Ascoli-Crotone 1-1, Trotta servito da Costa Pinto spezza la lunga serie negativa del Picchio

Redazione Picenotime

29 Giugno 2020

L'Ascoli sfida il Crotone in un "Del Duca" sempre a porte chiuse nel contesto della 31esima giornata del campionato di Serie B. Nel post Coronavirus i bianconeri hanno archiviato 3 sconfitte consecutive contro Cremonese, Perugia e Venezia, i calabresi hanno invece pareggiato prima con il Chievo e poi con il Perugia.

Dionigi si affida inizialmente ad un 3-4-1-2 con Leali in porta e la difesa composta da Ferigra, Valentini e Ranieri (resta fuori Brosco per un affaticamento agli adduttori, al suo posto convocato Maurizii). Sugli esterni Andreoni e Sernicola, in mezzo Brlek e Padoin (oggi capitano). Sulla trequarti Morosini a sostegno di Ninkovic e Scamacca. Stroppa punta sul consueto 3-5-2 con capitan Cordaz in porta e la retroguardia formata da Curado, Marrone e Cuomo. Sugli esterni l'ex Mustacchio e Molina, in cabina di regia Barberis coadiuvato da Benali e Crociata. Coppia d'attacco formata da Messias ed Armenteros. Serata afosa al "Del Duca", terreno di gioco in discrete condizioni. Ascoli in tenuta nera con calzettoni rossi (voluti dal patron Pulcinelli), Crotone in completo bianco con rifiniture rossoblù. 


Al 5' Crotone vicino al vantaggio: servizio di Molina sul secondo palo per Mustacchio, tiro-cross che attraversa l'area piccola, Armenteros non riesce nella deviazione vincente da posizione defilata. Al 7' dribbling da brividi di Leali su Messias, il portiere bianconero riesce nella giocata in area e poi appoggia per Valentini. E' la squadra di Stroppa a fare la gara, con l'Ascoli che prova a ripartire quando ne ha l'occasione. Al 18' lancio lungo di Cordaz che supera Ferigra e trova Messias, diagonale mancino in area che termina a lato. A metà del primo tempo botta secca di Barberis dalla lunetta che si impenna sulla traversa. Continua a spingere la compagine calabrese, al 27' un tiro dal limite di Messias sporcato da Molina tocca la parte bassa del palo dopo una leggera deviazione di Leali. Al 32' viene ammonito per proteste il tecnico Dionigi, era già successo all'esordio a Venezia. Al 39' spettacolare ed elegante chiusura di Cuomo dopo un lancio di Padoin per Scamacca pronto ad involarsi verso Cordaz. Nel finale di prima frazione ammonito Curado per una manata sulla faccia ai danni di Ninkovic. Nel secondo minuto di recupero Leali respinge con i pugni un sinistro a giro di Messias dopo uno schema da calcio d'angolo. 

Ad inizio ripresa entra Trotta al posto di un Ninkovic scosso da un colpo al volto subito da Curado. Al 47' Crotone vicino al gol: azione travolgente di Crociata sulla sinistra, Benali tocca di testa per Mustacchio che con un drop col destro colpisce il palo dopo una leggera deviazione di Ranieri. Si accende una mischia in area piccola, sbroglia la matassa Ferigra. Lo stesso Ferigra subito dopo rischia l'espulsione per una cintura ai danni di Messias lanciato verso la porta (Sozza opta per il giallo tra le proteste degli ospiti). Ascoli molto abbottonato, macina gioco la squadra di Stroppa. Al 55' botta col mancino da fuori di Armenteros che finisce abbondantemente out. Stroppa inserisce Simy ed Evan's per un buon Mustacchio ed Armenteros, Dionigi invece punta su Eramo al posto di un deludente Morosini. Al 60' gli Squali passano in vantaggio: punizione velenosa dalla sinistra di Barberis, nessuno tocca ed il pallone che si infila all'angolino basso. L'Ascoli potrebbe subito pareggiare dopo due minuti: Padoin imbuca bene per Scamacca che si presenta tutto solo in area davanti a Cordaz ma con l'esterno destro colpisce clamorosamente a lato. Il gioco diventa più spezzettato, vengono ammoniti in serie Crociata e Eramo. Al 68' corner teso di Padoin, incornata centrale di Valentini, alza con la mano sopra la traversa Cordaz. Esce proprio uno stanchissimo Valentini, al suo posto Troiano che si piazza al centro della difesa. Al 70' punizione tagliata di Messias dalla destra, la palla attraversa nuovamente tutta l'area, non riesce nella deviazione vincente sul secondo palo Marrone. Due giri di lancette e Crotone ad un passo dal raddoppio: tiro di Messias deviato da Troiano, la palla arriva a Simy che all'altezza del dischetto si fa ipnotizzare da Leali, autore di un vero e proprio miracolo. L'allenatore bianconero ad un quarto d'ora dal termine si gioca gli ultimi cambi con Petrucci e Costa Pinto per Brlek e Padoin. Al 78' l'Ascoli pareggia: il portoghese Costa Pinto (che oggi compie 21 anni) sfonda sulla corsia mancina dopo un lancio di Scamacca, assist al bacio per l'ex rossoblù Trotta che in area, con il sinistro, non lascia scampo a Cordaz siglando il suo terzo centro in campionato. Finale di gara molto teso, con il Crotone un po' stanco e l'Ascoli che ritrova vigore. Nel finale c'è spazio anche per l'esperto Maxi Lopez al posto di Crociata. Al minuto 88 Andreoni galoppa sulla destra, servizio per Scamacca che da una buona mattonella cicca il pallone. Non succede più nulla nei 4 minuti di recupero, con l'Ascoli che dopo quattro sconfitte consecutive torna a far punti salendo a quota 33 in classifica in vista del prossimo match sul campo del Cosenza. Riprenderà subito Martedì 30 Giugno alle ore 18 al Picchio Village la preparazione dei bianconeri. Da valutare le condizioni di Brosco, Valentini e Ninkovic. 


TABELLINO E PAGELLE

ASCOLI-CROTONE 1-1

ASCOLI (3-4-1-2): Leali 6.5; Ferigra 6, Valentini 6 (68' Troiano 6), Ranieri 6.5; Andreoni 6, Brlek 5.5 (75' Costa Pinto 6.5), Padoin 6 (75' Petrucci 6), Sernicola 6; Morosini 5 (59' Eramo 5.5); Ninkovic 5.5 (Trotta 6.5), Scamacca 5. A disposizione: Marchegiani, Novi, Maurizii, De Alcantara, Piccinocchi, Matos. Allenatore: Dionigi 6

CROTONE (3-5-2): Cordaz 6; Curado 5.5, Marrone 5.5, Cuomo 6.5; Mustacchio 6.5 (59' Evan's 5.5), Benali 6, Barberis 6.5, Crociata 6.5 (87' Maxi Lopez sv), Molina 6; Messias 6, Armenteros 5.5 (59' Simy 5). Allenatore: Stroppa. A disposizione: Festa, Figliuzzi, Golemic, Gerbo, Bellodi, Zanellato, Rodio, Gomelt, Zak. Allenatore: Stroppa 6

Arbitro: Sozza di Seregno 5.5

Reti: 60' Barberis, 78' Trotta


© Riproduzione riservata

Commenti (38)

Fra61 29 Giugno 2020 23:02

ASCOLI TUTTO CUORE
AVANTI COSI' RAGAZZI


I❤AP 29 Giugno 2020 23:09

Forza ragazzi, forza mister, gruppo, squadra, lotta, grinta, astuzia, fortuna, X C❤STANTIN❤ R❤ZZI , per la STORIA. UN PUNTO D'ORO.


Fausto 29 Giugno 2020 23:09

A parte il pareggio, una delle partite piu' brutte dell'Ascoli di quest'anno. Oggi i pali li hanno presi loro e Leali ci ha salvato su un gol praticamente fatto. Buoni gli ultimi 10 Min anche se caotici, il resto pasta riscaldata....sempre la stessa. Scamacca inguardabile ma gli altri seguono a ruota. Non c'e' gioco si difende solo e si cerca di ripartire. Con chi? La prossima schierera' un 7 2 1. Io no sono affatto soddisfatto, punto a parte


JOE RICCI HAMILTON CANADA 29 Giugno 2020 23:10

OK BOYS LETS NOT GIVE UP HOPE!!!
FORZA ASCOLI!!!


Per sempre Ascoli 29 Giugno 2020 23:10

Bisogna ammettere che la mano di Dionigi si sta vedendo. Almeno la squadra, con tutti i suoi limiti, lotta, corre, stringe fra i reparti e, anche se con idee semplici, cerca di verticalizzare per Scamacca e Trotta senza lasciare spazi al contropiede avversario. Allenatore concreto: è quello che ci serviva per avere qualche possibilità.
Purtroppo la rosa calciatori è scadente e sarà difficile arrivare alla salvezza però dobbiamo crederci fino in fondo. Ho avuto piacere che a fine partita i calciatori si sono ritrovati insieme al mister e al DS a far gruppo. Sicuramente se fesse arrivato Dionigi al posto di Stellone/Abascal nelle 7 partite giocate forse 3/4 punti in più li avremmo avuti.
Resta un gol preso da polli con il portiere che invece di seguire la traiettoria del pallone era immobile a osservare i movimenti dei calciatori!! Purtroppo di errori sulle varie campagne acquisti/cessioni ne abbiamo commessi (principalmente aver mandato via Addae, Lanni e Frattesi).


Forza Ragazzi 29 Giugno 2020 23:12

Che sia il Punto di ru-partenza...contro la seconda me lo tengo stretto anche se Scamacca...sarà per Cosenza


LORENZO CAPRO' 29 Giugno 2020 23:16

FINALMENTE ABBIAMO UN MISTER, COMPLIMENTI SOPRATTUTTO PER AVER CREATO UN GRANDE GRUPPO. TUTTI UNITI VERSO LA SALVEZZA, SARÀ DURA.... PERÒ ADESSO ABBIAMO LA GIUSTA MENTALITÀ.


Caste300 29 Giugno 2020 23:19

L'IIMPEGNO NON DEVE MAI MANCARE


Simone 70 29 Giugno 2020 23:19

Grandi. Spirito giusto per una delle tante battaglie da qui alla fine.
Cattiveria, umiltà e sacrificio.
FORZA PICCHIO


San Marco 29 Giugno 2020 23:21

Abbiamo girato pagina. Finalmente. Continuiamo così , tutto da decidere ancora , il nostro destino è nelle nostre mani . Sempre ForzaAscoli.


Carrarmato 29 Giugno 2020 23:23

Che ne dici Lorenzo Capro'?
Un pareggio che vale "oro"?


Giovanni Gennaretti 29 Giugno 2020 23:23

Bravi tutti, tutti utili alla causa, il manico funziona, se invece di andare in giro a cercare Maria x roma, avevamo preso prima Dionigi, eravamo già salvi, invece il destino nostro è sempre di arrivare con l'acqua alla gola fino alla fine, Bravo Mister, bravi tutti, avanti così


Manbioli 29 Giugno 2020 23:24

Prova di carattere, pareggio del cuore, va bene così per sopperire a evidenti limiti tecnici.
Leali davvero imbarazzante al pari di ferigra, ed eramo, troiano bene com centrale di difesa, bene brlek , affaticatissimo Scamacca motivo dei tanti errori, con la testa altrove Morosini . Ora una prova maiuscola a Cosenza se vogliamo venire fuori dal baratro. Il mister è il migliore di tutti e soprattutto dei suoi predecessori


Picus 29 Giugno 2020 23:28

La gara di oggi dimostra che compatti ed attenti, con centrocampo folto, possiamo giocarcela con tutti. Occorre tanto equilibrio, non lo stucchevole giro palla. Ora crediamo nei nostri mezzi. Un'impresa a Cosenza e siamo salvi. Ma sarà durissima. Prepariamoci a dovere. Forza ragazzi


PRENESTINO BIANCONERO 29 Giugno 2020 23:30

Eravamo mediocri a inizio stagione, ma dopo il mercato di gennaio (detto di riparazione, purché sia fatto con criterio) siamo molto scarso. Oggi abbiamo conquistato miracolosamente un punto che, ahimè, non ci servirà a nulla.


I❤AP 29 Giugno 2020 23:41

A FAUSTO NON ESSERE INFAUSTO. DOMANI SERA COLLEGATI CON RAISPORT, C'È LA TUA AMATA SAMB. Vedrai che spettacolo.


Giovanni Gennaretti 29 Giugno 2020 23:44

Non dovevamo sbagliare la partita con Cremonese e Venezia, dovevano essere almeno quattro punti e si viaggiava col vento in poppa, i punti nostri li ha fatti il Venezia, questo è il rammarico


Mario 29 Giugno 2020 23:57

Grinta per i ragazzi , primo tempo bruttino , cambi azzeccati,finalmente si rivede il regista puro Petrucci , entrato subito in partita


David 30 Giugno 2020 00:01

Fausto vatt a dermi.......!!! Solo uniti si resta in b !! I criticoni come te ....... non servonon!! Cambia canale !! I ragazzi stasera hanno dato il massimo......e questo è importante.......


Marco Piceno 30 Giugno 2020 00:03

Un bellissimo spettacolo , 70 minuti senza fare neanche un tiro in porta , i pali e Leali ci hanno salvato da un altra sconfitta che però doveva essere solo vittoria . Catenaccio e che Dio ci aiuti .. questa è la strada giusta per andare in C diretti. Andate a vedervi il Cosenza è il Trapani .. vanno come i treni .


domesc 30 Giugno 2020 00:06

Va bene il punto, per il resto meglio stendere un velo pietoso. Questa è una squadra che non merita...è troppo scarsa.


LOLLO57 30 Giugno 2020 00:12

Finalmente la squadra ha smesso di credere a quello che Pulcinelli, molti tifosi e molti giornalisti continuano a dire e cioè che è una squadra forte che per vari motivi non riesce a rendere. L'Ascoli è una squadra tecnicamente modesta che non riesce a mettere insieme due passaggi di fila. Per fortuna sembra lo abbiano capito anche i giocatori ed hanno deciso di supplire con la grinta e l'impegno. È la strada giusta. Solo così possiamo salvarci.


pippo 30 Giugno 2020 00:16

La prestazione è peggiorata rispetto a Venezia, almeno nel gioco, ma è arrivato un punto che spero dia lo spirito giusto per le prossime gare. Possiamo puntare solo sulla volontà perché di gioco e qualità, a questo punto, non ne possiamo pretendere. A Dionigi non si può chiedere la luna.


LORENZO CAPRO' 30 Giugno 2020 00:17

CARRARMATO SI, SE AVESSIMO PERSO ERA UN MACIGNO ENORME PER IL MORALE, DOPO LA BELLA PROVA DI VENEZIA, QUESTO È UN PAREGGIO D'ORO CONTRO UNA SQUADRA MOLTO FORTE. MI PIACE MOLTO QUESTO NUOVO SPIRITO DI GRUPPO, PURTROPPO QUESTO È UN CAMPIONATO PER NOI PIENO DI ERRORI E ANCHE DI EPISODI SFORTUNATI.... TESORO CHE IO PENSAVO FOSSE UN BUON DS, HA FATTO DISASTRI, HA PORTATO CALCIATORI FINITI O INADEGUATI PER LA B CON INGAGGI SUPER. UN'ALTRO GRANDE ERRORE È STATO DARE LA PANCHINA A ZANETTI CHE NON HA IL CARATTERE PER PIAZZE COME ASCOLI. ADESSO PERÒ C'È UN MANAGENT NUOVO E UNA NUOVA MENTALITÀ, IL PATRON HA PIÙ ESPERIENZA E SE FACESSIMO QUESTO MIRACOLO DELLA SALVEZZA, SONO CONVINTO CHE AVREMO UN BUON FUTURO. LO RIPETO DA SEMPRE, PULCINELLI HA INVESTITO MOLTO PER L’ASCOLI E NOI DOVREMMO SEMPRE SUPPORTARE CHI FA' GRANDI SACRIFICI PER NOI. FORZA ASCOLI


I❤AP 30 Giugno 2020 00:27

L'ASCOLI DEVE GIOCARE SEMPRE CON I CALZETTONI ROSSI. DEVE DIVENTARE UNO STATUS.


Nostalgico 30 Giugno 2020 00:33

Capro’ .... per favore basta ... avrei preferito vincere a Venezia e perdere stasera, avevamo comunque 1 punti in più , farei con una diretta concorrente..... venerdì c’è Trapani Livorno e Cosenza Ascoli, se non ci cugnamo , il penultimo posto non ce lo leva nessuno ..... Nn seme fatt cosa .... Forza Magico Picchio


Picosound 30 Giugno 2020 00:42

IL PICCHIO SAREMOVE


BINNO 30 Giugno 2020 00:44

Su col morale !!! Non siamo squadra da retrocessione!!


Leo 30 Giugno 2020 00:51

Prestazione indecente solo la fortuna ci ha salvato dal gioco straripante del Crotone. Potevafinire 4 a 1 per loro. Portiamo a casa sto punticino anche se sto catenaccio di Dionigi non mi ha convinto .


sandrone 30 Giugno 2020 01:42

Punto cmq prezioso ma il Crotone ci ha pistato... ma per salvarsi ora servono solo i punti


Massi70 30 Giugno 2020 05:55

Spirito ok, peccato davvero per i tanti, troppi errori in fase di costruzione della squadra ad Agosto e nel disastroso mercato di gennaio che ci ha privato di un attacco degno della serie b. Siamo il centrocampo e l'attacco forse peggiore della categoria.....la speranza non muore mai ma solo una vittoria a Cosenza potrebbe veramente rimetterci in carreggiata.


Ottimista 30 Giugno 2020 06:37

Ottimo punto ma non capisco tutto questo entusiasmo. Dionigi piu che un allenatore e' uno psicologo. Qui ci vuole il gioco. Non si puo pensare di strappare un punto alla volta giocando in modo imbarazzante per 70 min. Parla anche da psicologo. Da quello che si intuisce non conosce neanche i giocatori. In Ascoli siamo tutti intenditori di calcio, ditemi che forse e speriamo ci salviamo col catenaccio, ma non venite a dirmi che se c'era dionigi stavamo chissa' dove, vi prego.....


Roby 30 Giugno 2020 08:08

Non conosco Fausto innanzitutto. Però, mi spiegate perché se un tifoso esprime un parere negativo, viene additato come pesciaro o incompetente? Io la penso come lui:ottimo il punto contro la seconda in classifica, ma stavolta il tanto criticato (da voi) Leali ci ha salvati, come la sfortuna tanto nominata col Venezia ieri si è abbattuta sul Crotone salvandoci. Vorrei ricordarvi, che tranne alcuni, ad ogni partita ha inveito, maledetto ed imprecato società e giocatori. In pochi restavano zitti oppure incoraggiano.... ed oggi, solo perché un tifoso esprime un parere sul gioco viene crocifisso? Se avessimo perso, volevo vedere cosa scrivevate:solo insulti! Coerenza, signori, sennò meglio tacere. E ora ditemi che sono della Samb......


15ma colonna 30 Giugno 2020 08:09

COME VOLEVASI DIMOSTRARE I CRITICONI NON SONO MANCATI IN PRIMIS PRENESTINO ROSSOBLU MA AVEVAMO DI FRONTE LA SECONDA IN CLASSIFICA CHE VIAGGIA SULLE ALI DELLENTUSIASMO E QUESTO NON È POCO MENTRE NOI ERAVAMO TUTTALTRA COSA SIAMO STATI BRAVI E IL MISTER ECCEZIONALE FAC


Mirco 30 Giugno 2020 09:46

Buono l'ingresso di Pinto, ha fatto capire con un semplice assist che per la salvezza possiamo contare anche su di lui.


Marco Piceno 30 Giugno 2020 10:09

Lorenzo capro’... L’errore è stato quello di dare la panchina a Zanetti ??!?Ti ricordo che ha fatto il miglior girone di andata degli ultimi anni chiudendo con il secondo miglior attacco della B. Ora siamo a fare il catenaccio per racimolare il punticino in casa e a festeggiarlo come se fosse una vittoria....quando il 26 dicembre eravamo quinti a a due punti dalla A diretta. E contestavamo tutto e tutti . IQuesti dati sono insindacabili . Criticavamo il suo gioco?? È quello che esprimiamo adesso che gioco è? Quello della terza categoria . Se andiamo ai playout e forse ci salviamo è merito di quei punti , non di certo dei 6 punti in 12 partite degli altri tre allenatori successivi. I primi a non essere Stati umili siamo noi tifosi e ora ne pagheremo le conseguenze .


randello bianconero 30 Giugno 2020 13:27

Ognuno vede il calcio a modo proprio.
Ovviamente ci sono diversi tifosi della marina che non potendo fare il derby da 34 anni, preferiscono passare il tempo a sfogarsi da decenni sui siti dei tifosi dell'Ascoli dato che nei loro siti parlare di calcio sarebbe impossibile.
Per carità, non è che se uno scrive sempre in maniera negativa deve per forza essere della marina, ma chiedo il motivo del "perché" quando a venezia hai colpito 2 pali interni, avuto 2 palle gol nitide e strameritato almeno di pareggiare, non scrivono e si nascondono, Escono fuori solo quando c'è da criticare, dimenticando che 7-11 giocatori del Crotone provengono dalla serie A e che era la squadra vice capolista. Con Zanetti ed Abascal le avresti perse entrambe, perché quando vuoi giocare a viso aperto ma a centrocampo non hai nessun incontrista a prendere palla, non hai un regista al quale passare un pallone da giocare, poi vieni asfaltato da tutti. Dionigi non sta facendo nulla di eccezionale, ha capito che non puoi giocartela a viso aperto e fatto di necessità virtù.
Non so se ci salveremo (per l'ennesimo attacco di bava e bile che colpirebbe la zona marittima ormai da 40 anni), comunque l'Ascoli non la lasceremo mai, neanche in Lega Pro.
Dunque falsi tifosi del Picchio, rassegnatevi, perché il tramonto dell'Ascoli non lo avete visto mai e non lo vedrete neanche dovessimo retrocedere. Perché, come disse il Marchese del Grillo, io sono io (Ascoli) e voi non siete un cxxxo (sambenedettese).


LORENZO CAPRO' 30 Giugno 2020 23:18

GRANDISSIMO RANDELLO


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni