Monticelli, Stallone: “Con il Serpentara per la ciliegina sulla torta”

Redazione Picenotime

05 Giugno 2015

nico stallone
Dopo aver eliminato il Todi in una semifinale al cardiopalmo decisa da un gol di Alijevic nell'ultimo minuto di recupero, il Monticelli è pronto ad affrontare la finale dei playoff di Eccellenza contro il Serpentara. I biancazzurri affronteranno la squadra laziale di mister Lucidi nel match d'andata in programma Domenica 7 Giugno alle ore 16 allo stadio "Del Duca" (la gara sarà seguita dallo staff di Picenotime.it con diretta testuale, cronaca del match, pagelle, highlights e video interviste ai protagonisti). All'antivigilia della partita abbiamo sentito in esclusiva l'allenatore del Monticelli Nico Stallone, grande artefice della stagione eccezionale del club che rappresenta un quartiere di Ascoli Piceno. 

Mister, con quale stato d'animo arrivate all'atto finale di una stagione lunghissima?

Con molta tranquillità e con la consapevolezza di essere stati protagonisti di una grande annata. Stiamo continuando a lavorare come sempre, con sacrificio e massima attenzione, sappiamo di aver dato il meglio ed ora vogliamo la ciliegina sulla torta di una stagione davvero importante. L'aver superato il Todi ci consegna un'alta probabilità di approdo in Serie D, ma noi vogliamo la certezza assoluta dell'obiettivo e vogliamo guadagnarci la serie superiore direttamente sul campo superando il Serpentara.

Come va affrontato il Serpentara?

Consci di avere di fronte una squadra importante, che ha chiuso la stagione regolare con 76 punti, 59 gol fatti e 25 subiti, dati che dimostrano una forza enorme. Il loro girone, a differenza del nostro, era a 18 squadre e non a 16, ogni raggruppamento ovviamente fa storia a sè, ma di sicuro ce la dovremo vedere con un avversario valido per cui nutriamo grande rispetto. Hanno spesso tanti soldi per allestire la squadra, quasi un'eccezione per questa categoria, conosciamo i loro punti di forza e stiamo studiando anche le loro debolezze, cercheremo di far leva su quest'ultime per metterli in difficoltà. Non abbiamo paura di nessuno ed abbiamo dimostrato nel corso della stagione che più gli avversari sono forti più noi riusciamo ad esprimerci meglio. 

Farà molto caldo Domenica al "Del Duca". Come stanno i suoi ragazzi?

Effettivamente si sarebbe potuto trovare un altro orario visto che siamo ormai a Giugno inoltrato, ma farà caldo per entrambe le squadre, non deve essere un alibi. I ragazzi stanno tutti bene, non potremo contare purtroppo su Petrucci, squalificato dopo il match con il Todi, una perdita che ci danneggia molto. Sono quasi 11 mesi che lavoriamo, è stata un'annata lunga e dispendiosa, mi auguro che i miei calciatori abbiano ancora forza e energie, da questo punto di vista mi rassicura molto l'ottimo lavoro fatto dal preparatore atletico Mauro Iachini.  

Per lei è arrivato un importante riconoscimento ieri sera a Civitanova Marche.

Si, sono stato premiato come miglior allenatore del campionato di Eccellenza allo Shada Beach Club nel corso di una bellissima serata organizzata dal portale Marcheingol.it con tanti protagonisti del calcio dilettantistico. A scegliere il mio nome sono stati i presidenti ed i direttore sportivi delle squadre impegnate nell'ultimo torneo di Eccellenza Marche, che non potevano votare per il proprio mister. Sul palco sono stato premiato da un grande tecnico come Massimo Silva, che ha avuto bellissime parole nei miei confronti. E' un riconoscimento che voglio condividere con i miei collaboratori Terrani e Iachini ed ovviamente con tutti i ragazzi.


© riproduzione riservata 
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni