Ascoli Calcio, Dionigi viaggia ad oltre 2 punti di media a partita. Nel Novembre 2014 l'ultimo poker

Redazione Picenotime

18 Luglio 2020

Davide Dionigi (Ascolicalcio1898.it)

L'Ascoli ha ottenuto allo stadio "Tombolato" di Cittadella la tredicesima vittoria dopo 35 giornate del campionato di Serie B, la quarta in trasferta dopo quelle sui campi di Juve Stabia, Livorno e Cosenza. I bianconeri sono saliti così a quota 45 punti in classifica con un bilancio complessivo di 13 successi, 6 pareggi e 16 sconfitte, con 46 gol fatti e 51 subiti. 

CLICCA QUI PER MOMENTI CHIAVE CITTADELLA-ASCOLI 1-2

Il Picchio non otteneva quattro successi consecutivi dal Novembre 2014, quando con Mario Petrone in panchina ebbe la meglio contro Pontedera (1-0 tra le mura amiche), Reggiana (2-0 in trasferta), Forlì (4-0 al "Del Duca") e Pro Piacenza (3-0 fuori casa) tra l'undicesima e la quattordicesima giornata del girone B di Lega Pro Prima Divisione. 

Bisogna risalire all'Aprile del 2012 per trovare invece 4 vittorie consecutive in Serie B dell'Ascoli, con la squadra guidata da Massimo Silva che riuscì a superare in successione Albinoleffe (1-0 in casa), Cittadella (3-1 in trasferta), Brescia (3-1 al "Del Duca") e Livorno (2-0 tra le mura amiche) tra la 34esima e la 37esima giornata di quel torneo poi concluso con un'emozionante salvezza. 

Davide Dionigi, dal suo arrivo sulla panchina bianconera, ha saputo collezionare 13 punti in 6 match (media 2.16 a partita), con 9 gol fatti (tre realizzati da Trotta, due da Scamacca, uno a testa da Ninkovic, Eramo e Costa Pinto più l'autorete di Adorni) e 6 subiti. Nel girone di ritorno la squadra marchigiana ha finora raccolto 18 punti (3 con Guillermo Abascal in panchina e 2 durante la gestione di Roberto Stellone), con un bottino di 5 vittorie, 3 pareggi e 8 sconfitte. 

Il 21enne fantasista portoghese Diogo Costa Pinto è diventato il 14esimo giocatore dell'Ascoli ad essere andato in gol nella Serie B 2019/2020. Il capocannoniere bianconero in campionato è sempre Gianluca Scamacca con 9 reti, alle sue spalle Nikola Ninkovic con 7 centri, Leonardo Morosini, Marcello Trotta ed Alessio Da Cruz a quota 5, Matteo Ardemagni con 3 e Michele Cavion con 2 marcature. Un gol a testa per Michele Troiano, Mirko Eramo, Riccardo Brosco, Raffaele Pucino, Alberto Gerbo, Moutir Chajia ed appunto Diogo Costa Pinto, ai quali vanno aggiunte le autoreti di Gregorio Luperini del Trapani (provocata da un'iniziativa di Alessio Da Cruz), Luca Marrone del Crotone (causata da un traversone di Michele Cavion) e Davide Adorni del Cittadella (su cross di Nikola Ninkovic). 

CLICCA QUI PER DICHIARAZIONI PULCINELLI SU DIONIGI POST CITTADELLA-ASCOLI 1-2


© Riproduzione riservata

Commenti (17)

BÀÀ 18 Luglio 2020 19:20

....che bello sarebbe bere birra e tifare PIKKIO allo stadio....


Per sempre Ascoli 18 Luglio 2020 20:34

Grande Mister, sei stata una vera sorpresa ed è stato bravo Bifulco che, evidentemente, sapeva di che pasta eri fatto.
Avete ricompattato un gruppo che era allo sbando completo e avete restituito un senso al gioco della squadra che ora è corta, compatta, lotta, si aiuta...una bellissima realtà.
Veda di recuperare appieno Gravillon che, probabilmente, è il nostro miglior difensore; abbiamo bisogno di uno forte e veloce come lui all'interno dell'area difensiva.
Per il resto ha azzeccato ogni formazione e ogni sostituzione come se conoscesse a memoria i calciatori che ha a disposizione.
Unico rammarico che non è arrivato qualche settimana prima; sarebbe bastato prenderla al posto di Stellone e in quelle 2 maledette partite in casa (Cremonese e Perugia) avremmo sicuramente ottenuto molto di più dello zero in classifica! Ora saremmo stati in zona play off!!!!......
Restiamo concentrati e la salvezza sarà nostra.


Caste300 18 Luglio 2020 20:55

VAI MISTER NON MOLLARE MAI!


Reza 18 Luglio 2020 20:55

Guardando ultimi tre partite e altre squadra io penso anche play off perché no vinciamo ultime tre poi vediamo perché no.


Ver sacrum 18 Luglio 2020 21:24

Caro BÀÀ, come ti capisco; pur non essendo uno che apprezza la birra, lo stadio mi manca davvero tanto: il tifo di livello superiore dei sostenitori piceni e l'atmosfera intensa che si assapora non appena sali sugli spalti del Del Duca sono insostituibili. Nostalgia canaglia! Un abbraccio a tutti i tifosi veri e, chiaramente, a Marco Amabili.


Sergiof 18 Luglio 2020 21:45

Mi sembrano esagerati tutti questi commenti positivi su Dionigi. Non è che abbia un bel curriculum.... Siamo ascolani, molto voltagabbana per quel che riguarda gli allenatori. Riguardiamoci i commenti positivi su Zanetti delle prime giornate.
Questo è un campionato falsato. Non so se Dionigi è bravo. Spero. Comunque, sempre forza Ascoli.


Dario 19 Luglio 2020 08:18

Per quest'anno la salvezza é già un miracolo se la otterremo, per come andavano le cose. Grazie alla Squadra al Mister ed anche alla società.


peppe 19 Luglio 2020 09:19

Sergiof , 13 punti ultime 5 partite, dopo tutte le sconfitte precedenti, non credo sia stata solo fortuna, la sua mano è stata fondamentale, dall'unità di gruppo mentalità assetto tattico e cambi perfetti al momento giusto. Curriculum, che c' entra? ascolani voltagabbana? dopo questo miracolo che ha fatto bisogna ancora criticare ? forse tu fai parte di quelli che criticano solo per partito preso


popolo della piazza 19 Luglio 2020 09:40

sergiof il tuo commento avrebbe un senso se frequenti il riviera delle palme...altrimenti era meglio se stavi zitto


CavaliereBiancoNero 19 Luglio 2020 10:50

Caro Sergiof non mi sembra che in queste partite abbiamo avuto fortuna già dal Venezia si era vista l aria che era cambiata con l atteggiamento dei giocatori e dell impostazione tattica e poi ascolani voltagabbana?!Ma cosa stai dicendo ,se il tuo termine di paragone sono le prime 5 partite fatta sotto la guida di Zainetti allora non ci hai capito nulla perche a parità d prime cinque partite dall inizio e queste 5 partite di adesso all'ira con quelle di adesso non c'è nessun paragone e quindi i tuoi commenti valle a fare sul lungomare
davanti al "tempio del tifo "(per modo di dire )


Giovanni Gennaretti 19 Luglio 2020 13:34

Sor Sergiof, voltagabbana non è il termine giusto soprattutto in questo caso, x Zanetti si parlava in modo futuristico giovane lui giovane la squadra, poi inizi a valutare che toppa tutte le partite in trasferta, che vede inerme le beghe tra giocatori senza interferire, giocatori riserve e tali sono rimasti, arriva Dio nigi, tra lo scetticismo generale e porta a casa cinque risultati ultimi di fila su sei, rigenera tutti i giocatori " riserve comprese" fino a farli diventare tutti protagonisti, bene dare un parere su Dio nigi più che stratosferico, vuol dire essere voltagabbana? Qual'e' il suo metro di paragone mi scusi, tra il primo e il secondo allenatore parlano i fatti o no? Poi se uno vuol aprire bocca solo x far prendere aria ai denti è libero di farlo, ma solo per questo motivo.


Claudio 19 Luglio 2020 15:04

Cavion capitano se lo merita, altrimenti lo perdiamo ne sono sicuro


Roma 62 19 Luglio 2020 19:26

Caro Sergio il calcio dei tifosi è questo nel bene e nel male...io personalmente non ho mai considerato decisivo il nome del mister per il raggiungimento degli obiettivi ma in questo caso devo ammettere che siamo davanti alla classica eccezione che conferma la regola,ma in ogni caso penso che Dionigi meriti di entrare nella nostra storia... Forza Picchio


I❤AP 20 Luglio 2020 00:57

LA ZIZZANIA NON MUORE MAI. DIONIGI NON SI TOCCA. SERGIOF CHE DEVI FARE?. VOLTAGABBANA A CHI? AI TIFOSI CHE HANNO INVOCATO FA SEMPRE UN ALLENATORE? ANCORA NON SIAMO SALVI E GIÀ METTI ZIZZANIA. P FORSE NON SEI TIFOSO DELL' ASCOLI BENSÌ DELLA SAMB? TI CAPISCO.


asnkvola 20 Luglio 2020 09:10

Zanetti ha pagato la scarsa esperienza, punto primo non doveva assecondare la società parlando di play off perché qualcosa mancava ed era anche abbastanza evidente,punto secondo ha pagato le liti assurde tra giocatori e sappiamo tutti cosa è successo,punto terzo solo 5 punti fuori casa e un campionato impeccabile in casa,quarto a gennaio si è fatto smantellare mezza squadra per un problema di ingaggi senza dire niente,tutte queste situazioni unite al malumore della piazza le ha irrimediabilmente pagate,Dionigi in 6 partite e tre in trasferta ha fatto più punti di lui con più di mezzo campionato a disposizione in trasferta 6 punti contro 5,qualcosa mancava anche a Zanetti e l'esonero era giustificato,come quello di Stellone e come quello di Abascal,la squadra era spenta in campo,ora lotta alla pari con chiunque e questo è evidente a tutti....


BINNO 20 Luglio 2020 13:26

Dopo 5 giornate con zanetti c'era chi lo definì il miglior allenatore della serie B... andiamoci piano con Dionigi. Intanto la salvezza, se dovesse raggiungerla tanta stima per lui..poi l'anno prossimo nel caso dopo una quindicina di partite tiriamo le somme..


Giovanni Gennaretti 20 Luglio 2020 19:33

Non basta quello che ha dimostrato con le ultime sei partite, con un campionato interrotto x tre mesi ripreso a luglio con 40°, giocando ogni tre giorni virgola non conoscendo i giocatori virgola e x quatto partite allenandosi un giorno a settimana, ma che cosa deve dimostrare, veramente tra qualche tifoso serpeggia l'assurdo non ammettere l'evidenza, senza aggrapparsi a nessun appiglio, andando avanti x la sua strada, vincendo sia dentro casa che fuori facendo con sei partite , le stesse vittorie di Zanetti considerando il periodo e che tutti corrono come forsennati e Giocano, ripeto giocano a pallone e si divertono dove si è mai visto il gioco con i tre allenatori, ma di cosa si sta parlando, e vero che su ogni discussione serve il contraddittorio, qui' si è o sul ridicolo spinto o su scherzi apparte


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni