Fermo, arrestato tunisino inottemperante provvedimento espulsione

Redazione Picenotime

21 Luglio 2015

volante polizia
La Polizia di Stato dall’inizio dell’estate ha prodotto un’intensa e proficua attività di prevenzione e repressione delle attività criminose. Oltre ai servizi di controllo su strada da parte della Squadra Volante e del Nucleo Prevenzione Crimine, sono scese in campo unità della Sezione Anticrimine e della Polizia Amministrativa, per far fronte ad una crescente richiesta di sicurezza da parte della cittadinanza.

Dalla metà di giugno ad oggi sono state individuate 48 quali responsabili di reati contro il patrimonio e la persona e denunciate in stato di libertà o di arresto all’Autorità Giudiziaria. 

Si segnala che Domenica 19 Luglio gli Agenti del Commissariato di Fermo traevano in arresto il cittadino tunisino Z.S. di anni 30 inottemperante al provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Fermo il 13 Maggio 2014.  Costui sebbene fosse rientrato in Tunisia  nell’ottobre 2014, aveva fatto poi rientro in Italia clandestinamente. Il tunisino era stato rintracciato nelle prime ore del’alba sul lungomare Gramsci di Porto San Giorgio. Nella tarda mattinata di ieri lo stesso è stato condotto innanzi al Giudice del Tribunale di Fermo, e  giudicato per direttissima. Nei suoi confronti è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di firma presso il Commissariato.

La massiccia presenza di forze di Polizia, messe in campo con apposite ordinanze del Questore di Ascoli Piceno su input del Prefetto di Fermo, ha consentito anche di poter intervenire in maniera più veloce ed incisiva su diversi episodi che si sono verificati soprattutto nella zona costiera, e che hanno visto contrapporsi gruppi di cittadini nordafricani. Non ultimo l’episodio di ieri verificatosi nei giardini di Lido Tre Archi dove era stata segnalata una discussione tra extracomunitari. Sul posto venivano immediatamente inviate pattuglie della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine che rintracciavano un cittadino magrebino ferito che rifiutava le cure mediche. Grazie alle nuove strategie operative era possibile l’immediato intervento da parte della Polizia di Stato che, nell’arco di pochissimi minuti, ripristinava la sicurezza dell’area.

Si segnala inoltre che l’area in questione è stata oggetto recentemente di ripetuti controlli molto incisivi da parte del personale della Polizia di stato anche in relazione all’episodio di violenza accaduto in data 19 Luglio 2015 inerente l’accoltellamento di un italiano da parte di un cittadino extracomunitario, episodio su cui peraltro sono in atto indagini di polizia Giudiziaria per identificare l’autore e definire bene i contorni della vicenda.     

Parallelamente la Divisione di Polizia Amministrativa della Questura e del Commissariato di Fermo, ha messo in atto un operazione di verifiche analitiche sugli esercizi pubblici e sulle attività di raccolta di scommesse sportive che condurrà in tempi brevissimi ad importanti risultati.
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni