ARAGONA IELLATA PER ROMANO FENATI, PROBLEMA TECNICO E ZERO PUNTI

Redazione Picenotime

01 Ottobre 2012


Non sorride a Romano Fenati il Gran Premio d'Aragon, 13ª tappa del Campionato Mondiale Moto3. Il 16enne pilota ascolano ha dovuto alzare bandiera bianca ad 11 giri dal termine della gara spagnola per un problema meccanico, proprio quando era in lotta nel gruppone di testa.

Sorpresa già nel giro di ricognizione, con l'iberico Vinales costretto al ritiro per la rottura del motore. Fenati parte guardingo, scivolando dalla quarta alla settima posizione. Davanti fa il ritmo il tedesco Folger, passato dopo due giri dal malese Khairuddin.

Il portacolori del Team Italia risale con pazienza fino alla quinta piazza e lotta per le posizioni a ridosso del podio in un lunghissimo serpentone guidato ai -13 dal leader del mondiale Cortese. A metà gara, però, l'amara sosta ai box per Fenny che scuotendo il capo deve forzatamente abbandonare un Gran Premio in cui avrebbe potuto tranquillamente competere per le primissime posizioni.

Dopo un finale entusiasmante la vittoria va allo spagnolo Salom, che precede di pochissimo i due tedeschi Cortese e Folger. Quarta piazza per il britannico Kent, davanti agli spagnoli Vazquez e Rins, al francese Rossi ed al portoghese Oliveira.

La classifica mondiale vede il dominio assoluto di Cortese che si issa a 245 punti, con un ottimo vantaggio su Salom (salito in seconda piazza con 194) e Vinales (fermo a 179). Romano Fenati difende la quarta posizione e la leadership nella Rookies Cup con 120 punti, ma ora deve fare attenzione allo spagnolo Rins giunto a quota 106. Ora due settimane di pausa e poi si tornerà in pista Domenica 14 Ottobre sul circuito di Motegi per il Gran Premio di Giappone.

"Sono partito bene, la gara era serrata ed eravamo un bel gruppo a battagliare per il podio - ha dichiarato Fenati a fine Gran Premio -. Purtroppo ad undici giri dalla fine mi sono dovuto ritirare per un problema tecnico. Ho dovuto finire di vedere la mia gara dal box e, come disse Valentino Rossi nel 2010 ´Ho sperato che nessuno vincesse...´. È un peccato perchè ero partito per vincerla questa gara, ma le corse sono così e queste cose possono capitare. Parto motivato per il Giappone, mi riscatterò! Non conosco la pista ma sono molto eccitato all'idea di gareggiare nella pista della Honda, marchio per cui sono onorato di correre".

© riproduzione riservata
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni