Gran Premio di Indianapolis, Fenati rimonta e chiude nono

Redazione Picenotime

18 Agosto 2013

Romano Fenati è stato autore di una buona performance nel Gran Premo di Indianapolis, nono appuntamento del Campionato Mondiale Moto3.

Il 17enne centauro ascolano, in sella alla sua Honda FTR del San Carlo Team Italia, ha chiuso al nono posto la gara come al solito dominata dai piloti spagnoli, con Alex Rins che ha preceduto i connazionali Alex Marquez e Maverick Vinales.

Fenati, scattato dalla 15esima posizione, non brilla allo start e scivola fino al 21esimo posto. Ma come di consueto scatta la rimonta, a riprova che il vero problema di questa stagione complicata rimane il rendimento nelle qualifiche.

Il campioncino piceno è 15esimo a metà gara, poi inizia a girare sui tempi dei primi e risale fino all'ottava posizione approfittando anche della rottura del motore di Efren Vazquez. Proprio all'ultimo giro si fa beffare in volata dal portoghese Miguel Oliveira, arrivando così in nona piazza sotto la bandiera a scacchi del mitico tracciato statunitense.

Grazie a questo risultato Fenati sale a quota 30 punti in una classifica guidata sempre da Salom con 183 punti, davanti a Vinales (174), Rins (167), Folger (94) e Marquez (90).

"Ho fatto una bella rimonta e mi sono divertito in gara - ha dichiarato Fenati una volta tornato ai box -. Mi è mancato un po' di ritmo nella prima fase a causa di due cadute davanti a me, ma poi giravo sui ritmi dei primi, cosa che mi dà fiducia per il prossimo appuntamento. Voglio dedicare la gara al mio meccanico Alfio che oggi ha perso suo fratello".

Non c'è tempo però di riposarsi per Fenny, che Domenica 25 Agosto tornerà in pista in Repubblica Ceca sull'emozionante tracciato di Brno, dove lo scorso anno conquistò un discreto ottavo posto.

© riproduzione riservata


Commenti (1)

lucio 19 Agosto 2013 11:34

Bravo Romano, grande gara, il problema grosso rimango le partenze. Continuo cmq a pensare che meriti una moto migliore, hai il manico per giocartela alla pari con gli spagnoli, spero ti diano fiducia l'anno prossimo, ormai il Team Italia non fa più per te, ti serve una veloce KTM


PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni