Indianapolis, Fenati stringe i denti e strappa l'11° posto in griglia

Redazione Picenotime

08 Agosto 2015

Quarta e decima fila per lo Sky Racing Team VR46 al termine delle qualifiche del Gran Premio di Indianapolis, con Romano Fenati e Andrea Migno domani al via rispettivamente dall’undicesima e ventottesima posizione della griglia di partenza. Entrambi i piloti dello Sky Racing Team VR46 saranno attesi da una gara in rimonta.

Dopo le cadute di ieri, un’altra scivolata condiziona il finale delle FP3 di Romano Fenati, terminate al 15° posto (1’42.033). Nonostante il dolore alla spalla, il pilota marchigiano stringe i denti, non si perde d’animo e grazie al supporto di tutto il team riesce ad agguantare l’undicesimo tempo (1'41.287 a 584 millesimi dal poleman Kent) proprio nella parte conclusiva delle prove ufficiali. 

Più problematica invece la giornata di Andrea Migno, all’esordio sul circuito di Indy. Dopo il 19° tempo nelle FP3 del mattino (1’42.112), anche la qualifica del rookie romagnolo è caratterizzata da alti e bassi che gli impediscono di andare oltre la ventottesima casella (1'42.150).

COMMENTI DEI PROTAGONISTI

Pablo Nieto: "Non è stato un weekend semplice fino a questo momento. Le cadute ripetute di Romano avrebbero potuto condizionarne anche il turno di qualifiche, ma è stato bravo a non perdere la fiducia in se stesso. L’undicesima posizione in griglia non è ottimale ma è comunque un risultato positivo, frutto del lavoro di un intero team, che ha saputo trovare delle soluzioni nel momento di difficoltà. Andrea purtroppo ha avuto qualche problema in qualifica, non è riuscito a trovare la strategia giusta per esprimere il suo valore. Sono convinto che domani possa avvicinarsi alle posizioni che gli competono". 

Romano Fenati: "Considero positivo il risultato di queste qualifiche, soprattutto alla luce delle cadute che hanno caratterizzato tutte e tre le mie sessioni di prove libere, tra ieri e oggi. Nonostante i pochi giri in pista, ho sempre avuto delle buone risposte dalla moto e sono sempre riuscito a girare abbastanza forte. Sono perciò soddisfatto del lavoro che siamo riusciti a fare, abbiamo modificato in corsa il setting e questo ha portato delle migliorie. L’undicesimo posto di partenza mi da’ fiducia e questo è fondamentale in vista di domani. Anche il dolore alla spalla sta diminuendo e quindi resto ottimista per la gara".

Andrea Migno: "Purtroppo abbiamo commesso alcuni errori di strategia in qualifica e questo ci costringe a partire più indietro rispetto a quello che è il nostro potenziale. Domani mi aspetta una gara in rimonta e quindi sarà importante partire col piede giusto. La moto è abbastanza a posto, a parer mio è competitiva e questo mi fa guardare avanti in maniera positiva". 

© riproduzione riservata

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni