Palomba presenta Ascoli-Pordenone: “Komandante Tesser proverà a sgambettare il Picchio sognando la A”

Redazione Picenotime

22 Luglio 2020

Giuseppe Palomba

Abbiamo affidato alla penna del giornalista Giuseppe Palomba la presentazione dalla sponda neroverde del match Ascoli-Pordenone in programma Venerdì 24 Luglio alle ore 21 allo stadio "Del Duca" per la 36esima giornata del campionato di Serie B. Palomba, nato e cresciuto a Pompei e da 15 anni a Pordenone, è direttore responsabile del sito Tuttopordenone.com nonchè conduttore di "Sport Nordest" per Telepordenone e di "Pordenone Sport" per Udinews Tv. 

Quando a inizio stagione mi fu chiesto che tipo di campionato poteva fare il Pordenone al suo esordio in Serie B, condivisi il pensiero di mister Tesser andando oltre lo scetticismo dei siti specializzati e dei bookmakers: neroverdi possibili outsider alle spalle delle 8/9 formazioni che potevano puntare al salto di categoria ossia Benevento, Frosinone, Crotone, Empoli, Salernitana, Chievo Verona, Spezia e Cremonese. Mai avrei pensato che dopo 35 giornate i Ramarri sarebbero rimasti in pianta stabile in classifica dal 2°/5° posto, addirittura chiudendo il girone di andata alle spalle del promosso in A Benevento.

I Ramarri credo non abbiano sopreso solo me ma anche l'intera categoria... Sorprendere non significa essere una sorpresa perchè quanto fatto in questa stagione ritengo sia pienamente meritato, al di là di come finirà quest'annata straordinaria.

Alle spalle di tutto c'è una società seria che ha saputo negli anni costruire e centrare obiettivi importanti. Ha saputo assemblare un ottimo organico per la categoria e affidarlo ad uno dei più preparati mister in circolazione. Il Komandante (Tesser), come viene chiamato dalla frangia più calda del tifo neroverde, con lavoro e umiltà ha portato questo gruppo nella zone nobili della classifica facendo addirittura sognare la serie A ai propri tifosi fino alla trasferta di Crotone. Oggi è lì a giocarsi un'altrettanto traguardo importante, quel 3°/4° posto che garantirebbe ai neroverdi una graduatoria di eccellenza nella disputa dei playoff

Ritornando alla società, oltre ai risultati sportivi ottenuti, ha il merito di aver creato una cultura calcistica in città come non mai. La sua crescità è la crescita dei tifosi ed anche degli addetti ai lavori come me che mai avrebbero pensato di poter parlare di un Pordenone in Serie A. 

Come arrivano i Ramarri ad Ascoli? Purtroppo con due sconfitte sul groppone (Calabria amara con le sconfitte di Crotone e poi al "Rocco" con il Cosenza) che non devono ridimensionare le ambizioni dei neroverdi in quanto si è ancora quarti in classifica, ribadisco con merito, grazie anche ai risultati dell'ultimo turno di campionato che a mio avviso è stato il più rocambolesco di tutta la stagione.

L'impegno non sarà dei più facili, vuoi per il blasone e l'organico dell'Ascoli, vuoi per l'effetto "Del Duca" e soprattutto per la fame di punti che hanno i bianconeri che con una eventuale vittoria potrebbero archiviare tranquillamente la stagione in corso in anticipo. La buona notizia è rappresentata dal fatto che Attilio Tesser può lavorare nuovamente con tutti gli effettivi ad eccezione di Alessandro Bassoli (che ha svolto ancora un lavoro differenziato a causa di un risentimento muscolare) e dell'ex Alberto Barison (squalificato). Hanno ripreso normalmente invece Michele Camporese e Luca Strizzolo. Sono convinto che il Komandante proverà a sgambettare il Picchio anche perchè è questo che la città gli chiede, portarli dove mai era successo. 


© Riproduzione riservata

Commenti (1)

Luciano 22 Luglio 2020 14:13

Il picchio tra i suoi piatti preferiti, mangia anche le lucertole e i ramarri!


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni