Mostra sugli “spagaroli”, foto inedite di 60 anni fa

Redazione Picenotime

18 Giugno 2015

Si terrà sabato 20 giugno, alle ore 18, l’inaugurazione della mostra storico-documentale “Gli spagaroli di San Benedetto del Tronto dagli scatti di Valerio Volpini”. Organizzata dall’Assessorato alla Cultura e dal Circolo culturale “Riviera delle Palme” la mostra, che rimarrà aperta fino al 10 gennaio 2016, è allestita presso il Museo della Civiltà Marinara delle Marche (ingresso lato Banchina di riva nord “Malfizia” presso il porto cittadino).

Si tratta di una esposizione di vecchie foto risalenti al 1954, anno nel quale il giornalista e storico fanese Valerio Volpini (1923 - 2000) arriva in città per indagare sul mondo dei funai e delle retare sambenedettesi. Oltre ad un accurato articolo apparso su “Comunità”, rivista bimestrale diretta all’epoca da Adriano Olivetti, Valerio Volpini, attraverso un centinaio di immagini, documenta in maniera particolareggiata l’intero ciclo produttivo della corda e della rete.
 
Le corde e le reti sambenedettesi, confezionate oltre il fabbisogno locale, prendevano la via dell’esportazione in ogni dove, non solo in Italia, e questa mostra - come ha tenuto a sottolineare l’assessore alla cultura Margherita Sorge - ha tutto il fascino e il sapore di un tempo che fu ma è un doveroso omaggio alle numerosissime donne, bambini e uomini sambenedettesi che hanno retto la più importante attività cittadina sussidiaria alla pesca. 

Oltre ai turisti, ai quali la mostra vuole rivolgersi per far meglio comprendere la storia marinara della nostra città, è importante che i sambenedettesi tutti la visitino perché ognuno possa riconoscere in quegli scatti le donne, gli uomini e i bambini immortalati sessant'anni fa e magari comunicare agli operatori museali, o ai referenti del Circolo “Riviera delle Palme”, i nominativi delle persone identificate. 

In occasione dell’inaugurazione della mostra, per la quale interverranno Gastone Mosci, professore presso l’Università degli Studi di Urbino, e Giovanni Volpini ricercatore del CNR, figlio di Valerio e possessore delle foto, sarà presentata anche la pubblicazione “la ròte & la rète” curata da Giuseppe Merlini, responsabile dell’Archivio Storico e del Museo del Mare, realizzata nell’ambito del progetto “Museumcultour”, cofinanziato dal programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico (Ente Capofila Provincia di Ascoli Piceno). 

La mostra resterà aperta tutti i giorni, ad eccezione del lunedì, dalle 18 alle 24 fino al 15 settembre, poi dal 16 settembre al 10 gennaio il venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15,30 alle 18,30.
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni