Coronavirus: Ascoli Piceno, report attività Ufficio Anagrafe Assistiti dell'Area Vasta 5

Redazione Picenotime

28 Luglio 2020

Nel Distretto di Ascoli Piceno in 5 mesi, dal 31 Gennaio 2020 al 30 Giugno 2020, sono andati in pensione 8 MMG (Medici di Medicina Generale) e 1 PLS (Pediatra di Libera Scelta). Degli 8 MMG n. 4 avevano ambulatorio ad Ascoli, 1 ad Acquasanta, 1 a Roccafluvione, Montegallo e Venarotta, 1 a Rotella, 1 a Spinetoli.  A marzo sono state pubblicate sul BUR n.8 carenze di medicina generale.

In attesa della individuazione di 8 nuovi medici, presenti nella graduatoria regionale, che dovranno aprire un nuovo studio di MMG e precisamente n.6 ad Ascoli, 1 ad Acquasanta ed 1 a Castorano, cosa che presumibilmente avverrà ad ottobre o novembre, si sono messe in atto misure straordinarie per garantire l’assistenza primaria nel paese in cui i cittadini avevano il MMG, prima di questi pensionamenti.

In particolare ad Acquasanta si è nominato un medico con incarico provvisorio, che cesserà con l’arrivo del titolare, a Montegallo il dott. Di Fabio ha aperto una seduta in più a settimana di ambulatorio, a Venarotta il dott. Orsini ha aperto un ambulatorio tutte le mattine, a Rotella hanno aperto 2 sedute a settimana ciascuno i dottori Pucci e Gaspari.

Gli 8 MMG avevano in carico 8.234 assistiti al 31.12.2019 e n.3.649 assistiti alla data del rispettivo pensionamento. 

Ad oggi gli assistiti che non risultano aver effettuato la scelta di un nuovo MMG sono n.958; non è dato sapere quanti per impossibilità ad accedere fisicamente all’Anagrafe o per mancanza di tempo (ad effettuare una telefonata o una mail) o per non interesse; infatti sempre, in occasione di un pensionamento, una quota di pazienti effettua la scelta di un nuovo MMG a distanza di mesi.

Quindi dal 1 gennaio alla data odierna sono state effettuate n.8.276 scelte di un MMG per pensionamenti, cui vanno aggiunte le normali attività di cambio del MMG indipendenti da pensionamento del proprio medico ed oltre 1000 scelte già effettuate dagli assisiti, in previsione di un pensionamento in Ascoli, che avverrà a giorni.

Le circa 1.000 scelta al mese testimoniano che l’attivazione di n.3 linee telefoniche e di un indirizzo mail, in alternativa all’accesso fisico dei cittadini presso la sede Anagrafe assistiti, hanno garantito questa importante funzione.

In aggiunta si sono effettuati accessi per 2 intere giornate ad Acquasanta, da parte di 3 funzionari che abitualmente svolgono altre attività, per consentire ai residenti di effettuare di persona la scelta in loco, evitando anche che “gravassero sulle 3 linee telefoniche” e per chi non ha potuto accedere in quelle due giornate provvede la dottoressa assunta con incarico provvisorio ad acquisire la documentazione necessaria e la recapita ad un funzionario, che abitualmente si occupa di altro, che la “lavora in differita”. Per quanto riguarda il comune di Rotella le scelte sono state effettuate da un’altra persona, che abitualmente svolge un diverso lavoro, con altra linea telefonica e attraverso le mail inviate dall’ufficio anagrafe del comune di Rotella.

La scelta telefonica o telematica rispetto a quella effettuata di persona è stata attivata il 12 marzo, come misura di prevenzione del COVID, in base ad una nota ASUR che chiedeva alle Aree Vaste di promuovere il cambio del medico per via telefonica ed ad oggi è ancora valida questa modalità in attesa di ricevere disposizioni nazionali, regionali.

Dei 13 Distretti marchigiani, ad oggi risulta essere stato riaperto con possibilità di accesso degli utenti allo sportello solo un ufficio anagrafe del Distretto di Ancona; in tutti i Distretti è ancora attiva la possibilità di scelta telefonica o telematica.

Sono giunti apprezzamenti da parte di cittadini che hanno considerato questa misura come un vantaggio, evitando loro di doversi spostare, specie se anziani e residenti in comuni lontani da Ascoli (Montegallo, Acquasanta, Rotella) per un’operazione che può essere effettuata a distanza.

Il prossimo pensionamento avverrà a giorni e riguarda un MMG di Ascoli che attualmente ha in carico n.547 scelte, dato che circa 1000 assistiti hanno già cambiato medico.

Per i pediatri ad inizio marzo è stato ampliato il massimale di scelta, che era fermo ad 800 assistiti solo nel distretto di Ascoli in tutte le Marche, ed un PLS ha attivato una seduta ogni 15 giorni ad Arquata ed una seduta a settimana a Comunanza dove è stata pubblicata a marzo scorso una zona carente.



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni