI PER VIDEO DIONIGI PRE VENEZIA-ASCOLI

CLICCA QUI PER DICHIARAZIONI KOMATSUZAKI


© Riproduzione riservata

Commenti (6)

Sandro 24 Giugno 2020 15:10

Bene la presenza del presidente Neri e il direttore sportivo Bifulco, vuol dire che la nostra grande società è presente, con l'arrivo di Dionigi si respira aria nuova a Venezia vinciamo sicuro. Fac


Luigi 24 Giugno 2020 15:30

Niente torta e spumantino? E Di Maso?


simone 70 24 Giugno 2020 15:45

uniti si vince.
FORZA PICCHIO.


Caste300 24 Giugno 2020 15:54

POZZA I BBE'


filippo 24 Giugno 2020 16:32

Bene ds e presidente .
Finalmente sembriamo una società, senza figure inventate di top manager o altro.
facciamo il nostro e salviamoci con il coltello tra i denti


andrea r 24 Giugno 2020 19:16

a quando le dichiarazioni di quel simpaticone di cino lillo del duca? da uomo navigato ,esperto che sa di calcio come nessuno qualcosa tirerà fuori dalla lampada di aladino


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni