Venezia-Ascoli 2-1, finale ad alta tensione. Espulso Gravillon nel tunnel del ''Penzo''

Redazione Picenotime

26 Giugno 2020

Andreaw Gravillon

Finale di gara ad alta tensione allo stadio "Penzo" di Venezia dopo la sconfitta per 2-1 dell'Ascoli contro gli arancioneroverdi di Alessio Dionisi nella 30esima giornata del campionato di Serie B.

Al triplice fischio dell'arbitro Francesco Fourneau si è acceso un parapiglia tra alcuni giocatori che è proseguito anche nel tunnel che conduce agli spogliatoi. A perdere le staffe è stato Andreaw Gravillon che è stato espulso dal direttore di gara per un colpo ai danni di Luca Fiordilino. Il difensore centrale della Guadalupa (ammonito al minuto 89) salterà così sicuramente il prossimo match interno contro il Crotone al pari del centrocampista Michele Cavion (quinto cartellino giallo stagionale).

CLICCA QUI PER MOMENTI CHIAVE VENEZIA-ASCOLI 2-1



© Riproduzione riservata

Commenti (7)

Atlascaruso 27 Giugno 2020 00:38

Pensiamo veramente di vincere con il Crotone ?


Mirko 27 Giugno 2020 08:33

Perchè con il Crotone? Quelle dopo? Dovevamo vincere a tutti i costi queste tre partite ma era importante anche non perdere. Però siccome noi siamo fenomeni abbiamo avuto tre allenatori fenomeni che fanno il calcio spettacolo e ci hanno portato sull'orlo del precipizio. Adesso finalmente al quarto allenatore abbiamo trovato la quadra. La domanda è: la squadra vista ieri sera avrà continuità o tornerà nell'oblio a cui ci ha abituato?


Osservatore 27 Giugno 2020 09:42

SIAMO STATI DEI POLLI!!!!!!!--
IL NOSTRO PORTIERE. DOVEVA
METTERE UN GIOCATORE SUL PALO!!!!!!!-!
SONO STATO MOLTO SORPRESO PERCHÉ NON LO HA FATTO........ROBA DA DILETTANTI PRENDERE IL GOL SU QUELLA PUNIZIONE!!!!!!!


Massi70 27 Giugno 2020 09:48

Quando si perde giocando discretamente è un brutto segno. La stagione è proprio storta. A gennaio sono stati fatti errori madornali. Il centrocampo non è stato migliorato mentre l'attacco è stato stravolto e peggiorato anche numericamente. La squadra ha perso certezze tattiche e ha cominciato ad andare in confusione. I tre cambi di allenatore e quelli societari hanno fatto il resto. E adesso è tutto molto complicato anche perché da dietro stanno rimontando. Bisogna lottare punto per punto adesso. Ma la vedo molto difficile anche per la mancanza della spinta del pubblico che ha sempre aiutato nei momenti difficili. Purtroppo gli errori si pagano. Speriamo bene......


Atlascaruso 27 Giugno 2020 10:30

Ieri si doveva vincere punto e basta.. cambio allenatore e vittoria , invece abbiamo perso . Il Cosenza ha vinto .. ora la vedo dura. Se sarà sconfitta con il Crotone , sarà retrocessione


Jeannette 27 Giugno 2020 15:08

qui non si molla di 1 cm, chi non la pensa così, vada al mare e ci resti per sempre....
Piiiiicchio alé.... questo è il tempo di combattere!!!!!!


Nazzareno 27 Giugno 2020 17:21

Non molliamo di un cm però. Speriamo che giri meglio la prossima. Andiamo agli allenamenti a far sentire la nostra presenza. Occorre la nostra fisicità passionale, quelle che ci ha permesso salvezze ben più difficili di questa. Questo è l'unico modo per fare il miracolo anche quando si sbagliano gol a porta vuota o le barriere sono cementate a terra.
Forza Ragazzi. Inventiamoci qsa.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni