Ascoli Calcio, Fabiani: «Dall'oggi al domani non si costruisce nulla»

Redazione Picenotime

23 Agosto 2013

Angelo Fabiani non era presente ieri allo stadio comunale di Piano d'Accio e non ha assistito alla bruttissima figura rimediata dall'Ascoli contro il Teramo, un pesante 3-0 che ha scatenato il malcontento dei tifosi.

Il direttore sportivo bianconero oggi farà il punto della situazione con il presidente Roberto Benigni ma punta a non drammatizzare eccessivamente il passo falso nell'ultimo test amichevole prima dell'inizio del campionato: "Non prenderei troppo sul serio il risultato di queste partite, ci sono servite soprattutto per capire il valore dei ragazzi che abbiamo a disposizione, soprattutto dei più giovani - ha dichiarato Fabiani a Picenotime.it -. Sto cercando di lavorare al meglio delle mie possibilità, sbagliando il meno possibile, con la massima trasparenza. Comprendo a pieno la rabbia dei tifosi ed hanno tutto il diritto di contestare. Però devono anche capire che dall'oggi al domani non si costruisce nulla e nessuno ci ha chiesto di vincere il campionato. Siamo impegnati a costruire una squadra che scenda in campo con dignità difendendo i colori e la storia del club, che possa ben figurare contro tutte le avversarie. Non mi nascondo dietro ad un dito di fronte alle contestazioni, ne prendo atto, rappresentano uno stimolo ed un incentivo per lavorare ancora meglio. Pergolizzi ha parlato di figura di merda? Capisco che dopo una sconfitta l'umore non può essere alle stelle, il mister a volte ha un linguaggio un po' colorito, è normale che non fosse soddisfatto. Comunque ci sentiamo tutti i giorni, sia con lui che con il presidente, abbiamo un rapporto schietto e andiamo avanti di comune d'accordo. Ufficialità di nuovi giocatori in vista? Per il momento no, ma la prossima settimana sarà importante per definire gli ultimi movimenti di mercato e capire chi veramente merita di indossare questa maglia".

© riproduzione riservata

Commenti (5)

maddalena 23 Agosto 2013 14:41

DOPO 40 ANNI MI STO ALLONTANANDO DALLA SQUADRA DEL MIO CUORE. nON HO DIGERITO LA RETYROCESSIONE MA NON CONCORDO CON CHI HA DETTO CHE I CALCIATORI DELLO SCORSO ANNO ERANO TUTTI DA MANDARE VIA. iO PERSONALMENTE AVREI TRATTENUTO IL NOSTRO capiTANO (CHE è ANCORA LIBERO) DI DONATO E PECCARISI, NON HO CAPITO LA FUGA DI FAISCA, QUELLA DI SONCIN E QUELLA DI SCALISE. NON CAPISCO PERCHè TENERE CAPECE E CHE FINE ABBIA FATTO CONOCCHIOLI. RINGRAZIO IL PRESIDENTE PERCHè CI PROVA ANCORA MA NON CAPISCO CHE FINE VOGLIA FARCI FARE LUI E IL DS. NB RICONFERMATE IMMEDIATAMENTE DI DONATO, NON CONTINUATE AD UCCIDERE L'ASCOLI CALCIO, PER FAVORE.


gianluca 23 Agosto 2013 22:47

via i benigni da ascoli e giù le mani dall'ascoli. state facendo un danno illimitato alla città ed alla squadra. vergognatevi, in 2 mesi avete infangato 110 anni di gloriosa storia. ancora tre mesi, poi entrerete nella storia. falliti


Pierfi 24 Agosto 2013 09:16

a belli capelli!! ma chi vuoi prendere in giro??!! abbiamo piu di 100 anni di storia e respiriamo calcio dalla mattina alla sera... persone come te le mettiamo fuori dalle mura... ve ne dovete andare!!!


mauro 24 Agosto 2013 16:32

Avete umiliato una squadra ke era una squadra caproni io avrei preso a calci nel culo tutti i giocatori che vergognosamente senza giocare ci hanno mandato in c salvo solo Zaza il resto è monnezza


Enzetto 26 Agosto 2013 09:57

è difficile gestire una societa' quando non si ha soldi eppoi Fabiani era quello del Messina , guardate che fine ha fatto!!!Poi Pergolizzi come allenatore ... non si puo' sentire , la c2 ci aspetta purtroppo!


PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni